apicoltura

Prodotti dell'alveare - Raccolta polline

Franz - Lun Nov 03, 2008 7:29 pm
Oggetto: Raccolta polline
Nella prox primavera mi piacerebbe provare.
Qualcuno di voi lo fa?

Quanto polline si riesce a raccoglire ogni arnia? E quale è il periodo migliore per mettere la trappola?
stefanoada - Dom Giu 21, 2009 6:02 pm
Oggetto:
oggi smielando il castagno, mi è capitata una cosa strana, in alcuni telaini del melario in una famiglia ho trovato celle con polline... vi è mai capitato??
stefano
francapi - Dom Giu 21, 2009 8:42 pm
Oggetto:
Ciao, sul castagno è una cosa normale trovare del polline anche a melario...la raccolta è talmente forte che viene immaganizzata dove capita.
Con le trappole si possono raccogliere svariati kg in pochi gg.
Franz - Dom Giu 21, 2009 10:01 pm
Oggetto:
francapi ha scritto:
si possono raccogliere svariati kg in pochi gg.


ammazza, peccato che qui da me non ci sia il castagno, altrimenti.... Crying or Very sad
davidesv - Lun Lug 06, 2009 1:36 pm
Oggetto:
Una volta raccolto il polline va essicato per eliminare l'umidità contenuta.
Come eseguite l'essicazione? come stendete il polline?

Come procedete alla vendita?( prezzo , usi, contenitori, ..)

Grazie
Ciao
D.
SimonE - Mer Lug 08, 2009 6:10 pm
Oggetto:
francapi ha scritto:

Con le trappole si possono raccogliere svariati kg in pochi gg.


è vero però io sapevo che è necessario effettuare la raccolta del polline dalla griglia quasi giornalmente perchè in caso di pioggia si butta via tutto.
quindi è necessario avere le casse vicine , a portata di mano.

saluti
sapiens - Gio Lug 09, 2009 12:03 am
Oggetto:
Citazione:
Una volta raccolto il polline va essicato per eliminare l'umidità contenuta.
Come eseguite l'essicazione? come stendete il polline?


Ciao Davide. L'essicazione del polline è una procedura delicata. Se non è fatta bene può portare alla formazione di muffe o colture microbiche che possono essere in certi casi dannosi per la salute.

Il polline essicato non deve contenere più del 4% di acqua (come misurarla è un problema)(forse bisognerebbe pesare, stufare e pesare).

Distendere il polline ed aspettare che si asciughi non è il caso. Il processo è troppo lento e parziale. Distenderlo al sole porta via proprietà al polline. distenderlo e ventilarlo con stufetta riscaldante va bene per piccole quantità e non proprio sicuro. Cool

Per una buona essicazione ci vuole la stufa dove il polline su griglie con strato non superiore ad un centimetro è sottoposto a flusso d'aria di 35-40 gradi per una notte intera. Quando i granelli di polline premuti fra di loro non aderiscono, allora sono sufficientemente essicati. Rolling Eyes

poi si chiude in contenitori ermetici. Wink

Per una sicurezza totale di eliminare eventuali uova di tarma o altri parassiti(che non muoiono con 40 gradi) bisognerebbe trattare il polline essicato con vapori di tetracloruro di carbonio. Confused

Ciao
davidesv - Gio Lug 09, 2009 7:43 am
Oggetto:
sapiens ha scritto:

Per una buona essicazione ci vuole la stufa dove il polline su griglie con strato non superiore ad un centimetro è sottoposto a flusso d'aria di 35-40 gradi per una notte intera. Quando i granelli di polline premuti fra di loro non aderiscono, allora sono sufficientemente essicati. Rolling Eyes


Grazie mille per la risposta.

Come devono essere disposto il polline per l'essicazione sopra alla stufa ( direi quindi stufa elettrica in modo da poterla regolare per assicurare il range di temperatura) ? su griglia forata?

Entro quando va messo ad essicare il polline dopo la raccolta?

Ciao
D.
sapiens - Gio Lug 09, 2009 11:00 pm
Oggetto:
Il polline va essicato il prima possibile. E' una bomba energetica per muffe e batteri.

Questa è un disegno di come dovrebbe essere la stufa per andare bene.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Come vedi si tratta di una camera chiusa con un'entrata sotto, di aria calda e sopra l'uscita dell'aria umida, con un percorso forzato dell'aria che la fa passare su tutte le superfici di polline, in modo che la temperatura sia uguale ovunque e anche il circolo d'aria. Se le griglie sono forate ancora meglio.

Ciao
davidesv - Ven Lug 10, 2009 8:47 am
Oggetto:
Grazie mille Sapiens,

ottimo disegno. Devo studiarmi come costruire un sistema simile con pezzi di recupero come faccio di solito.

Grazie !!!!
Ciao
D.
Renzo - Ven Lug 10, 2009 9:42 am
Oggetto:
Salve, ci sono in commercio gli essicatori per la frutta secca ad uso casalingo. In pratica, una catasta di piatti sagomati con un foro al centro, attraverso cui passa una colonna di aria tiepida prodotta da una ventola con resistenza e timer, posta in alto.
genpel - Mar Gen 19, 2010 9:36 am
Oggetto:
Ragazzi vorrei porvi una domanda da profano, ma la produzione di polline fa diminuire la produzione di miele?
Attendo notizie
admin site - Mar Gen 19, 2010 3:31 pm
Oggetto:
no, non ho mai trovato differenza di raccolto tra apiari con le trappole ed apiari senza
stefanoada - Mar Gen 19, 2010 4:30 pm
Oggetto:
io ho provato l'anno scorso, premetto che dopo poco perchè in primo luogo ne avevo fatto abbastanza per la mia famiglia, ma soprattutto perchè era uno strazio vedere le api che ogni volta che rincasavano dovevano contorcersi per passare attraverso i buchetti della trappola.
un signore della mia zona che ha le casse in una zona fortemente pollinica aveva famiglie che sciamavano in continuazione testualmente diceva " non riuscivo a tenerle ferme" mi dice che ha risolto il problema proprio con le trappole ruba-polline, in questo modo ritiene che quest'ultime limitino fortemente la sciamatura.
una raccomandazione quando metti le trappole, mettile in tutte le casse dell'apiario, altrimenti potrebbe verificarsi il fenomeno della deriva.
stefano
Andrea83 - Mar Gen 19, 2010 8:47 pm
Oggetto:
stefanoada ha scritto:
...ma soprattutto perchè era uno strazio vedere le api che ogni volta che rincasavano dovevano contorcersi per passare attraverso i buchetti della trappola.


Sono d'accordo con te...pure io ho provato l'anno scorso per la prima volta, ma al momento del "raccolto" mi son sentito peggio di un ladro considerando che ogni pallina di polline è un viaggio di un'ape Sad Sad

Comunque il polline l'ho conservato in un barattolo di vetro tenuto in freezer...
meloinfiore - Mar Gen 19, 2010 9:16 pm
Oggetto:
A proposito di conservazione del polline per autoconsumo io uso un metodo molto semplice: raccolgo il polline fresco che invasetto subito in un contenitore di vetro di adeguata capacità (deve essere quasi colmo, eventualmente mettere in frigo per aspettare il raccolto dei giorni successivi ... non troppi, mi raccomando) e aggiungo miele liquido fino alla copertura completa del polline. Tappo e giro ogni giorno il vasetto: alla fine si ottiene una pappa densa che si consuma a cucchiaiate quando e come si vuole ....
sapiens - Mar Gen 19, 2010 10:39 pm
Oggetto:
Mah!, non so se vada bene.

So che il polline va asciugato prima del consumo. Non solo perchè altrimenti umido non si conserva (nel tuo caso non importerebbe) ma anche perchè il polline fresco contiene sostanze che sono, come dire, tossiche. Nel senso che se mangi polline fresco ti brucia la gola e la lingua. Una volta ho provato e ho visto che è vero. Confused

Però se mi dici che invece messo così nel miele non ha gusti strani e non brucia forse a stare nel miele le sostanze tossiche degradano. Cool

Oppure rimangono ma non si sentono Shocked

meglio informarsi meglio Question

Ciao
admin site - Mer Gen 20, 2010 8:37 am
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Qui c'è abbastanza sul tema. Il polline NON contiene sostanze tossiche ma ha comunque un suo sapore che cambia a seconda della pianta da cui viene. A me il castagno piace moltissimo mentre quello di mais è indegno, va a gusti.
Il polline se non essicato va congelato oppure come fa meloinfiore mischiato al miele con una avvertenza però che data l'umidita alta potrebbe portare a processi fermentativi quindi dovrebbe essere usato un miele particolarmente "secco" oppure consumarlo con una certa velocità cioè non teniamolo a temperatura ambiente per un annetto.
Io lo congelo.
adolfope@tin.it - Mer Gen 20, 2010 3:35 pm
Oggetto:
Un ciao a tutti.. sono adolfo percelsi padre, anzi" zio" editoriale del sito
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Sono appena stato iscritto al vostro forum.Un grazie. Onorato.
----------------


Prendo a caso un argomento su cui ho scritto, penso, circa un centinaio di

file con relative foto allegati. Vedi voce La raccolta pollinica

Polline come , quando , trappola da ingresso; da sotto nido con raccolta dopo tre giorni..( La pigliapolline più bella d'Europa e del mondo..!!!)

-Ingressi di trappolette come miserabili ingressi come volume?..

-Terroristi psicologici ( depressi..) sui disastri da raccolta pollinica..?
------------------

Per chi vuole troverà ( sono presuntuoso) tutto o quasi.
Chi non comprenderà subito le modalità proposte, la mia personale e-mail sarà a sua disposizione

Per me è ancora sempre una grande soddisfazione poter portare avanti questo problema o altri, .. "innnumerevol" e cruciali

Con Stima. "Zio" Adolfo
stefanoada - Mer Gen 20, 2010 7:12 pm
Oggetto:
UNo onore averti fra noi, sono molto contento...
un caloro benvenuto
stefano
stefanoada - Ven Feb 19, 2010 6:48 pm
Oggetto:
oggi nonostante la pioggia a tratti le mie eroine raccoglievano finalmente polline (iniziavo a preoccuparmi di una presunta orfanità) alcune portavano belle palline gialle (presumo nocciolo) altre ne avevano di "bianco sporco" quasi grigio....sarei curioso di sapere di cosa si tratta, lo sapete??

ho supposto ranuncoli, perchè di altre cose fiorite non ne ho viste....avete idee o conferme??
ciao
stefano
adolfope@tin.it - Mar Feb 23, 2010 8:21 pm
Oggetto: Re: Raccolta polline
Franz ha scritto:
Nella prox primavera mi piacerebbe provare.
Qualcuno di voi lo fa?

