Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


vendita miele tramite internet
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Normativa
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
caesar






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 32
Registrato: 30/04/10 14:26
Messaggi: 1127
caesar is offline 

Località: Borgosesia

Impiego: Ingegnere
Sito web: http://arlezze.altervi...


italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 10:43 am    Oggetto:  vendita miele tramite internet
Descrizione:
Rispondi citando

io sono un apicoltore da 2 anni e ho un sito (
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
) in cui volevo attivare una sezione di vendita miele.

son solo iscritto all associazioni apicoltori della mia zona.

1) volevo chiedere cosa devo fare per vendere il mio miele. etichetta, partita iva e non superare i 7000€?

2) se volessi vendere oltre al mio miele di altri o derivati tipo grappa al miele per esempio?



aspetto risposta grazie
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 10:55 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao, aggiungi l'iscrizione al registro delle imprese (circa 80 euro/anno).
La faccenda dei 7000 euro non impedisce niente, definisce solamente la soglia del regime iva di esonero. Sopra, sei in regime semplificato, e devi tenere una contabilita', gestire l'iva, etc.

L'argomento e-shop e' interessante, anche se ho sempre pensato che il costo di spedizione lo rendesse pratico solo per quantita' rilevanti, ma e' tutto da vedere.

Per la grappa ... occhio alle licenze che riguardano la vendita di superalcolici (UTIF ?).

In termini di regolarizzazione, devi aver seguito un corso HACCP ed avere un laboratorio di smielatura a norma, nonche' documentazione a posto (registro dei trattamenti, alimentazione api, gestione dei lotti, etc.).

E' probabile che i NAS peschino dal registro delle imprese, per cui una volta iscritto, presto o tardi arriveranno a dare un'occhiata.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
caesar






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 32
Registrato: 30/04/10 14:26
Messaggi: 1127
caesar is offline 

Località: Borgosesia

Impiego: Ingegnere
Sito web: http://arlezze.altervi...


italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 1:32 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

e se volessi vendere miele non mio?
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Chicco72






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 16/08/10 11:28
Messaggi: 54
Chicco72 is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 2:59 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

In questo caso non sei più produttore primario, e la tua impresa passa nel campo del commercio, coi relativi oneri e oneri... Sad
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
caesar






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 32
Registrato: 30/04/10 14:26
Messaggi: 1127
caesar is offline 

Località: Borgosesia

Impiego: Ingegnere
Sito web: http://arlezze.altervi...


italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 3:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

quindi vediamo se ho capito bene

se voglio vendere prodotti apistici prodotti da me devo iscrivermi al registro delle imprese, aprire partita iva e non superare i 7000€.
Però devo avere il laboratorio a norme.

se voglio vendere prodotti anche non miei devo iscrivermi alla camera di commercio.. INPS ecc.. con circa 3000€ di tasse fisse all anno da sborsare.

tutto giusto? Confused
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Chicco72






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 16/08/10 11:28
Messaggi: 54
Chicco72 is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 4:06 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ti dico quello che ho fatto io.
Comprate api, prima poche casse, poi mi coglie l'insana passione e arrivo a diverse famigliole.

Decido di vendere il mio miele.
Come faccio? la via più semplice è la figura di "apicoltore hobbista", con meno di 50 arnie. Apri una partita IVA (serve avere un terreno in conduzione, tuo o in affitto o prestito d'uso), e ti iscrivi alla camera di commercio (puoi farti assistere da un'associazione di settore)
Presenti la DIAP in comune, che la manda all'asl. Dichiari laboratorio temporaneo, non più di pochi giorni l'anno, e ogni volta che smieli mandi fax all'ASL.
L'asl viene a verificare se sei a posto con il corso che sostituisce il libretto sanitario, se le etichette sono a norma, se conservi il miele nei maturatori e i vasetti pieni in luogo adatto.
Puoi vendere ai privati, sia a casa tua, ma anche sul luogo pubblico (mercati, per esempio) purchè tu abbia ottenuto il permesso dal comune (sembra facile, ma avere un tavolo da un metro quadro in un mercato è più complesso di quanto sembri).
L'unica condizione, ripeto, è vendere esclusivamente al consumatore finale, e solo e soltanto il tuo miele, non trasformato (se vuoi vendere per esempio miele e nocciole, devi avere la procedura HACCP). Non devi tenere contabilità ordinaria finchè non vendi oltre i 7500 euro. TI limiti a compilare il registro dei corrispettivi per ogni vendita che fai.

Vuoi diventare professionista? Ovviamente ti servono più arnie, un laboratorio attrezzato tutto l'anno, una partita iva, il fascicolo aziendale, l'iscrizione alla camera di commercio, e all'inps (un anno di contributi sono 1800 euro).
In ogni caso la tua azienda rimane nell'ambito di azienda agricola, tu saresti un imprenditore agricolo professionale.
Nel momento in cui tu non vendi roba prodotta dalla tua azienda (che può essere, miele, miele e nocciole, formaggio, latte di capra, olio d'oliva, ecc), la tua attività passa sotto le norme che regolano le attività commerciali, e sono un altro paio di maniche, soprattutto per quanto riguarda le tassazioni e le eventuali tracciabilità..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 4:14 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

caesar ha scritto:
e se volessi vendere miele non mio?