Quanto polline si riesce a raccoglire ogni arnia? E quale è il periodo migliore per mettere la trappola?

-------------------------------------------------

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Voce La raccolta pollinica
( Soltanto..un centinaio di files!)

----------------------------

Gentilissimo Franz.. Volentieri accolgo le tue domande.

Dato poi che sono generali è senz'altro utile aver indicato subito il sito dove puoi trovare argomentazioni, addirittura foto esplicative..


Al primo tuo interrogativo, molto facile, rispondo subito. Dipende dalla famiglia..

Se è forte; se in posti, dove pur restando stanziale ha anche plurime fioriture..
Questo succede sempre a chi è in pianura pedemontana

con castagni il cui profumo stregherà anche le tue api

Il tutto riesce
anche per il fatto che salgono vuote-leggere e solo poi, ma in discesa, con due belle enormi pallottoline che sanno ancora tenere bene in bilico, fino nei loro plurimi silos a "casa"

-----------------------------
Quale il periodo migliore?.

Troverai anche questa risposta. La base però è quella di rispettare la famiglia se in fase iniziale e in ripresa per svariati motivi.

-----------------------
Confido tuttavia che il sognare di incamerare tanto polline,

oggi come oggi, con arnie in cui nascono solo il 60/70% di api, le pigliapolline vanno guardate con un pizzico di tristezza per rispetto alle stesse api...


Comunque sono le api stesse che ti indurranno a prelevare il loro polline
tre giorni per te e quattro per loro, solo in periodi specifici...


Quando noterai moltissime di loro che arrivano ultra cariche deciderai sul da fare..

Saranno le stesse loro misere quantità di polline a farti togliere il cassetto
Franz, ciao e tanti auguri.


Se ci riesco , passerò in rassegna anche "tutte" le domande, quesiti, confidenze, constatazioni a seguire.

(C'è chi si è sentito perfino un ladro)

Di questo passo io sarei senz'altro già un truffatore ricercato da tutte le Polizie del mondo!

Le domande degli amici del forum, anche su questo argomento, sono una più vulcanica delle altre.

Sono didatticamente utili soprattutto quelle che a prima lettura
sembrano sparare a vanvera.. propendendo a chiudere già il discorso in partenza.

Vedremo. Non non è così.
Io ( persuntuoso!?) ne sono sicuro perché conto molto sulla vostra intelligenza

Con stima. "Zio" Adolfo
davidesv - Mar Feb 23, 2010 8:27 pm
Oggetto:
Il problema principale per me è : come si essica il polline per evitare che ammuffisca una volta che lo si è raccolto.
....vado a leggere sul tuo sito, Adolfo, per vedere se ne parli
adolfope@tin.it - Mar Feb 23, 2010 8:56 pm
Oggetto:
stefanoada ha scritto:
oggi smielando il castagno, mi è capitata una cosa strana, in alcuni telaini del melario in una famiglia ho trovato celle con polline... vi è mai capitato??
stefano


--------------
Caro "stefanoada"


Grazie per la tua osservazione all'insegna di un giusto stupore..

Tu certamente saprai già che ci sono favi che noi riteniamo a solo miele
ma che in realtà sono ricoperti da opercolo, ma sotto c'è anche polline prezioso.

Si scopre sovente questo quando si decide di "graffiare" anche soltanto una parte di miele, se lo si ritiene utile

( Tra parentesi ..

Preferisco soltanto graffiare che togliere l'intero cappellino-opercolo

Togliere l'opercolo comporta "sgocciolamento" già per il calore liquefante dello stesso gomitolo-glomerico )

------------------------------

Nel tuo favo da mielario potrebbe addirittura esserci stata una visita della regina, per deporre, di solito al centro del mielario stesso

Visto che sotto nel nido, magari ogni centimetro era saturato, molte api allora devono aver organizzano il tutto combattendo strenuamente contro le sorelle che


volevano riempire di miele anche quelle cellette che stavano
preparando per la madre..

Dato che ci sarà stata poi almeno una rosetta di covata, inserirle

attorno e sopra, del polline=proteine per le uova- larve,
è una normale operazione di addette ai lavori
----------------------------------------------------

Forse che sì, forse che no?


Grazie anche per questa tua domanda.
Con stima.

"Zio" Adolfo
adolfope@tin.it - Mer Feb 24, 2010 9:24 pm
Oggetto:
davidesv ha scritto:
Il problema principale per me è : come si essica il polline per evitare che ammuffisca una volta che lo si è raccolto.
....vado a leggere sul tuo sito, Adolfo, per vedere se ne parli


-------------------------------
da Admin.site
Inviato: Mer Gen 20, 2010 8:37 am Oggetto: Rispondi citando
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


---------------------i.
Il polline se non essicato va congelato oppure come fa meloinfiore mischiato al miele con una avvertenza però che data l'umidita alta potrebbe portare a processi fermentativi quindi dovrebbe essere usato un miele particolarmente "secco" oppure consumarlo con una certa velocità cioè non teniamolo a temperatura ambiente per un annetto.

---------------
Io lo congelo."
-----------------


sono
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Voce la raccolta pollinica

Caro davidesv

Onore al merito all'amministratore.

Anc'h'io lo congelo nel normale frigo zona ghiaccio in vasetti da mezzo chilo

Ho la fortuna di essermi costruito una Pigliapolline da sotto nido che permette di ritirare il polline anche al terzo giorno..

Non ha impurità perché sotto a tutti i favi c'è un pianale

che blocca il materiale che viene portato in esterno dalle api,
in pratica laddove non potrebbe più cadere nel grande cassetto sottostante..
------------------

Qui il discorso è facile solo se si ha un'idea di come è stata

progettata la pigliapolline.

"E' la più efficiente di tutta Europa. Penso dell'intero Globo terrestre"

Tutte le mie arnie hanno questa struttura con raccolta pollinica

Due mielari equivalgono allo spazio-volume di un nido

E' obbligatorio vederne un esemplare, anche solo in allegato..

Puoi trovare il file alla indicazione Pigliapolline da sotto nido

----
Qualche flash..

E' possibile mettere-miscelare assieme polline e miele ma ritengo che il
tutto-come già detto saggiamente da altri- vada consumato entro qualche mese..


Non è facile "trangugiarne" un vasetto neppure in due mesi..

A ciò non va disgiunta la visione indisponente di questa densa marmellata..

Solo raffinati conoscitori sarebbero disposti ad acquistarlo.

Mi è facile, invece, dare-regalare-vendere polline in vasetti di 250 grammi, tenuti in freezer, avvertendo esplicitamente ill cliente di reiserirlo nel suo freezer

--------------------------.

Non pensare di diventare venditori di chili e chili di polline ma di averne almeno a sufficienza per chi ci vuol bene.

---Se i genitori stessi fanno la faccia schifata al momento di assumere palline polliniche, ciò sarà definitivamente deleterio per i piccoli.

Se invece i due genitorisi mettono d'accordo.
"Queste le prendiamo solo noi.
A loro non le diamo proprio..!".


I nostri bimbi o nipotini devono sapere di chi sono e che cosa sono. Stimare già quelle palline.

Dopo di che le si può anche "sbavare" leggermente con un po' di miele..


Pochi granellini per volta.

"Queste palline ti faranno muscoli alla Braccio di ferro! "

Da non far sapere a nessuno
-----------------------
Personalmente quando vado a sciare
se prima di partire "mangio" anche un cucchiaino di polline

riesco a zig zagare dalle 9 fino alle 14, senza fermarmi..

Ciò che mi turba, però, quasi a livello psichiatrico, è

che già nei primi chilometri che mi portano,

supponiamo al Mongenevre, sento una gran gradita voglia di

canticchiare

--------------------------
Il compositore Sibelius
ci ha lasciato anche un famoso valzer triste,
toccante con le ultime note che sfumano a tal punto da fondersi con il silenzio.

La mia tristezza circa la raccolta pllinica?

Le api attuali, secondo dati recenti che ho pur già inviato al sito, sono ormai su una brutta china...

Il veder portare polline a sufficienza o molto poco

penso sia pure una utile diagnosi visiva che ci può dire molte cose,
comprese quelle intrise di speranze inattese.
-----------------------

A presto, altri mini commenti

ai moltissimi interventi sul polline, uno più interessante dell' altro


Con stima, dallo "Zio
adolfope@tin.it - Sab Feb 27, 2010 9:14 pm
Oggetto:
Andrea83 ha scritto:
stefanoada ha scritto:
...ma soprattutto perchè era uno strazio vedere le api che ogni volta che rincasavano dovevano contorcersi per passare attraverso i buchetti della trappola.


Sono d'accordo con te...pure io ho provato l'anno scorso per la prima volta, ma al momento del "raccolto" mi son sentito peggio di un ladro considerando che ogni pallina di polline è un viaggio di un'ape Sad Sad

Comunque il polline l'ho conservato in un barattolo di vetro tenuto in freezer...



------------------------------------------------------------------------------

Ciao Andrea-Stefano

per referenze ( Si tratta di grossi discorsi.
Non si può riassumere tutto qui)

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
La raccolta pollinica

-----------------------------------------------------------------

Nel mio comprensorio, ogni anno, da molto tempo

ho la possibilità di seguire sempre anche una specifica lezione sul polline, da parte di un professore universitario.

Completi ed esaurienti i dati esposti sulla composizione del polline

(dagli aminoacidi ai vari acidi lattici che lo fanno maturare e restare sano a lungo senza più fermentare).

Un meritato, dovuto, cioè, dieci e lode. Magna cum laude.

Quando, invece, arriva alla presentazione del tipo di trappole inserite tra le sue diapositive,

sempre le stesse, obsolete, a cielo aperto, senza alcun porticato

che difenda le stesse da piogge sbarazzine

che annegano il tutto in pochi secondi, costringendo l’operatore a ritirare il cassetto, svuotarlo per terra ed inserirlo nell’essiccatoio per bonificarlo dalle sicure muffe già in nuce..

A questo momento, apisticamente,

non c’è che respirare a fondo ed alzare le mani verso il cielo sperando che aiuti a rimanere in silenzio, essendo io in
realtà, presente solo come uditore ospite.

Non è finita

Il peggio arriva quando il Conferenziere aggiunge

“Le api si rifiutano di entrare nelle trappole.

Non va bene sottoporle a questo strazio!!”
---------------
L’anno scorso, dopo dieci minuti che tenevo una mano alzata, il Docente mi ha chiesto cosa intendessi esprimere..Ecco quanto.

“La mia non è una contestazione su quanto detto da lei ma solo aggiungere lo splendore “al bianco che più bianco non si può” su ciò che lei ha già presentato."
--------------------.

"Purché non sia tale solo il sabato pomeriggio, non c’è alcun apicoltore, che inserisca

sùbito sul davanti ingresso dell’arnia, l’intera struttura della piglia polline con già incluso il cassetto

Il serio raccoglitore di polline anche per dieci giorni lascia la sola struttura senza ostacolare la precedente altimetria d’arrivo..

Le api facilmente ri-trovano l' abituale ingresso.

In dieci giorni odorano. profumano ottimamente le “ pareti” della struttura portante, con il tipico odore di famiglia..

Quando verrà inserito l’ultimo pezzo, il cassettino,

le api, in qualche minuto, per il fatto che dalla parete interna opposta
ci sono già centinaia di api che stanno uscendo,

capiscono che si può sgattaiolare e superare l’ostacolo

-----------------

Quest’anno 2010.
Identica lezione sul polline.
Stesse ”strazianti” considerazioni..

Non una in più o una in meno- .
Proprio come nella filastrocca della “Vispa Teresa", in cui non deve mancare nessuna strofa

“ La vispa Teresa avea tra l'erbetta
a volo sorpresa gentil farfalletta.
E tutta giuliva
stringendola viva
gridava a distesa… ”

---------------------------------
Se perfino docenti, già avvertiti, continuano a restare su posizioni false fuorvianti--

Perché stupirci se qualcuno dei nostri amici, con estrema sincerità, confessi di essersi sentito a disagio per il trambusto

o addirittura “per il mini furto” procurato alle proprie api?
------------------------------------------

Sempre con simpatia
(a.p.)-
sapiens - Sab Feb 27, 2010 9:26 pm
Oggetto:
Citazione:
al momento del "raccolto" mi son sentito peggio di un ladro considerando che ogni pallina di polline è un viaggio di un'ape


Per fortuna che non pensi a quanti viaggi corrisponde il miele che gli porti via Confused

Cool
adolfope@tin.it - Dom Feb 28, 2010 10:39 pm
Oggetto:
stefanoada ha scritto:
io ho provato l'anno scorso, premetto che dopo poco perchè in primo luogo ne avevo fatto abbastanza per la mia famiglia, ma soprattutto perchè era uno strazio vedere le api che ogni volta che rincasavano dovevano contorcersi per passare attraverso i buchetti della trappola.
un signore della mia zona che ha le casse in una zona fortemente
pollinica aveva famiglie che sciamavano in continuazione testualmente

diceva " non riuscivo a tenerle ferme" mi dice che ha risolto il problema proprio con le trappole ruba-polline, in questo modo ritiene che quest'ultime limitino fortemente la sciamatura.

una raccomandazione quando metti le trappole, mettile in tutte le casse dell'apiario, altrimenti potrebbe verificarsi il fenomeno della deriva.
stefano



-----------------------------------------------------
Ciao stefanoada

Troppo comodo se le trappole riuscissero a tener bada la sciamatura. Come tusai le cose sono più complesse

Anch'io come tanti altri ricorro alla divisione della famiglia

Accludo una riposta già data ad un giovane amico
-------------------------
da
Tecnica apistica
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

:
1) Come tentare alla meno peggio di disincentivare le sciamature

Sommario.

Dividere la famiglia . Quanti favi di covata e di “miele” all’una, privata della regina e quanti all’altra?

Dove trasferire-sistemare la nuova famiglia?

A solo mezzo metro, di lato all’ arnia madre
oppure se non c’è spazio

piazzarla sul davanti, quasi a piano terra ( prato), ma sempre nella stessa direzione di arrivo ?
-----------------------

“Zio”, sono Emanuele..

Potresti aiutarmi sui” salassi?”
Con una cassa con 8- 9 telaini coperti dalle api,di cui uno di scorta, quanti telaini ,coperti di api devo togliere per scongiurare
la sciamatura? e quali?


Ho letto il tuo articolo: come disincentivare sciamature.
puoi anche dirmi che sistemi usi per fare le riunioni (passo passo)

Ti ringrazio. Scusa se ti faccio perdere tempo.
Ciao. Emanuele

------------------------------------------
-Emanuele, a maggio siamo già fuori tempo.

Anzitutto rifarsi al mese in cui nel proprio areale le api sciamano

Da me verso il 15 di aprile
L’acacia arriva ai primi di maggio circa

-Ad aprile quando una famiglia è su 4/5 favi di covata ( teniamo cinque per facilitare la cosa a livello didattico, più altri 5 di miele- polline)
------------------------------------

Se fosse già a 7 sarà tutta fatica sprecata …
------------------------
Alla famiglia che resta sul posto, lascio due favi di covata

Alla nuova ne regalo tre, più la regina titolare

.
Perché voglio dare la regina alla nuova famiglia ?
Tutte le bottinatrici torneranno alla casa madre e non da lei..
Avrà, inizialmente, più difficoltà.

La casa madre, pur con delle difficoltà, quantomeno, riceverà tutte le bottinatrici e potrà imbastirsi celle reali..

Degli altri cinque favi “a miele rimasti,

tre, li dono alla trasferita, (= 3 covata + 3 di miele=6 ); aggiungo fogli cerei interi, oppure cornici con barretta- equatore , solo con mini strisce ceree..
Voce Tecnica apistica Favi naturali. Favi equatore
-----------------------
Con i due rimanenti favi di “miele” accudisco la famiglia“ privata della regina.
---------------------------------

Dove sistemare la nuova arnia?

Una accanto all’altra ?...
oppure se non c’è spazio, si può sistemare davanti all’arnia rimasta sul posto, purché almeno avanti un metro e mezzo, più bassa , ma sempre con la precedente altimetria di arrivo

Importante.
Se le cose non funzionassero in una delle due, si potranno sempre ri-unire in una sola, ma avvicinandole l’una all’altra, solo di 50 cm per volta
.
Come saranno fianco a fianco, nebulizzare con acqua e zucchero sia le api che sono sul posto che quelle che diventeranno nuovamente coinquiline...

Se non sono stato chiaro, “e-.mailami”.. Ti risponderò.
-----------------------
Un ciao. “Zio”Adolfo

Ciao Stefanoada,
unitamente a tutto il Master Forum
adolfope@tin.it - Lun Mar 01, 2010 3:08 pm
Oggetto:
stefanoada ha scritto:
io ho provato l'anno scorso, ...

una raccomandazione quando metti le trappole, mettile in tutte le casse dell'apiario, altrimenti potrebbe verificarsi il fenomeno della deriva.
stefano


--------------------
Ciao stefanoada.
Scusami se mi servo ancora della tua "vetrina"
----------------------------------------------------------

(a.p.)
Una buona giornata a tutti
-----------------

Solo mini specificazioni..
Potranno-penso- evitare brutte esperienze a qualcuno

per quando si ricorra al timolo ( Api life var-Apiguard..)

Anzitutto ricordo subito che ogni singolo trattamento va fatto solo dopo aver gestito un conteggio percentuale quotidiana di varroe in caduta naturale

Voce varroa
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Conteggio varroe ( 2 files)
.
Se la percentuale quotidiana supera le due e magari arriva oltre , o più. delle dieci.. è obbligatorio l’intervento.

Non si può agire solo a capocchia, a lume di naso..

----------------------------
“Mettere una trappola a tutte le arnie, altrimenti.!”
Esatto. Ma vanno fatte anche qui delle distinzioni

Se uno avesse piglia polline, ma da sotto nido, non solo da ingresso.. ( con relative foto allegati) Vedi
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
), potrà ugualmente
trattare l’’unica arnia,

perché le api dell’ospitante non trovano difficoltà nell’operazione.

Possono, infatti, entrare come al solito e soltanto quando sono già dentro, incontrano “l’ostacolo”,
che è appena sopra alla loro testa
per cui sentono-percepiscono di essere ancora alle prese nientemeno che con tutti i loro favi di covata, appena sopra

( Forse, alla Fiera di Piacenza, il falegname apicoltore Tassone
Stand ultimo , in fondo a destra)

porterà in fiera i mie due prototipi pigliapolline
con l’ultimo telaio retinato per confinamento regina
Vedi
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

voce varroa Confinamento regina su unico favo. Allegato dello stesso
Non sono per nulla socio in affari
-----------------------------------------
(Sottovoce.

Ancora una volta e "volentieri"mi sobbarcherò
la spesa economica di tre giorni per il gran bene
che sento di volere alle api.
------------------------------
Ve la immaginate una pigliapolline con 9.000 ingressi invece di solo qualche migliaio o meno?

Con polline che posso prelevare anche al terzo giorno, perché bene protetto nell’arnia stessa?
---------------------------------------------------
Per le tavolette al timolo –come detto-

compreso il ricorrere ai due grammi di Timolo in cristalli
(www.apicolturapercelsi.it Voce Varroa. Timolo in cristalli..)

se si accudisce solo un’arnia in mezzo alle altre, tutte le bottinatrici in arrivo, sceglieranno l’ingresso delle due vicine..

La stessa arnia, trattata, se infastidita troppo, uscirà sul davanzale e poi, in fila processionale, con api “capi popolo”-portabandiera ventileranno ansioliticamente (!?) per indicare da che parte bisogna assolutamente andare.

Cosa fare, allora?
Far retrocedere subito il coprinido, quanto basta per garantire immediata piena ossigenazione

finché non si noti il cessare della reazione e poi far combaciare l’’intero “soffitto” della camera per covata, sull’intera periferia dell’arnia...
------------------------------------------------------------------------

Al massimo, si potrebbe ricorrere ancora a questi tipi di timolo, ma in una serata termicamente buona, tenendo, inizialmente. scoperti anche metà di favi finché non si noti una accettazione dell’evaporazione .

------------------------------------------
Nota ultima psicoeuforizzante..
--------------------
Una mia singola arnia a fine gennaio

mi aveva dato una caduta di circa 70 varroe che ho potuto conteggiare bene nonostante lo zucchero a velo inframezzato,
versando il tutto in una mini bacinella, nauralmente con un po' d'acqua--

Zucchero sciolto-scomparso immediatamente e varroe galleggianti, ben visibili, addirittura elettrostatizzate contro i bordi dello stesso contenitore
-----------
( Detto volutamente con dose alta di acido formico ( non però mortale!)

A chi respirasse a fondo, quasi soffrendo per questa cifra impressionante, sappia che teoricamente io sarei disposto ad andare a controllare le sue nonostante le varie sublimazioni novembrine "con totale eradicamento delle varroe"..)