Secondo il DL 18 maggio 2001, n. 228, puoi vendere anche prodotti non tuoi, purche' la quota dei tuoi prodotti sia preponderante.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Chicco72






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 16/08/10 11:28
Messaggi: 54
Chicco72 is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 4:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non credo questa norma valga per i produttori "hobbisti", comunque.

altrimenti mi hanno imbrogliato Rolling Eyes Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 4:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il corso HACCP e' obbligatorio per tutti (rinnovato ogni 4/5 anni), la procedura HACCP no (pero' secondo i NAS e' di prossima introduzione).
Il registro dei corrispettivi non e' obbligatorio perche' in regime di esonero non devi tenere scritture contabili, ed il limite dell'esonero IVA e' di 7000 euro.

In pratica il passaggio ad una attivita' professionistica non e' netto, perche' gli adempimenti formali sono circa gli stessi, e' un fatto di quantita'.
La differenza risulta se ti iscrivi all'albo degli imprenditori agricoli, ma si fa in pratica solo in vista di contributi.
In particolare ai NAS non gliene importa niente se sei professionista o hobbista, ispezionano tutto comunque.

L'obbligo a versare i contributi INPS scatta dal momento che reddito e tempo impiegato superano del 50% il totale annuo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 4:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Chicco72 ha scritto:
Non credo questa norma valga per i produttori "hobbisti", comunque.
altrimenti mi hanno imbrogliato Rolling Eyes Wink


Citazione:
Art. 4.
Esercizio dell'attivita' di vendita
1. Gli imprenditori agricoli, singoli o associati, iscritti nel
registro delle imprese di cui all'art. 8 della legge 29 dicembre
1993, n. 580, possono vendere direttamente al dettaglio, in tutto il
territorio della Repubblica, i prodotti provenienti in misura
prevalente dalle rispettive aziende, osservate le disposizioni
vigenti in materia di igiene e sanita'.


E' una norma introdotta per agevolare la filiera corta, senza fare troppo incavolare i commercianti, che l'hanno sempre vista male.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
caesar






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 32
Registrato: 30/04/10 14:26
Messaggi: 1127
caesar is offline 

Località: Borgosesia

Impiego: Ingegnere
Sito web: http://arlezze.altervi...


italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 5:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ho terreni miei
ho 8 arnie nei miei terreni
ho il primo piano di una casa in campania con 3 stanze + bagno che uso come magazzino, locale smelatura ecc
ma non so se è a norme.. nel senso che una è una cantina.. una è una vecchia cucina e una e una sala XD... dove posso trovare le indicazioni a grandi linee per portarla a norme?
ma cmq potrei seguire le indicazioni di Chicco72 per questo

non lavoro ma studio in università

quindi potrei vendere il miele e forse da quello che leggo anche in parte non mio facendo poche cose! Ottimo! Very Happy

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Gio Ago 19, 2010 5:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

A grandi linee il locale di smielatura deve essere lavabile, la soluzione migliore e' di piastrellarlo e di evitare superfici rugose. Niente muffa, polvere, ragnatele, etc.
Finestre chiuse, meglio se con zanzariere.

La normativa HACCP e' molto basata sull'autocontrollo.

Da noi le ASL ammettono (come locale temporaneo di smielatura) l'uso di cucine, purche' pulite e pulibili.
Dovrebbe esserci acqua corrente, niente presenza di detersivi o materiali pericolosi che possano accidentalmente contaminare il miele.

Per quanto riguarda la vendita, se riesci a creare una rete di contatti per la vendita diretta, eviti il balzello dell'iscrizione al registro delle imprese (80 euro/anno), che per la vendita diretta in azienda (senza strutture fisse) non viene richiesto. Compreso il caso in cui consegni tu il miele. Se vendi su internet o ai mercatini, devi iscriverti.

In questa situazione, gli adempimenti si riducono al chiedere la p. iva (lo fanno subito e non costa niente), seguire un corso HACCP (lo fanno le associazioni sul territorio, sono poche ore ogni 5 anni) e gestire bene le informazioni (trattamenti, alimentazione, lotti) in modo scritto e dimostrabile ad eventuali ispezioni.
Molto comodo OpenOffice per tutto, dai registri alle etichette.

Occhio all'etichettatura, sono molto rigorosi su contenuto e forma.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Chicco72






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 16/08/10 11:28
Messaggi: 54
Chicco72 is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 20, 2010 9:45 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Mah...
in effetti ho sentito pareri diversi, sia sul corso HACCP che sul registro dei corrispettivi.
Confermo il rigore sull'etichettatura!!! (Se l'etichetta riporta 500gr anzichè 500g sei in contravvenzione...)

ciao
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
caesar






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 32
Registrato: 30/04/10 14:26
Messaggi: 1127
caesar is offline 

Località: Borgosesia

Impiego: Ingegnere
Sito web: http://arlezze.altervi...


italy
MessaggioInviato: Ven Ago 20, 2010 11:41 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Chicco72 ha scritto:
(Se l'etichetta riporta 500gr anzichè 500g sei in contravvenzione...)


giustamente! son quasi un ing meccanico e l' unità di misura nel sistema internazionale è il g. il gr non esiste!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Ven Ago 20, 2010 12:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E saresti sanzionato ugualmente:
Citazione:
Nell'etichetta va indicato il peso netto, indicato con il simbolo "g" senza alcuna punteggiatura (si può usare anche la misura in Kg) che segue il peso. La dicitura “Peso netto” può essere omessa.

Da 600 a 6000 euro.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Normativa Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008