Ed ora come non detto, quanto appena lasciato uscire dal mio apparato pungitore anagraficamente molto inoltrato nell'autunno della vita,
riprendo e completo la buona notizia.
-----------------------

Dalla settimana scorsa caduta quotidiana noto solo due-tre
Ci sono stati problemi di

varroe sotto opercolo? Nessuno.
------------------------------
Solo il 20 di febbraio u.s. le prime quattro dita di covata opercolata.

Purtroppo continuiamo a parlare di blocco di covata

senza fare la distinzione che la regina continua ancora sempre a deporre quanto meno un quattro dita nella parte centrale, la più calda e presidiata da tantissime api..

Queste però

non collaorano ( e giustamente!) a far proseguire le fasi successive dallo stadio di uova e tanto meno, quello di larve mai "scamiciate" dall'uovino stesso.

----------

Mie prove rudimentali, primitive. di uomo cavernicolo, ma già con il bernoccolo dello scienziato -filosofo Bacone.

Voler provare-. riconfermare ciò che ho già visto..


Posso, grazie a termoventilatore scarrucolabile sopra ad ogni arnia, in brevissimo tempo, visionare

dove la regina ha deposto i suoi quasi invisibili uovini.
Infiggo 4 puntine da disegno cme quadrilatero da ricontrollare.

Ebbene dopo 4 gg non c'è larva, nè completa nè incompleta..

Queste uova restano tali anche per quindici giorni.

Non vi so ancora dire se queste uova vengano poi espulse perché percepite come necrofore o se dopo 3/4 giorni siano fagocitate...


-------------

Buona giornata. Bis
dallo "Zio" Adolfo
adolfope@tin.it - Lun Mar 01, 2010 3:14 pm
Oggetto:
stefanoada ha scritto:
io ho provato l'anno scorso, ...

una raccomandazione quando metti le trappole, mettile in tutte le casse dell'apiario, altrimenti potrebbe verificarsi il fenomeno della deriva.
stefano


--------------------
Ciao stefanoada.
Scusami se mi servo ancora della tua "vetrina"
----------------------------------------------------------

(a.p.)
Una buona giornata a tutti
-----------------

Solo mini specificazioni..
Potranno-penso- evitare brutte esperienze a qualcuno

per quando si ricorra al timolo ( Api life var-Apiguard..)

Anzitutto ricordo subito che ogni singolo trattamento va fatto solo dopo aver gestito un conteggio percentuale quotidiana di varroe in caduta naturale

Voce varroa
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Conteggio varroe ( 2 files)
.
Se la percentuale quotidiana supera le due e magari arriva oltre , o più. delle dieci.. è obbligatorio l’intervento.

Non si può agire solo a capocchia, a lume di naso..

----------------------------
“Mettere una trappola a tutte le arnie, altrimenti.!”
Esatto. Ma vanno fatte anche qui delle distinzioni

Se uno avesse piglia polline, ma da sotto nido, non solo da ingresso.. ( con relative foto allegati) Vedi
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
), potrà ugualmente
trattare l’’unica arnia,

perché le api dell’ospitante non trovano difficoltà nell’operazione.

Possono, infatti, entrare come al solito e soltanto quando sono già dentro, incontrano “l’ostacolo”,
che è appena sopra alla loro testa
per cui sentono-percepiscono di essere ancora alle prese nientemeno che con tutti i loro favi di covata, appena sopra

( Forse, alla Fiera di Piacenza, il falegname apicoltore Tassone
Stand ultimo , in fondo a destra)

porterà in fiera i mie due prototipi pigliapolline
con l’ultimo telaio retinato per confinamento regina
Vedi
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

voce varroa Confinamento regina su unico favo. Allegato dello stesso
Non sono per nulla socio in affari
-----------------------------------------
(Sottovoce.

Ancora una volta e "volentieri"mi sobbarcherò
la spesa economica di tre giorni per il gran bene
che sento di volere alle api.
------------------------------
Ve la immaginate una pigliapolline con 9.000 ingressi invece di solo qualche migliaio o meno?

Con polline che posso prelevare anche al terzo giorno, perché bene protetto nell’arnia stessa?
---------------------------------------------------
Per le tavolette al timolo –come detto-

compreso il ricorrere ai due grammi di Timolo in cristalli
(www.apicolturapercelsi.it Voce Varroa. Timolo in cristalli..)

se si accudisce solo un’arnia in mezzo alle altre, tutte le bottinatrici in arrivo, sceglieranno l’ingresso delle due vicine..

La stessa arnia, trattata, se infastidita troppo, uscirà sul davanzale e poi, in fila processionale, con api “capi popolo”-portabandiera ventileranno ansioliticamente (!?) per indicare da che parte bisogna assolutamente andare.

Cosa fare, allora?
Far retrocedere subito il coprinido, quanto basta per garantire immediata piena ossigenazione

finché non si noti il cessare della reazione e poi far combaciare l’’intero “soffitto” della camera per covata, sull’intera periferia dell’arnia...
------------------------------------------------------------------------

Al massimo, si potrebbe ricorrere ancora a questi tipi di timolo, ma in una serata termicamente buona, tenendo, inizialmente. scoperti anche metà di favi finché non si noti una accettazione dell’evaporazione .

------------------------------------------
Nota ultima psicoeuforizzante..
--------------------
Una mia singola arnia a fine gennaio

mi aveva dato una caduta di circa 70 varroe che ho potuto conteggiare bene nonostante lo zucchero a velo inframezzato,
versando il tutto in una mini bacinella, nauralmente con un po' d'acqua--

Zucchero sciolto-scomparso immediatamente e varroe galleggianti, ben visibili, addirittura elettrostatizzate contro i bordi dello stesso contenitore
-----------
( Detto volutamente con dose alta di acido formico ( non però mortale!)

A chi respirasse a fondo, quasi soffrendo per questa cifra impressionante, sappia che teoricamente io sarei disposto ad andare a controllare le sue nonostante le varie sublimazioni novembrine "con totale eradicamento delle varroe"..)


Ed ora come non detto, quanto appena lasciato uscire dal mio apparato pungitore anagraficamente molto inoltrato nell'autunno della vita,
riprendo e completo la buona notizia.
-----------------------

Dalla settimana scorsa caduta quotidiana noto solo due-tre
Ci sono stati problemi di

varroe sotto opercolo? Nessuno.
------------------------------
Solo il 20 di febbraio u.s. le prime quattro dita di covata opercolata.

Purtroppo continuiamo a parlare di blocco di covata

senza fare la distinzione che la regina continua ancora sempre a deporre quanto meno un quattro dita nella parte centrale, la più calda e presidiata da tantissime api..

Queste però

non collaorano ( e giustamente!) a far proseguire le fasi successive dallo stadio di uova e tanto meno, quello di larve mai "scamiciate" dall'uovino stesso.

----------

Mie prove rudimentali, primitive. di uomo cavernicolo, ma già con il bernoccolo dello scienziato -filosofo Bacone.

Voler provare-. riconfermare ciò che ho già visto..


Posso, grazie a termoventilatore scarrucolabile sopra ad ogni arnia, in brevissimo tempo, visionare

dove la regina ha deposto i suoi quasi invisibili uovini.
Infiggo 4 puntine da disegno cme quadrilatero da ricontrollare.

Ebbene dopo 4 gg non c'è larva, nè completa nè incompleta..

Queste uova restano tali anche per quindici giorni.

Non vi so ancora dire se queste uova vengano poi espulse perché percepite come necrofore o se dopo 3/4 giorni siano fagocitate...


-------------

Buona giornata. Bis
dallo "Zio" Adolfo
stefanoada - Lun Mar 01, 2010 5:32 pm
Oggetto:
Ciao zio, non ti preoccupare, sono onorato dal fatto che usi miei post come vetrina, segno che evidentemente sono utili alla discussione/dialogo.

se sarai a Piacenza e se l'ernia uscita sabato mentre vangavo l'orto ( che idiota che sono) mi permetterà di venire, ti verrò sicuramente a cercare per conoscerti, a costo di girare per la fiera urlando ZIO!!! ZIO!!!

ciao stefano
adolfope@tin.it - Mer Mar 03, 2010 1:43 am
Oggetto:
stefanoada ha scritto:
Ciao zio, non ti preoccupare, sono onorato dal fatto che usi miei post come vetrina, segno che evidentemente sono utili alla discussione/dialogo.

se sarai a Piacenza e se l'ernia uscita sabato mentre vangavo l'orto ( che idiota che sono) mi permetterà di venire, ti verrò sicuramente a cercare per conoscerti, a costo di girare per la fiera urlando ZIO!!! ZIO!!!

ciao stefano


---------------------------------
Ciao Tarzan ..Grazie ancora per la "vetrina"

Solo per condividere con simpatia questa e-mail giuntami da un apicoltore dell'Isola di Creta .

-----------------.


Buona giornata (a.p)

Per l’Amministratore, per lo staff del Forum,
che ringrazio e che so essere dotati per fortuna anche del senso dell’ironia, del buon umore..
Giuro loro che questa e-mail sarà integralmente da me erasa-rasa al suolo.. allo scadere delle 48 ore.

---------------------------------
Guiovedì 4 marzo. fatta parziale cancellazione. Tolto volentieri ciò che era strettamente personale. (a.p.)


Importante per me.

Non sono per nulla azionista o interessato ai dividendi del materiale in Fiera..

Per tre giorni, se tutto va bene, sarò, come ospite, progettista delle Pigliapolline e del Favo grande retinato per Confinamento regina,

allo stand Tassone, attrezzature apistiche;
stand piazzato, entrando, tutto sulla destra, in fondo.
-----------------------

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Voce La raccolta pollinica Pigliapolline da sotto nido.

(Solo con un po’ di acido ascorbico-Vitamina C..
E' vero che cito sovente il mio sito ma non vendo alcun favo nè biologico, nè a 4,9 o 5,2 mm.!. Siamo d’accordo?)
------------------------------------------------

mia risposta a..-

Forse, Monolis, vedrai un prototipo della pigliapolline Sundance americana a cui ho fatto togliere tutti i gravi difetti inaccettabili che presentava

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Sei inaccettabili soluzioni

Non è diffusa in Italia.. ma solo perché non la si conosce e soprattutto perché prevale ancora il concetto che per rubare il polline,

ogni sottoscala, sgabuzzino va sempre bene..

Vedendola potrai fartene un’idea, mai dico subito che non si può realizzarla da soli.

Ha troppe raffinatezze, oltre che per le api anche per l’operatore per quanto riguarda le varie parti funzionali di cui

farò solo un qualche accenno..

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Un ciao mega galattico ( gala. galactòs ).. Adolfo ( in greco adhelfòs = fratello..)
-------------------------------------------------------
-------------------------

Per non allungare troppo questo discorso, ora,

scegliendo una domanda delle tante, in cui si chiedono lumi circa il polline o le trappole”, proporrò-intrufolerò ciò che ho pure inviato a Monolis:

“Come funziona questa trappola?” “Come è assemblata "

e due tre cose gravissime della Sundance a cui abbiamo dato risposta totalmente diversa.
------------------------
Buona giornata, dallo “Zio.
A presto. Con stima
adolfope@tin.it - Mer Mar 03, 2010 2:18 am
Oggetto:
SimonE ha scritto:
francapi ha scritto:

Con le trappole si possono raccogliere svariati kg in pochi gg.


è vero però io sapevo che è necessario effettuare la raccolta del polline dalla griglia quasi giornalmente perchè in caso di pioggia si butta via tutto.
quindi è necessario avere le casse vicine , a portata di mano.

saluti




-__ Gentilissimo Simone.

Qualche risposta indiretta ai tuoi quesiti..La pigliapolline deve essere attrezzata per sopportare anche i temporali


Ce n'è una che si chiama Sundance, da sotto nido, che ho avuto la tenacia di far arrivare qui in Italia e di trasformare tutto ciò che non andava salvando tutto quello che c'era di buono
Si può prelevare il polline anche al terzo giorno
..
Per le nostre arnie basterebbe già una pensilina di plastica abbastanza
lunga e messa in diagonale facendola partire da sotto ad una barretta del frontespizio dell'arnia e così l'acqua non scivolerebbe lungo la parete.

Qui accludo delle risposte inviate ad un apicoltore dell'Isola di Creta

Grazie per la tua ospitalità casellaria


A Monolis

-------------
“Come funziona questa trappola?” “Come è assemblata e due tre cose gravissime della Sundance
a cui abbiamo dato risposta totalmente diversa da quella proposta”
------------------------

La raccolta polline da sotto nido avviene chiudendo l’ ingresso solito.

Le api a questo punto cercano e trovano quello inferiore, di poco sotto.

Una volta entrate in questa “anticamera” più bassa, l’unica mini parete presente, le induce a salire verso l’alto

da dove possono già percepire ferormonalmente la presenza dei soprastanti favi da nido..


Pur di raggiungere questi si rassegnano ad infilare la testa ed il loro flessuoso addome nei fori della estesissima griglia, perdendo parte del polline che cadrà nel cassetto.
--------------------------------

Assemblata con

1) supporto basale per volume da nido ( 2 mielari sovrapposti)

2) piano griglia ruba polline,

3) quello dei dévia detriti ; con rete sopra rete, incorniciata, per separare le varroe dalle api in transito


4) prolunghe esterne alari permettono di sostenere-far combaciare due mielari da dieci, da undici o da dodici superficie
------------------------------------

Su ognuno dei questi spazi separati, l’uno dall’altro di almeno quattro dita, si può ora intervenire comodamente, quantomeno con un scovolino, per pulitura bottiglie

---------------------------------------
La difficoltà della ricostruzione

è stata soprattutto quella di venire incontro e risolvere problemi “ sanitari” che diversamente sarebbero stati sanitariamente gravissimi ( muffe pericolose a non finire.).

Ne cito alcuni..
La griglia piglia polline era inchiodata-graffettata in modo che non si poteva proprio raggiungerla e pulire con nulla

e quindi tutte le briciole di polline che si spappolano durante lo svincolamento dell’ape tra la rete,
sarebbero rimaste sul posto e questo per l'intera stagione e mesi a seguire, nel laboratorio.

Noi l’abbiamo resa estraibile dal retro grazie ad apposite scanalature
-
Tutto ciò, ora, sembra facile , ma non fu così.
E’ occorso molto tempo.
Mezza giornata con l’intera falegnameria

occupata solo in queste nostre “storielle”:
e come si sa , nella vita poi, nulla, giustamente, deve essere dato in maniera gratuita.

Peggiorerebbe la specie..

Solo se si è testardamente affezionati alle api si possono portare a termine simili lavori, basati su moltissime svariate intersecazioni..
------------------

Come massimo di ferocia, per rapinare il polline, l’originale Sundance , aveva programmato ben due reti di attraversamento

Moltissime api , per la fatica decedevano mentre tentavano di superare anche quella sopra, ricadendo sulla prima;

restando lì dentro fin tanto che non si fosse deciso.. di “sfasciare” il tutto.
--------------------------------------------------------------------------------------
Vedi
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
La raccolta pollinica—Sei inaccettabili soluzioni

----------------------------------------------
Noi abbiamo logicamente scelto una sola rete per ”sfilare” polline,

e ciò per tempi ridotti, e a seconda della consistenza della famiglia..

Anche questa rete “strappa polline-corbicole,
ora, è soltanto puntinata e può essere staccata con facilità a fine stagione, o, anche prima, quando lo si ritenga

-----------------------------------

Termino con il giudizio megalomane che sono purtroppo solito esprimere

“ Quella descritta sopra è la Piglia polline più rispettosa delle api..

La più efficiente d’Italia, dell’Europa e del Globo intero!”

Esagerato?! Ma, no!!!
(a.p.)..
adolfope@tin.it - Mer Mar 03, 2010 2:31 am
Oggetto:
adolfope@tin.it ha scritto:
stefanoada ha scritto:
Ciao zio, non ti preoccupare, sono onorato dal fatto che usi miei post come vetrina, segno che evidentemente sono utili alla discussione/dialogo.

se sarai a Piacenza e se l'ernia uscita sabato mentre vangavo l'orto ( che idiota che sono) mi permetterà di venire, ti verrò sicuramente a cercare per conoscerti, a costo di girare per la fiera urlando ZIO!!! ZIO!!!

ciao stefano


---------------------------------
Ciao Tarzan ..Grazie ancora per la "vetrina"

Solo per condividere con simpatia questa e-mail giuntami da un apicoltore dell'Isola di Creta .

-----------------.


Buona giornata (a.p)

Per l’Amministratore, per lo staff del Forum,
che ringrazio e che so essere dotati per fortuna anche del senso dell’ironia, del buon umore..
Giuro loro che questa e-mail sarà integralmente da me erasa-rasa al suolo.. allo scadere delle 48 ore.
----------------------------


Ore 14,30 giovedì 4 marzo. Come promesso. E-mail decisamente personale, struggente, lacrimevole.. perfino per me. Ergo.. tolta volentieri
(a.p.)


Quote]
Gioacchino - Mer Mar 03, 2010 6:04 pm
Oggetto:
Citazione:

Per tre giorni, se tutto va bene, sarò, come ospite, progettista delle Pigliapolline e del Favo grande retinato per Confinamento regina,

allo stand Tassone, attrezzature apistiche;
stand piazzato, entrando, tutto sulla destra, in fondo.



Zio Adolfo può star certo che verrò a cercarla! Io sarò all'Apimell domenica Smile
apibio - Dom Ott 09, 2011 6:18 pm
Oggetto:
Forse per il polline si possono usare anche questi essiccatori......costano meno di quelli specifici......

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



saluti ApiBio
sirio - Mer Dic 07, 2011 9:38 am
Oggetto:
apibio poi hai potuto verificare se uno deglli essicatori da te postati è adatto anche per il polline, anche se per i costi non sono poi così diversi, da quello presente nel link del negozio on line, ovviamente prendendo in considerazione quello con timer
apibio - Gio Dic 08, 2011 6:39 am
Oggetto:
no..... non ne ho provato nessuno...... la stagione prossima inizio a fare polline........ anche se volevo congelarlo!!!!!
sirio - Lun Dic 12, 2011 11:18 am
Oggetto:
Ho sentito che congelandolo resta piu morbido, ma poi quando lo si unisce al miele con l'umidità come la mettiamo?
francesco_ar - Mer Dic 14, 2011 3:31 pm
Oggetto:
Non saprei sirio non ho mai provato comunque se lo unisci con l'acacia ci son poche probabilità di fermentazione...

Piuttosto domando a chi lo sa dove posso trovare le mascherine di plastica forate per la trappola pigliapolline quelle con le mensoline per far distendere il corpo dell'ape.
francesco_ar - Gio Dic 15, 2011 12:06 pm
Oggetto:
Citazione:
Piuttosto domando a chi lo sa dove posso trovare le mascherine di plastica forate per la trappola pigliapolline quelle con le mensoline per far distendere il corpo dell'ape.


Ho visto anche mascherine forate in plastica a forma di stella oppure la semplice rete rigida 4x4 mm.

Dicono che la migliore sia quella con la mensolina...Ma dove la vendono?
sapiens - Gio Dic 15, 2011 2:11 pm
Oggetto:
Dicono che i fori a stella causino troppi danni alle api, meglio quelli tondi (anche se rendono meno, vorrà dire che le terrai su di più) su enolapi trovi le griglie a fori tondi per le trappole , quelle che si mettono sotto il nido. vecchio
francesco_ar - Gio Dic 15, 2011 3:20 pm
Oggetto:
Grazie sapiens,

io cerco disperatamente quelli con la mensolina.
apibio - Gio Dic 15, 2011 7:53 pm
Oggetto:
ciao Francesco..... non ho capito bene cosa cerchi...... la trappola in foto???
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


alla com.pa e al pungilione ne hanno di vari tipi....
francesco_ar - Ven Dic 16, 2011 2:01 pm
Oggetto:
Siiii grazie apibio!

Cercavo quella...però la dovrò adattare alle arnie a cubo...senza portichetto!
boca - Mar Gen 10, 2012 8:20 pm
Oggetto: Conservazione del polline
Avete mai provato a conservare il polline tramite fermentazione come fanno le api?

In Italia probabilmente le api trovano abbastanza polline tutto l'anno, ma qui un po' di proteine farebbe molto bene in primavera. Pensavo di raccogliere il polline d'estate, conservare con fermentazione e ridarle in marzo.
sapiens - Mar Gen 10, 2012 9:03 pm
Oggetto:
puoi sempre congelarlo.

Non mi risultava il discorso della fermentazione.......
francesco_ar - Mar Gen 10, 2012 9:51 pm
Oggetto:
Io vedo che le api fanno scorte di polline per poi riutilizzarlo anche a distanza di mesi...e il congelatore non lo hanno!

Very Happy Very Happy Very Happy
raffo - Mer Gen 11, 2012 10:38 am
Oggetto:
francesco_ar ha scritto:
...e il congelatore non lo hanno!


Già per questo fanno fermentare il polline arricchendolo di enzimi e trasformandolo in quello che comunemente viene chiamato pane d'api, il polline tal quale non si conserverebbe Very Happy

@ boca non credo che riusciresti a controllare il processo di fermentazione come fanno le api, loro riescono (non chiedermi come) a indirizzare la fermentazione verso i batteri lattici noi con attrezzature domestiche più probabilmente avvieremmo una fermentazione da clostridi che potrebbero rendere il polline tossico.
Forse la soluzione migliore sarebbe quella suggerita da sapiens congelare il polline e renderlo in primavera lasciando che se lo fermentino loro.
francesco_ar - Mer Gen 11, 2012 10:59 am
Oggetto:
Ma se prelevi il favo col polline quando sei in preinvernamento dovresti già averlo fermentato e arricchito da enzimi dalle api quindi se lo conservi al freddo (anche non in freezer) si dovrebbe mantenere no?

Se infatti lo annuso non puzza e se lo assaggio è buono ma appena acidulo...
raffo - Mer Gen 11, 2012 11:01 am
Oggetto:
ovvio
francesco_ar - Mer Gen 11, 2012 11:13 am
Oggetto:
Thanks Very Happy
boca - Mer Gen 11, 2012 11:37 am
Oggetto:
Se si tratta di un paio di telaini, metti in un sacchetto di plastica e li congeli. Ma io voglio trovare un metodo senza congelatore. Se il polline non è opercolato si ammuffisce tutto.
Quest'anno provero farle opercolare telaini pieni di polline (
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
).
E proverò anche la fermentazione.
francesco_ar - Mer Gen 11, 2012 11:51 am
Oggetto:
Opercolare il polline Confused Confused

Dove conservo i telaini io non si ammuffisce fino alla primavera dopo non ho provato.
Anzi si ammuffisce con l'umidità se le api non coprono il favo col polline all'interno dell'arnia.

Io sapevo che il polline lo opercolano per non usarlo quando non è più buono tipo quando ci sono pesticidi...boh?
raffo - Mer Gen 11, 2012 12:12 pm
Oggetto:
Se ci fate caso le cellette di polline sono sempre piene solo per poco più della metà, questo perche per essere conservato un anno per l'altro le api lo ricoprono di miele e lo opercolano, così facendo eliminano il contatto del polline con l'aria e si conserva molto più a lungo.

@ boca se provi a fermentare il polline cerca di rendere l'ambiente leggermente acido e non assaggiarlo perchè se la fermentazione non va nel verso giusto potrebbe farti molto ma molto male
francesco_ar - Mer Gen 11, 2012 12:21 pm
Oggetto:
Io avevo letto questo articolo tempo fa:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Il discorso opercolatura con opercolo di cera probabilmente, come dice Raffo, è diverso.

Una curiosità: ma cosa si forma nel polline fermentato male di tossico per noi esseri umani?Botolino?


Il polline fermentato lo vendono anche:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

boca - Mer Gen 11, 2012 12:25 pm
Oggetto:
Per cominciare farò
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Non assaggiare? Non ce la farò. Sono troppo curioso.
raffo - Mer Gen 11, 2012 12:33 pm
Oggetto:
Esatto proprio il botulino, il quale con le sostanze proteiche ci va a nozze, a dirla tutta però essendo un batterio anaerobio è abbastanza raro che prenda il sopravvento su altri batteri la dimostrazione è che raramente si sente parlare di intossicazione da botulismo ma se succede e assaggi non lo racconti a nessuno poichè la dose letale è parecchio inferiore al milligrammo.
Un polline fermentato con la giusta tecnologia (come quello del link) non dovrebbe dare nessun problema, è anche vero che se ti muore un pesce rosso non è una tragedia Laughing
apesolitaria81 - Gio Gen 12, 2012 1:25 am
Oggetto:
raffo ha scritto:
Se ci fate caso le cellette di polline sono sempre piene solo per poco più della metà, questo perche per essere conservato un anno per l'altro le api lo ricoprono di miele e lo opercolano, così facendo eliminano il contatto del polline con l'aria e si conserva molto più a lungo.

@ boca se provi a fermentare il polline cerca di rendere l'ambiente leggermente acido e non assaggiarlo perchè se la fermentazione non va nel verso giusto potrebbe farti molto ma molto male


@ Raffo: Spiegami per favore il discorso dell'isolamento dall'aria....perché io credevo che il clostridium botulinum fosse anaerobio e che rinchiuso nella spora riesce a vivere anche in assenza di ossigeno...invece il discorso del ph acido mi torna Smile
sirio - Gio Gen 12, 2012 7:55 am
Oggetto:
il botulino prolifica in assenza di ossigeno, una volto presente in un alimento e inserito in un vasetto, resta inerte fino a quando gli altri batteri non hanno consumato l'ossigeno presente, poi lui comincia a svilupparsi/proliferare, inodore, insapore, ma mortale con pochi mg Shocked
raffo - Gio Gen 12, 2012 9:32 am
Oggetto:
apesolitaria81 ha scritto:
Spiegami per favore il discorso dell'isolamento dall'aria....perché io credevo che il clostridium botulinum fosse anaerobio e che rinchiuso nella spora riesce a vivere anche in assenza di ossigeno...invece il discorso del ph acido mi torna Smile


Forse mi sono espresso male per difendersi dalle fermentazioni indesiderate non solo quelle da botulino ma anche quelle butirriche e putrefattive in generale le api indirizzano la fermentazione verso la lattica (con formazione di acido lattico). Con questo sistema non si mettono però al riparo dai lieviti e dalle muffe che sono aerobie, quindi per evitare che il polline ammuffisca durante l'inverno lo ricoprono di miele eliminando il contatto con l'aria e si conserva fino alla primavera.
In poche parole fanno esattamente come facciamo noi per conservare le verdure noi acidifichiamo con aceto, loro con acido lattico noi mettiamo sott'olio loro sotto miele Very Happy
francesco_ar - Gio Gen 12, 2012 11:28 am
Oggetto:
Quante cose si imparano qui! Very Happy Very Happy
federico82 - Ven Mag 11, 2012 12:59 am
Oggetto:
Salve a tutti....io ho iniziato da tre giorni la raccolta del polline su due arnie per vedere come andava e ho notato che rimangono delle api agglomerate sotto l'arnia secondo voi e' normale? Le trappole sono quelle da mettere sul predellino della compa'.
francesco_ar - Gio Mag 24, 2012 9:35 am
Oggetto:
@federico: sì è normale, all'inizio vanno messe per qualche giorno senza griglia.

Una domanda: è risaputo che la raccolta pollinica rallenta l'importazione di miele.
Ora, in vista della fioritura del castagno qual'è la situazione ottimale per avere una discreta quantità sia di polline che di miele?

Siccome sto istallando una quarantina di trappole su casse in produzione...le altre le lascio stare.

E meglio tenere la trappola a giorni alterni, tre giorni consecutivi e poi toglierla o altre tempistiche? Oppure la lasciate per tutta la fioritura del castagno?
BrigantedelCrinale - Gio Mag 24, 2012 12:09 pm
Oggetto:
Lo zio alterna i giorni della settimana.... appena l'acacia finisce, cioè a brevissimo inserisco griglie e cassettini Rolling Eyes
Anch'io penso di fare 3/4 giorni a settimana, lasciando per comodità mia sabato e domenica senza raccolta.
BrigantedelCrinale - Gio Mag 24, 2012 12:11 pm
Oggetto:
raffo ha scritto:
apesolitaria81 ha scritto:
Spiegami per favore il discorso dell'isolamento dall'aria....perché io credevo che il clostridium botulinum fosse anaerobio e che rinchiuso nella spora riesce a vivere anche in assenza di ossigeno...invece il discorso del ph acido mi torna Smile


Forse mi sono espresso male per difendersi dalle fermentazioni indesiderate non solo quelle da botulino ma anche quelle butirriche e putrefattive in generale le api indirizzano la fermentazione verso la lattica (con formazione di acido lattico). Con questo sistema non si mettono però al riparo dai lieviti e dalle muffe che sono aerobie, quindi per evitare che il polline ammuffisca durante l'inverno lo ricoprono di miele eliminando il contatto con l'aria e si conserva fino alla primavera.
In poche parole fanno esattamente come facciamo noi per conservare le verdure noi acidifichiamo con aceto, loro con acido lattico noi mettiamo sott'olio loro sotto miele Very Happy


interessantissimo!
Grazie mille raffo
francesco_ar - Gio Mag 24, 2012 1:01 pm
Oggetto:
Citazione:

Lo zio alterna i giorni della settimana.... appena l'acacia finisce, cioè a brevissimo inserisco griglie e cassettini
Anch'io penso di fare 3/4 giorni a settimana, lasciando per comodità mia sabato e domenica senza raccolta.


Grazie brigante, anch'io per ora le ho lasciate per 3/4 giorni e poi tolte...toglierle e metterle a giorni alterni è da immattimento.

Già che devo togliere il polline tutti i giorni...ci manca anche che debba alternarle Smile Smile

Riesce male misurare la differenza effettiva di importazione di miele con o senza trappola perché le famiglie sono eterogenee come anche le giornate sono diverse.
EliaRox - Dom Mag 27, 2012 7:33 pm
Oggetto:
ragazzi io ho una trapola a cassettino e 4 cassette... con 1 famiglia e 3 nuclei posso mettere solo la trappola sulla famiglia? o creo problemi? pensavo di metterla domani mattina alle 6.00 e toglierla alla sera ..e toglierla mercoledi.. ovviamente alla sera svuoto il cassettino con il polline...
altra cosa fa niente se quella famiglia sta in un arnia trasparente? le api si orientano o entrAno nella altre cassette? cosa mi consigliate di fare? mi faccio troppe pippe mentali?
se creano una nuvola di api fuori che devo fare?
Franz - Dom Mag 27, 2012 8:04 pm
Oggetto:
Per quel poco che ne so, se le cassette sono vicine bisogna mettere la trappola a tutta la fila, diversamente tante api entreranno nell'arnia senza.
EliaRox - Dom Mag 27, 2012 8:45 pm
Oggetto:
le casse le ho distante 2 cm l'una dall'altra... quindi non posso solo a quella? cavolo che sfiga..
Franz - Dom Mag 27, 2012 9:06 pm
Oggetto:
Peró avendo solo 4 cassette, potresti spostarne una (dove inserire la trappola) di 1 mt, penso potrebbe bastare. Spostala di 30 cm( c'è chi dice anche 50) al giorno! E in tre giorni sei apposto!
EliaRox - Dom Mag 27, 2012 9:16 pm
Oggetto:
ehh ma il problema che non posso sciftarle o mandarla avanti perchè il terreno scende.. ed è fatto a terrazze.. mi verrebbe difficile...molto direi..
Franz - Dom Mag 27, 2012 11:34 pm
Oggetto:
Io intendevo lateralmente. Cmq modifica i predellini delle altre e le metti a tutte.
EliaRox - Lun Mag 28, 2012 6:33 am
Oggetto:
Cavolo mi e'difficile su tutte!!! Ho fatto una lrova a metter la trappola!!! Le api escono...ma manco una riesce ad entrare..l'ho tenuta su 15 minuti..poi l'ho tolta!!!nemmeno un ape e' entrata!!!!!! Ma andra bene!!! Boo.oggi mi informo come si comportano le vostre api..al massimo domani la rischii e la metto su!!!
Franz - Lun Mag 28, 2012 8:09 am
Oggetto:
Prova a mettere la trappola senza rete per un paio di giorni, così che si abituano e poi inserisci la rete.
BrigantedelCrinale - Lun Mag 28, 2012 2:25 pm
Oggetto:
Franz ha scritto:
Prova a mettere la trappola senza rete per un paio di giorni, così che si abituano e poi inserisci la rete.


Ok così Smile
EliaRox - Ven Giu 01, 2012 6:30 am
Oggetto:
Fatto ieri ho raccolto un poco di polline!!!pochi grammi...l'ho congelato....e per un po lo raccolgo che poi quest inverno facccio il candito.
BrigantedelCrinale - Ven Giu 08, 2012 8:00 am
Oggetto:
Ho dovuto togliere le trappole,
le api stavano attaccando chiunque anche a 50 e passa metri dalle arnie,
dopo due settimane di punture a chiunque fosse in zona e un nervosismo eccessivo delle stesse,
comprendo la difficoltà data dalle trappole per entrare uscire ma non avevo mai saputo di casi come questo.....
vi è mai capitato?
Sarà il periodo?
Ieri sera mi han seguito inca...... fino alla macchina dove mi sarei tolto la tuta e alla fine son dovuto andar via scafandrato!! Surprised
Kross - Ven Giu 08, 2012 8:52 am
Oggetto:
Brigante, hai le api sul castagno?
Ho già sentito dire più volte che le api sul castagno diventano, in genere, più irritabili del solito...se le hai sul castagno, può anche darsi che non sia colpa delle trappole, quindi.
filippo - Ven Giu 08, 2012 9:20 am
Oggetto:
Secondo me sono anche le condizioni atmosferiche.Qui a Lecco c'è afa e minaccia continua di temporali.Ieri ho dato un melario e appena ho sollevato quello pieno mi sono saltate addosso.Mi hanno pure punto.
BrigantedelCrinale - Ven Giu 08, 2012 10:27 am
Oggetto:
Niente castagno (che sarà in gran ritardo quest'anno), ma millefiori in abbondanza, riportano di tutto, dal Rovo alle fioriture di campo abbondantissime.....
Il tempo è perfetto, non sono sicuramente le condizioni meteo.
In questi anni è capitato di tutto, dalla siccità alla carestia nettarifera.... ma non mi era capitato mai di vederle così aggressive.
Sicuramente influiscono le trappole,
messe quelle e viste le anomalie,
vedremo se nei prossimi giorni si tranquillizzano dopo che le ho tolte....
francesco_ar - Ven Giu 08, 2012 11:19 am
Oggetto:
Io invece non vedo tutta questa agitazione.

Anzi ieri mi ero dimenticato i guanti e ho operato su qualche cassa senza guanti senza prendere nemmeno una puntura. Però ho operato più lentamente.

Attualmente ho una trentina di casse con la trappola davanti.

Le mie stanno importando millefiori. Il castagno è lì lì per fiorire.
BrigantedelCrinale - Ven Giu 08, 2012 4:42 pm
Oggetto:
francesco_ar ha scritto:
Io invece non vedo tutta questa agitazione.

Anzi ieri mi ero dimenticato i guanti e ho operato su qualche cassa senza guanti senza prendere nemmeno una puntura. Però ho operato più lentamente.

Attualmente ho una trentina di casse con la trappola davanti.

Le mie stanno importando millefiori. Il castagno è lì lì per fiorire.


Guarda Francesco mi metterei a piangere dopo la vita che ho fatto per fare le trappole.....
francesco_ar - Ven Giu 08, 2012 4:58 pm
Oggetto:
Perché, scusa se te lo chiedo? Ti sei dannato?

Io le ho prese già fatte a 15 EUR + iva l'una complete e già montate.
Franz - Lun Giu 18, 2012 9:22 pm
Oggetto:
Una domanda a tutti, in particolar modo a Sapiens, che ho saputo, da fonte certa Very Happy conosce molto bene i vari tipi di polline. Dove posso trovare qualche link o altro dove posso risalire dal colore del polline al fiore dove è stato raccolto?

In questi giorgine ho raccolto un pó e i colori variano dal Bordeaux, al verde scuro, passando Per il grigio, fuxia, il classico giallo etc..
Silvia Marchiol - Lun Giu 18, 2012 10:10 pm
Oggetto:
La fonte certa Embarassed spera di non far brutta figura...
sapiens - Lun Giu 18, 2012 11:33 pm
Oggetto:
Ciao franz devo ammettere che non ho mai trovato un link che trattasse il tema pallottoline. Per questo stavo cercando di fare io un lavoro del genere anche se per allargare il database ci vorrebbe un tipo meno stantio....ehm cioè Mr. Green meno stanziale quale sono io.

Ad esempio il polline fucsia (sarebbe il magenta?) non l'ho mai visto probabilmente perchè nella mia zona non vi sono le piante che lo danno, come non ci sono molte altre piante.

L'unica fonte trovata dove oltre alle foto dei pollini parla(anche se non sempre) dei colori delle pallottole è un libro quasi introvabile " flora apistica italiana di persano oddo e ricciardelli d'albore"

Sono riuscito a trovarlo in rete tempo fa e mi è costato quasi un centone azz

Una possibilità è spedirmi le pallottoline incriminate (e mi faresti un piacere) e potrei provare a confrontare il polline contenuto con foto a mia disposizione.

Purtroppo il mio lavoro va a rilento a causa dell'immane lavoro nell'azienda.....e il tempo passa..........inesorabile. Sad

Ciao
francesco_ar - Mar Giu 19, 2012 8:56 am
Oggetto:
Ciao Franz io ti posso scrivere che in questi giorni sto raccogliendo molto polline; il mio è composto da questi colori:

- rosso scuro tendente al nero (quando è nei favi) / nero è papavero;
- giallo oro è castagno;
- rosso è ginestra / fiori di maggio;
- fucsia non saprei di preciso (forse veccia (vecia sativa) oppure falso indaco (amorpha fruticosa );
- quello grigiastro/verdolino molto probabilmente di rovo / mora
- arancione ??? boh? Illuminatemi!
Franz - Mer Giu 20, 2012 8:28 am
Oggetto:
Quello Fucsia ho scoperto che potrebbe essere di cardo, che qui si trova.


@SAPIENS: il polline potrei spedirtelo, peró io lo congelo e non so come essiccarlo. Se hai qualche idea..provvedo.
Franz - Mer Giu 20, 2012 1:32 pm
Oggetto:
Francesco una domanda: ma tu le trappole le metti anche alle arnie in produzione? Se si di quanto rallenta la produzione di miele? E quanto gg le tieni?
Io le metto solo alle arnie che non sono in produzione e solo il sabato e la domenica per non rubargliene troppo?
francesco_ar - Mer Giu 20, 2012 1:55 pm
Oggetto:
Le metto esclusivamente a quelle in produzione e a quelle più belle.
Ieri da qualche famiglia ho tolto a occhio e croce circa 3 etti e il resto circa 100 /200 grammi...

Metto la griglia per due giorni sì e uno no e così via alternando in due apiari altrimenti immattisco.

Il polline lo raccolgo ogni 2 giorni, lo congelo subito per 5 o 6 giorni e poi lo essicco a 30° circa. Infine lo pulisco e lo metto nei secchielli da 25 kg di miele.

Qualcosa rallenterà (ma veramente poco) di produzione di miele ma per me non è visibile a occhio dato che le famiglie di un apiario hanno 2/3 di melaro già riempito e ho messo il 2° dopo aver smelato circa 10 giorni fa il millefiori.

Anche se ipoteticamente avrei un kg di miele in meno a famiglia non mi importa rispetto al polline.

Inoltre non intaso massivamente il nido col polline...anche se nel giorno in cui le tolgo tendono a intasare visto ieri con i miei occhi durante una visitina veloce ai nidi.


Ci sono cupolini ma vuoti. Le famiglie sono bellissime!


PS: Che rabbia quando le api si infilano nel cassettino del polline eh?? E i fuchi che nonostante i fori laterali non a cono sostano davanti!!!!!!

@Brigante: le api non sono agitate, strano...col castagno di solito lo sono.... per togliere il polline ieri mi sdraiavo davanti alle arnie senza che mi ronzassero intorno (naturalmente avevo la tuta).
Franz - Mer Giu 20, 2012 2:58 pm
Oggetto:
si è vero le api che si infilano nel cassettino fanno perdere un pó di tempo, peró hanno anche ragione...gli rubiamo il polline!


Quindi tu su 7 giorni alternando 2 si e 1 no, tini la griglia per 5 giorni. Io solo due, quindi potrei aumentare a 3 gg. Un' ultima domanda, come mai metti le trappole esclusivamente alle arni forti e non alle deboli?
Fabrizio - Sab Giu 30, 2012 6:45 pm
Oggetto:
Francesco , arancione = tarassaco

non sapevo cosa fosse quello grigio , ora lo so Very Happy

ho una famiglia che immancabilmente , tutti i giorni , mi riempie il cassettino ( anche se sul castagno ha mollato un po' ) . Ora non avendo tutti noi le stesse trappole è difficile capire se è quella famiglia che produce molto o le altre che producono poco confrontando con le vostre produzioni .

Io ho le trappole in plastica , gialle con il tettuccio e il cassettino marroni . qualcuno le ha ?
Franz - Dom Lug 01, 2012 8:59 am
Oggetto:
Eccetto la griglia io me le sono autocostruite. Ho modificato il predellino con la rete, e messo il cassettino sotto. Funzionano bene. Sabato scorso con 13 trappole ho raccolto si e no 100 -200 gr, una miseria. Probabilmente il caldo ha seccato tutto, perchè l'ultima volta feci 700 gr con 6 famiglie.
filippo - Lun Set 24, 2012 11:04 pm
Oggetto:
Ciao ragazzi.
è vero che mangiare troppo polline può creare stati d'ansia o uno stato di sovraeccitazione?
francesco_ar - Dom Set 30, 2012 10:03 am
Oggetto:
Ho un cliente che non mi prende più il polline perché gli da agitazione ed eccitazione...
Quando mi ha rivisto mi ha detto: ma che mi hai dato la d roga?

Quindi molto probabilmente è vero ma è molto soggettivo.
Franz - Dom Set 30, 2012 2:27 pm
Oggetto:
Io so che il polline viene usato anche per "contro" l'ansia. Strano che dia eccitazione.
filippo - Sab Gen 19, 2013 9:05 pm
Oggetto:
qualcuno di voi vende raccoglie polline?

riesce anche a venderlo?

Grazie
sirio - Lun Gen 21, 2013 8:44 am
Oggetto:
ciao filippo, io personalmente nò, ma il mio mentore si, e lo vende, anche, il prezzo è di 28 euro kg se non ricordo male, quest'anno ne vorrei fare anch'io un pò ma principalmente per uso personale, come per il miele, bisogna educare il consumatore allutilizzo del prodotto, di conseguenza ne avremo prima in surplus, poi ne rimarremo senza Laughing Laughing Smile Wink
davidesv - Lun Gen 21, 2013 10:31 am
Oggetto:
Io lo produco in quantità modeste per ora. Voglio prima vedere sesi riesce a vendere. Devo dire che in effetti non gli sto facendo molta pubblicità e quindi non se ne vende se non a vchi già lo conosce. Abbiamo pensato che fosse comuqnue utile inserire il polline sulla brochure così da informare un po il cliente.
Penso che preprarerò dei campioni da 20gr e lo regalerò a chi prendere una certa quantità di miele.
andreabs - Gio Set 12, 2013 3:37 pm
Oggetto:
Scusate una cosa veloce... mi sono documentato poco sul polline, ma mi piacerebbe provare.

Però mi pare di capire che si possa raccogliere solo se si presidia con continuità l'apiario. Sad
Sembra che non possa funzionare bene per chi, come me, può andarci una volta a settimana.

Giusto?
Oppure ci sono soluzioni anche per questo?

Grazie.
sirio - Gio Set 12, 2013 5:49 pm
Oggetto:
dipende tutto dal tipo di trappola che usi Smile
andreabs - Gio Set 12, 2013 7:30 pm
Oggetto:
si però mi sembrava di capire che se piove non esistono trappole che garantiscono che il polline non si bagni... da qui il mio dubbio.
il moltiplicatore - Gio Set 12, 2013 9:06 pm
Oggetto:
Il polline è umido anche se non piove, io non raccoglierei settimanalmente, qualsiasi tipo di trappola .
cris1 - Ven Set 13, 2013 8:49 pm
Oggetto:
Per sua natura essendo umido va incontro a deterioramento, al limite un giorno si e uno no.
Le api quando lo immagazzinano lo rivestono con un velo di miele che ne impedisce il contatto con l'aria, mentre noi possiamo congelarlo o essiccarlo.
biettaman - Mer Apr 02, 2014 7:11 pm
Oggetto:
Salve a tutti, quest'anno vorrei provare anch'io, mi sono costruito una 15ina di trappole tipo Metalori e mi chiedevo, quando è il momento "giusto" per metterle... calcolando che sono sull'appenino tosco-emiliano a 600m slm e che ho livellato le casse su 4/5 tel di covata...
sirio - Gio Apr 03, 2014 7:03 am
Oggetto:
il momento migliore è quando c'è importazione, ma ricordati che non bisogna lasciare le trappole selle famiglie per più di 3 giorni, in modo che abbiano la possibilità di accumulare anche per loro e per non stressarle troppo, qui il polline migliore lo facciamo prima dell'acacia, tu guarda quando hai più varietà floreali, in fioritura Smile
Silvia Marchiol - Gio Apr 03, 2014 8:41 pm
Oggetto:
Non è che se ci sono su le trappole non riescono ad accumularlo anche per loro, ne vanno a raccogliere di più (a discapito del nettare) per avere comunque la giusta scorta, ma anche a me fa "impressione" tenerle su tanti giorni di fila, poi io ne consumo poco e vedrai che se ne raccoglie anche un vasetto al giorno per arnia! Io in Piemonte lo raccolgo a luglio.
cris1 - Gio Apr 03, 2014 8:51 pm
Oggetto:
Se non ricordo male Aldo Metalori dopo l'acacia le tiene per tutto il raccolto e dice di fare un sacco di miele.
sirio - Mar Apr 08, 2014 2:13 pm
Oggetto:
scusate ragazzi qualcuno sa le quotazioni del polline fresco? grazie
biettaman - Mar Apr 08, 2014 9:05 pm
Oggetto:
Quando ho preso le trappole a Lazise, quello del Pungiglione, parlava do 40€/kg, polline fresco congelato in sacchetti da 200g.
cris1 - Mar Apr 08, 2014 9:32 pm
Oggetto:
Sapevo anch'io quel prezzo.
Ma alla fine quanti giorni tenete le trappole?
biettaman - Mar Apr 08, 2014 10:36 pm
Oggetto:
Visto che ci sono pareri molto discordanti penso che mettero trappole alla età delle casse, faccio il confronto con quelle senza e se vedo che qualcosa non va le tolgo
sirio - Mer Apr 09, 2014 7:51 am
Oggetto:
ok grazie, per la dritta, io le trappole le lascio 3 giorni e poi le tolgo, ieri nel toglierne una ho trovato molte api morte sul predellino, davvero tante, credo che sia stata la bassa circolazione di aria, ora devo modificare un po le mie trappole e poi riprovare, comunque credo che faro 3 giorni di posizionamento a settimana Smile
sirio - Mer Apr 09, 2014 7:52 am
Oggetto:
ma scusa ancora una cosa quel prezzo è al pubblico? perché ho visto vendere la stessa quantità a 15 euro ohhhh Shocked
frale2005 - Mer Apr 09, 2014 5:31 pm
Oggetto:
Le trappole le mettete sulle famiglie già ben sviluppate? Grazie
sirio - Mer Apr 09, 2014 5:49 pm
Oggetto:
si quelle più forti
biettaman - Mer Apr 09, 2014 7:58 pm
Oggetto:
Forse mi son spiegato male: mi diceva 40 €/kg, e vendeva i sacchetti da 200g a 8€ (fresco congelato). Mi tengo a quelle cifre perchè nella mia zona sitrova praticamente solo essiccato (al quale sono contrario).
samir - Mer Apr 09, 2014 8:25 pm
Oggetto:
anche io sto producendo un po di polline e il mio dilemma è perlappunto il prezzo a cui venderlo!Lo venderei congelato...X SIRIO: 15€ 200gr?
sirio - Gio Apr 10, 2014 8:20 am
Oggetto:
si samir ci son rimasto Shocked azz non riuscivo a credere ai miei occhi, guarda qui in fondo alla pagina
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
, ma la cosa più bella è l'ultima frase dell'elenco puntato appena sopra il link del prezzo, leggete e fatevi due risate :p;
samir - Gio Apr 10, 2014 8:31 am
Oggetto:
Ahahahah ragionevolissimo! Va be che è un gran prodotto ma mi sembra veramente uno sproposito! Bo io questa sera devo vendere il mio primo sacchettino di polline Very Happy Very Happy ..... pensavo 8€ 250 gr....dite che può andare?
samir - Gio Apr 10, 2014 8:33 am
Oggetto:
All' ingrosso(vedi osservatorio naz. miele) quello congelato supera sempre i 20 € kg
sirio - Gio Apr 10, 2014 9:17 am
Oggetto:
ma io mi terrei sui 40 al kg, penso che sia un prezzo ragionevole visto comunque il lavoro fatto da noi e dalle api, per pulire 130 grammi di polline mi ci è voluta più di un ora Smile
samir - Gio Apr 10, 2014 10:19 am
Oggetto:
Un ora per 130 gr? ma scusa quanto sporco c'era? io con le trappole quarti raccolgo polline quasi perfetto con pochissime impurità!a pulirne 3 etti ci tengo 5 minuti massimo!Devo dire che, svuoto i cassettini 2 v. al giorno e ho fatto un aggiunta a questa trappola costruendo un apposito cassettinpo dove va a finire il polline; cmq un ora per 130 gr è di sicuro troppo! Riguardo al prezzo 40 € al chilo mi piace come idea azz azz Mr. Green Mr. Green
Bisognerebbe sentire il parere di francescoar che produce molto polline a quanto ho letto!!A quanto lo venderà lui?? Sarebbe bello che ci postasse anche delle foto delle sue trappole per le arnie a cubo... Le trappole quarti van bene solo per le casse col portichetto... Forza Francesco illuminaci!(se hai tempo frusta )
sirio - Gio Apr 10, 2014 10:32 am
Oggetto:
be non è poi cosi sporco, e che io lo faccio davanti alla tv, nel momento di pubblicità, pero qualche zampina la trovi, qualche semino, e poi sono pignolo, ne metto pochi grammi per volta nel piatto e controllo, pulisco, ricontrollo, ripulisco, e poi lo metto nel contenitore pulito, le trappole sono autocostruite, e devo dire che funzionano bene, nessuna modifica alle arnie Smile
samir - Gio Apr 10, 2014 10:46 am
Oggetto:
Ma pensavo si autocostruirmene qualcuna anche io ma adesso non ho ne tempo ne la testa per farlo...mi arrangerò con le quarti per adesso! Cmq se hai voglia di postare una foto delle tue gli do un occhiata volentieri:)
sirio - Gio Apr 10, 2014 11:47 am
Oggetto:
vedremo il progetto è riservato Very Happy Mr. Green
samir - Gio Apr 10, 2014 9:51 pm
Oggetto:
Allora....quando lo brevetterai fammi un fischio Wink
apibio - Dom Apr 13, 2014 7:18 pm
Oggetto:
c'è chi lo vende a 60 euro il kg......ma in barattoli di vetroda 100 g e congelato
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


domanda ai più esperti..... ad una lezione Metallori diceva di raccoglierlo massimo ogni 3 giorni..... e cosi vorrei fare..... troppi giorni????
sirio - Lun Apr 14, 2014 8:30 am
Oggetto:
ma a me han sempre detto di raccoglierlo ogni giorno, per evitare assorbimento di umidità, e fermentazione, ma io non uso trappole metalori, Smile
biettaman - Lun Apr 14, 2014 6:45 pm
Oggetto:
Avevo letto che per trappole frontali e da fondo max 3 gg (se piovesse toglierlo il prima possibile) mentre per quelle da soffitta (che non ho mai avuto il piacere di vedere) si poteva aspettare anche una settimana.
apibio - Lun Apr 14, 2014 10:38 pm
Oggetto:
fatto!!! con 6 arnie lasciando 3 giorni le trappole ho raccolto 1250 grammi di polline!!!
SimonE - Lun Apr 14, 2014 11:26 pm
Oggetto:
ragazzi mettete delle foto delle vostre trappole, sono curioso
biettaman - Dom Mag 11, 2014 3:26 pm
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB