apicoltura

Tecniche apistiche - come stanno le api ora?

samir - Mar Set 27, 2011 10:03 am
Oggetto: come stanno le api ora?
ciao ragazzi,vi chiedo di scrivere in che stato si trovano ora le vostre api: covata/scorte/quantità di api/telai occupati e ovviamente VARROA!stanno avendo una buona ripresa autunnale?state ancora trattando? come giudicate la stagione? ovviamente se non è gia specificato indicate la zona in cui avete gli apiari.

partiamo da me: diciamo che tirando le somme non sta andando male anche se pur essendo partito con cariche oserei dire bassissime di varroa acuni alveari a fine estate eran molto infestati.su di essi i trattamenti con sublimato ripetuto ogni 4 gg ha evitato il collasso ma non che le famiglie si restringessero..ora su 5/6 (se si riprendono bene..se no le accoppio).le famiglie che durante l'anno eran piu deboli o han sciamato o han passato periodi di orfanità, ora son le piu belle e han avuto una minore caduta di varroa. i nuclei formati durante l'anno risultan belli e popolosi, la maggior parte son nel polistirolo e occupano 5/6 favi, alcuni troppo vigorosi li ho travasati nelle casse ed ora son su 7/8 favi, 3 nuclei stentano un po' a causa di regine di scarsa qualità e son su 4 favi circa con solo 2 di covata(verranno riuniti). le scorte in generale ci sono in buona quantità...tutto miele "nuovo". son partito a marzo con 4 famiglie e 14 nuclei....ed ora tra nuclei e famiglie son 46! sicuramente non li invernerò tutti in quanto sarò obbligato a varie unioni...penso di invernarne 35/40...nel polistirolo le inverno su 5/6 favi, nel legno min 6 favi max 9.
Bedol75 - Mar Set 27, 2011 12:14 pm
Oggetto:
io sono partito tardi... Fine aprile ho acquistato 2 nuclei su 6 favi... Ora ho 2 famiglie strette su 6 favi (4 covata + 2 scorte) e 2 nuclei in polistirolo. quello fatto a fine giugno è su 5 favi (3 covata + 2 scorta) il 2do fatto ai primi di agosto è su 4 favi (3 covata + 1 scorta). Il 2do nucleo ho ancora molta covata fresca, quindi spero in una ripresa prima del blocco di covata. In + sono riuscito a produrre anche 6 kg di miele di castagno; sono molto soddisfatto visto ke ho posizionato la famiglia tardi in castagneta. Il 2do nucleo è nato proprio lì. Complimeti samir x la tua duplicazione !!! Laughing Laughing
francesco_ar - Mar Set 27, 2011 1:48 pm
Oggetto:
Le arnie le ho popolate mediamente su 6 telai spaziomussi (in teoria dovrebbero essere 9 telai nido DB standard = 6 * 1,5).

La mattina presto con temp. di 13° vedo la massa fuori dal predellino quindi dentro hanno un po' caldo.

La covata è drasticamente ridotta in media su 3 favi ma completamente pieni di covata a parte la corona superiore di miele che è ancora piccola. Poi considerando che ho lo spaziomussi prima di covare su un nuovo favo le api ci pensano 2 volte (e a me in questo periodo va anche bene).

L'anno scorso questo mese era più freddo ed erano più ferme.

Scorte abbondanti anche se ora importano poco.
Franz - Mar Set 27, 2011 1:56 pm
Oggetto:
Qui covata ridotta a 4-5 favi e molto poco estesa, tra un mese andranno in blocco.
Le scorte sono abbondanti.
ANTONIO - Mar Set 27, 2011 2:45 pm
Oggetto:
Le mie sono così tripartite:
- alcune famiglie sono fortissime che pare primavera con covata su tre favi su tutte le facce e scorte su almeno quattro favi infatti non riesco a stringerle oltre. Raccolgono tantissimo.
- alcune sono in netta ripresa con regina che è ripartira da due settimane e schiuse che finalmente sono ripartite. Raccolgono vigorose.
- le restanti, poche per fortuna, si sono riprese molto male dal blocco di covata con relativo gocciolato, ma le loro regine hanno ripreso fortunatamente da una decina di giorni anche se con lentezza e covata poco uniformemente distibuita. Irregolare. Poche scorte avendo anche subito saccheggi. Le ho alimentate con sciroppo 1:1 e poi con miele. Fortunatamente sono in ripresa.

In tutte le famiglie non vedi più api con ali deformi, pocchissima Varroa o nulla nei vassoi ma praticamente tutta morta.

Quest'anno mi fa ben sperare, che dopo i primi freddi, il loro blocco naturale e il gocciolato, spostandole al Sud e sperando in una forte ripresa
francesco_ar - Mar Set 27, 2011 3:01 pm
Oggetto:
Citazione:
Raccolgono tantissimo

Cosa raccolgono?

Non è un po' presto per stringerle specie se ti raccolgono tanto? A meno che tu non voglia produrre ancora miele!

Citazione:
Le ho alimentate con sciroppo 1:1 e poi con miele


Ma quanta nutrizione hai dato? Non è che ti imballano i nidi?
ANTONIO - Mar Set 27, 2011 3:34 pm
Oggetto:
Citazione:
Cosa raccolgono?
Non è un po' presto per stringerle specie se ti raccolgono tanto? A meno che tu non voglia produrre ancora miele!


Le avevo strette per lasciar loro coprire tutti i favi e fino a dieci giorni fa non dimentichiamo che al nord era venuto abbastanza freddo.
Cosa raccolgano non sò dirlo con esattezza ma sicuramente c'è erba medica e poi dei fiorelli di campo con polline giallo.
Non voglio produrre miele quest'anno reduce dall'esperienza dell'anno passato: mi basta che si rinforzino e svernino al meglio.

Citazione:
Le ho alimentate con sciroppo 1:1 e poi con miele
Ma quanta nutrizione hai dato? Non è che ti imballano i nidi


Coi freddi di quelche settimana fa, le avevo alimentate con sciroppo 1:1 per stimolare le regine alla deposizione, ma non consumandolo, lo buttai e lo rimpiazzai con del miele che prontamente consumarono.
Non fu molto l'alimentazione: sciroppo appena 0.5l a famiglia ma ripeto che non lo toccarono e di miele altri 0.3 a famiglia.
Ora ho sospeso da una settimana circa la loro alimentazione e i favi esterni sono pieni di miele.

Francesco sai che non mi ergo a esperto, anzi, espongo la mia esperienza in base ai consigli del mio socio apicoltore e sono pronto a critiche.
francesco_ar - Mar Set 27, 2011 3:38 pm
Oggetto:
No Antonio non erano critiche erano domande di pura curiosità!

A quanto pare dai tuoi post sembra che la forte ripresa l'abbiano già avuta. Very Happy
ANTONIO - Mar Set 27, 2011 5:01 pm
Oggetto:
Bhè le deboli della stagione sono diventate potentissime tanto che una regina in particolare, come avevo fatto notare in altro topic, deponeva mentre la visitavo.
Le altre sono in netta ripresa ma staccate abbastanza.
(Vediamo se alla curva delle "Acque Minerali" raggiungeranno il leader della corsa Laughing )

Affatto prese come critica le tue domande, o semmai le intendevo in maniera costruttiva. Lo sai che ti stimo molto.
stefanoada - Mar Set 27, 2011 5:14 pm
Oggetto:
Mi sa tanto che quella delle acque minerali, non la capiscono tutti....anche perchè da troppo tempo ci impediscono di seguire quell' evento... Very Happy
Anonymous - Mar Set 27, 2011 5:23 pm
Oggetto:
Situazione al 27/09/2011.

5 arnie da 12.

3 Famiglie originali da marzo
- 2 su 12 telai completamente coperti di api, ottime scorte ed importazione buona, soprattutto di polline, 1 delle due (la più produttiva in miele) ha ancora un melario che stanno pian piano svuotando, le temperature ancora sono buone, devo toglierlo prima del freddo.
- 1 su 6 telai, 3 da costruire, causa orfanità non vista in tempo, agito male ed in ritardo (esperienza, tutta esperienza), così hanno dovuto sopportare e combattere contro camola della cera prima (3 telai completamente infestati più 2 del melario), saccheggio latente ma non violento poi. Le tengo sotto osservazione. Sono la famiglia che più era in forze prima dell'acacia, probabilmente hanno cambiato la regina del 2010 senza sciamare (o se lo hanno fatto non le ho viste) senza successo, regina non vista ma covata di qualche settimana esistente, anche se poca, 4-5 celle reali vuote.

2 Sciami recuperati prima di acacia, uno in arnia trasparente sul lato posteriore, tutti e due su 12 telai, ottime scorte sia di miele che di polline.

NESSUN TRATTAMENTO E NIENTE VARROA (io non ne ho vista, neanche dentro le covate da fuco a stadio avanzato, quando gli occhi sono viola).
mdn75 - Mar Set 27, 2011 8:14 pm
Oggetto:
io ho 4 famigli e un nucleo su 5 favi .
prima dei trattamenti estivi (4 clicli di apilivar seguiti da un acido ossalico gocciolato )
avevo le famiglie che avevano un carico di varroa tale da contare anche piu' di 20 varroe sul fondo da un giorno all' altro . Ora ,in attesa del trattamento invernale, la caduta e' mediamente di una al giorno e le famiglie mi sembrano tutte sane ( sono sparite le api con ali deformi ).
mi preoccupano due famiglie che hanno poche scorte e non so da qui all' invernamento cosa potranno ancora raccogliere.
nel complesso la covata è leggermente diminuita
saluti
apepigna - Mar Set 27, 2011 8:43 pm
Oggetto:
io ho già perso alcune famiglie... doppio muro
tonino - Mar Set 27, 2011 11:29 pm
Oggetto:
Io ne ho 9. Ne ho persa una per camola (causa assenza per ferie) ed una per saccheggio violento.
Ora ne ho una dove non riesco ad abbassare la varroa, le altre hano carica bassa o nulla, scorte abbondanti e popolazione adeguata. Una è in una situazione strana. 15gg fa aveva 9 telai di covata. Poi quasi nulla, pochissima covata e telai quasi vuoti. Importazioni abbondante.
silvano68 - Mer Set 28, 2011 8:36 pm
Oggetto:
Ho due apiari con una quindicina di famiglie ciascuno. Quest' anno ne ho trattato uno con blocco di covata e apibioxal gocciolato, con AOS l' altro. Ho bloccato il primo il 17 luglio, ho liberato e gocciolato il 10 agosto. Il secondo l' ho sublimato col sublimox a distanza di tre giorni a partire sempre dal 17 luglio fino a meta' di agosto (in qualche famiglia piu' bisognosa fino ai primi di settembre).
Dopo il 10 di agosto per un mese ho inoltre somministrato sciroppo di zucchero molto diluito per stimolare la deposizione.

Ieri ho fatto un trattamento di controllo col sublimox su tutte le famiglie. Il blocco di covata sembra essere stato piu' valido, in quanto sono cadute in media una decina di varroe, contro la cinquantina di media dell'apiario AOX (sul quale ho deciso di continuare a sublimare).

L' apiario trattato con AOX ha inoltre presentato una mortalita' di larve a tutti gli stadi degna di nota, nonche' un' alta percentuale di famiglie con covata calcificata (alla quale ho poi sostituito le regine).

Le famiglie tutto sommato non sono male, certo le piu' pulite sono le piu' popolate e piene di scorte rispetto alle altre.

Per l' anno prossimo blocco di covata!
davidesv - Mer Set 28, 2011 9:11 pm
Oggetto:
2 famiglie e 2 nuclei persi... va beh.
48 colonie belle potenti...
Titto - Mer Set 28, 2011 10:13 pm
Oggetto:
Io ho 15 famiglie grosso modo nella stessa situazione e piu precisamente mediamente su 8 favi con 4 di covata e scorte non proprio abbondanti, sto nutrendo con sciroppo 1:1 da 3 settimane e tra una settimana mettero candito (sono a 800 m e la notte la temperatura inizia a scendere). Carico di varroa quasi annullato con sublimato ogni 6 giorni per 6 trattamenti. Spero di superare l'inverno senza perdite come l'anno scorso. Oh! dimenticavo, ho anche 5 nuclei su 5 favi in arniette di polistirolo.
Silvia Marchiol - Mer Set 28, 2011 10:57 pm
Oggetto:
Sette famiglie in arnie da 10 con circa 6 occupati da covata, avevano tantissima varroa, praticamente niente scorte, per il resto cantano, ballano e si divertono.
ANTONIO - Gio Set 29, 2011 8:43 am
Oggetto:
Silvia Marchiol ha scritto:
Sette famiglie in arnie da 10 con circa 6 occupati da covata, avevano tantissima varroa, praticamente niente scorte, per il resto cantano, ballano e si divertono.


E che sò "Api Cicala" le tue?
ildottore - Gio Set 29, 2011 9:03 am
Oggetto:
Titto - sciroppo 1:1 e' per stimolazione primaverale. per aumentare le scorte nel autunno, deva usare 2:1 (meno lavoro per le api!!!!!)
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 9:12 am
Oggetto:
Ragazzi la nutrizione deve esser fatta solo per condizioni di emergenza.
In natura le api raccolgono molto miele e l'apicoltore deve prendere solo quello che ritiene in più per l'alveare.
ildottore - Gio Set 29, 2011 10:21 am
Oggetto:
si. ma quando non ha prenduto niente e le famiglie restono senza scorte le api devono avere la nutrizione.

in inghilterra quest' estate terribile (senza nettare tra guigno e settembre - reinizia colo con l'edera), le api mangiono 1-2 melarii piu le scorte dentro il nido. le gente non prendono niente ma devono dare il 20kg di zucchero per l'inverno. Non dimenticare - le api inglese non mangiono come le api italiani!!!"

come parliamo qui - "per allevare le api ligustica deva comprare azioni di società di zucchero"
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 10:48 am
Oggetto:
In questo caso la tua è una nutrizione di emergenza.
Ma ti conviene allevare le api lassù?

Se dalle tue parti danno 20 kg di zucchero ad arnia è poi inevitabile che il saccarosio lo ritrovino tra il miele anche l'anno successivo. Ma che miele è? Melassa?

Comunque per restare in argomento come son messe le api dalle tue parti (covata, popolazione, salute,...)?
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 10:54 am
Oggetto:
Poi ildottore un'altra curiosità: quante sterline costa un kg di zucchero in GB?
davidesv - Gio Set 29, 2011 11:48 am
Oggetto:
Io inizierò la nutrizione a candito tra 1 mese, a Novembre in pratica. Ho dei bei telai pieni di scorta, la nutrizione serve solo a me per star tranquillo : se serve mangiano, altrimenti lasciano li.
ildottore - Gio Set 29, 2011 12:27 pm
Oggetto:
zucchero - prezzo piu meglio al momento (ha alzato una mese fa) - £1.59 per 2 kg (90 centissimi al chilo). Con in buoni e' possibile di tagliare questo con l'ordina prima dal supermercato on-line (p.e. OCADO).

candito - prezzo ingrosso £9-£12 per un blocco di 12.5 kg (circa di 1 euro al chilo).

non dimenticare che il sciroppo non e' solo nutrizione ma e' il mezzo per dare trattamento anti-nosema.

per le mie arnie inglese - almeno 10 litri di 2:1 ognuno. finitiamo solo quando le api non lo prendono!!!!
in italia - i nucleii hanno bisogno; le casse 10 favi - solo per trattamento.
ildottore - Gio Set 29, 2011 12:42 pm
Oggetto:
residui saccharosi? ho sentito ma:

la prima fioritura in campagna in inghilterra sara' la colza invernale (aprile-maggio) - uno flusso pesante tante volte in piu degli residui nell'arnie (almeno 2-4 melarii per ogni 2 favi da nido massimo delle scorte vecchie).

i melarii sono montato solo quando ci sono almeno 8 ben favi pieno di covata.

se possibile usare alternato favi di cera nuova e favi di cera smielato. le api usano lo zucchero in prima per fare la cera.

piu - in prima di questo - in primavera facciamo cambio cera ogni 2 anni e/o la sciamatura artificiale. quindi le api non hanno le scorte vecchie o le usano per fare la cera nuova!!!!
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 12:57 pm
Oggetto:
Citazione:
le casse 10 favi - solo per trattamento


Per curiosità. Il miele millefiori che quotazione ha dalle vs parti?

Ma intendi per trattamento nosema? E dici che con lo zucchero si cura il nosema??
Confused Confused
Parli di ceranae o n. apis?
ildottore - Gio Set 29, 2011 1:52 pm
Oggetto:
"E dici che con lo zucchero si cura il nosema??"

due cose:

1. timolo - in ogni goccia di sciroppo - attivita contro fermentazione, muffa, nosema e varroa
2. vita feed gold - trattamento in sciroppo per le famiglie con nosema.
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 1:59 pm
Oggetto:
Ok ora ho capito. Quindi goccioli tra i favi una soluzione composta come hai scritto. Funziona? L'hai testato abbastanza?
ildottore - Gio Set 29, 2011 2:09 pm
Oggetto:
in la mia associazione non usiamo VFG in modo goccioli - usiamo una soluzione di 1% in bevatore come consigliato.

settembre scorso - troviamo 8/10 arnie con nosema medio-alto.

abbiamo trattato come questo. abbiamo perduto solo uno.

quest'anno - solo 2/10 arnie con nosema basso.
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 2:36 pm
Oggetto:
Ma nosema ceranae?

Grazie per le info.
ANTONIO - Gio Set 29, 2011 2:49 pm
Oggetto:
Quindi usa soluzione 2:1 in questo periodo per scorte e cura nosema con goccia di timolo.
Ho capito bene?
samir - Gio Set 29, 2011 2:54 pm
Oggetto:
questa mi è nuova..
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 3:27 pm
Oggetto:
Io il nosema apis non lo vedo (diarrea delle api) e mai visto.

Per vedere quello ceranae ci vuole il microscopio.

Sarà una cura preventiva.
Kross - Gio Set 29, 2011 3:48 pm
Oggetto:
Vorrei tanto dirvelo anche io, come stanno le mie api...ma in questi giorni resco a malapena a visitare 5 o 6 casse, dopodichè sono circondato da saccheggiatrici che mi seguono e/o cercano di attaccare le casse che ho appena visitato.
La cosa -anche perchè ho da poco avuto a che fare con saccheggi violenti e non vorrei ripetere l'esperienza- mi fa desistere dal continuare.
...certo che, così, ci metto tre giorni a visitare 20 casse...un po' troppo, direi!

Voi non avete questo problema?
ildottore - Gio Set 29, 2011 3:48 pm
Oggetto:
secondo il sito Vita-europe - "Vita Feed Gold trials have been shown to reduce the number of Nosema apis and Nosema ceranae spores"

antonio - timolo non gocciolato - in tutto dello sciroppo!

circa di 1g di timolo (5 ml) per ogni 5 litri.

ricetta qui -
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
!
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 3:59 pm
Oggetto:
Citazione:
Voi non avete questo problema?

Io l'ho avuto circa 3 anni fa.

Il saccheggio è il miglior metodo per decimare l'apiario e/o propagare spore, varroa, virus e batteri...

Meglio non visitarle quando è così oppure visitarle la mattina appena c'è luce sufficiente (anche se così qualche beccotto è assicurato).

La sera è peggio.

Ho notato che se usi lo stesso fumo per tutto l'apiario le api seguono anche il fumo. Risulta utile cambiare anche il tipo di combustibile durante le visite (cartone, foglie secche, aghi di pino).

se le api sono molto propense al saccheggio puoi chiudere le porticine di volo delle arnie adiacenti e riaprirle dopo le visite. Un'ora chiuse in questo periodo non gli fa nulla.
Kross - Gio Set 29, 2011 4:12 pm
Oggetto:
In realtà, da quando qualche settimana fa ho avuto qualche episodio di saccheggio 'brutto', ho tutte le porticine ristrette a 3-4 fori...quindi non è così facile che se ne scatenino di nuovi.
...però tutto quel caos in apiario non mi piace e poi sai mai che, tenta e ritenta, qualcuna ce la faccia e mi riparta la faccenda da capo.
Finirò di visitare l'apiario domani mattina presto.
ANTONIO - Gio Set 29, 2011 4:19 pm
Oggetto:
Io le ho tutte indifferentemente ridotte a due-tre passaggi ape.
Infatti ora si sono calmate.
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 4:22 pm
Oggetto:
Citazione:
ridotte a due-tre passaggi ape


Se ti raccolgono nettare sono un po' pochi.
ANTONIO - Gio Set 29, 2011 4:39 pm
Oggetto:
Lo sò ma con famiglie forti che mi ritrovo e altre deboli o comunque indietro e l'inverno alle porte, non me la sento di rischiare troppo.
Sarebbe meglio se chiudessi solo quelle delle forti lasciando più spazio d'ingresso alle deboli?
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 4:59 pm
Oggetto:
In teoria sì sarebbe meglio. Sempre se non hai saccheggi in corso.
raffo - Gio Set 29, 2011 5:11 pm
Oggetto:
ANTONIO ha scritto:
Sarebbe meglio se chiudessi solo quelle delle forti lasciando più spazio d'ingresso alle deboli?


No secondo me è esattamente il contrario vanno ridotte di più le porticine delle deboli, le forti per definizione sono forti e quindi si difendono anche con le porticine più ampie.
Io ho avuto un saccheggio ma era una orfana (debole e meno propensa a difendersi) per fortuna a fine agosto settembre da me fiorisce la calluna che le calma
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 5:22 pm
Oggetto:
Sì scusa ha ragione raffo. Leggendo la domanda velocemente l'ho interpretata al contrario. doppio muro
Fabrizio - Gio Set 29, 2011 6:27 pm
Oggetto:
qui situazione molto strana e affatto bella .

Famiglie e nuclei che tendono a chiudere la covata . Non tutti ma alcuni si .Varroa sopra la media degli scorsi anni . Comunque ci sono scorte e polline , tanto che quest'anno sto nutrendo con il contagocce .

Non riesco a spiegarmi le cause :

1) saccheggi latenti
2) varroa . ce n'è ma non in maniera esagerata, salvo alcuni casi . Magari è particolarmente aggressiva
3) virosi o altre porcherie
4) un terrificante combinato dei primi 3 .

Anche altri apicoltori vicini hanno lo stesso problema , segno che la cosa interessa un areale e non un singolo. Sta di fatto che non riesco a capire .


Per il dottore : ma l'aggiunta di timolo si può fare così , nello sciroppo , senza aggiungere altro ? Cioè metto 2 gr di timolo in 10 lt di sciroppo ? Ho dei cristalli di timolo che non ho mai usato ...... va a vedere che li utilizzo ora ... :-)
Titto - Gio Set 29, 2011 6:37 pm
Oggetto:
ildottore ha scritto:
Titto - sciroppo 1:1 e' per stimolazione primaverale. per aumentare le scorte nel autunno, deva usare 2:1 (meno lavoro per le api!!!!!)


Caro "ildottore" la nutrizione 1:1 serve anche in questo periodo per stimolare la deposizione della regina in modo che nascano più api invernali.
Per integrare le scorte come ho scritto inserirò il candito.
samir - Gio Set 29, 2011 8:30 pm
Oggetto:
se ti consola fabrizio anche nella bergamasca molti apicoltori son nella tua stessa situazione...la causa che trova tutti daccordo è la varroa che in questa stagione ha fatto "faville"...
ANTONIO - Gio Set 29, 2011 8:31 pm
Oggetto:
raffo ha scritto:
ANTONIO ha scritto:
Sarebbe meglio se chiudessi solo quelle delle forti lasciando più spazio d'ingresso alle deboli?


No secondo me è esattamente il contrario vanno ridotte di più le porticine delle deboli, le forti per definizione sono forti e quindi si difendono anche con le porticine più ampie.
Io ho avuto un saccheggio ma era una orfana (debole e meno propensa a difendersi) per fortuna a fine agosto settembre da me fiorisce la calluna che le calma


Era per permettere maggior passaggio di polline alle deboli e evitare che le forti avessero maggior passaggio e quindi avessero più voglia di saccheggi..
Comunque tutte chiuse con solo due o tre di passaggio e stanno molto buone.
Sabato ultima visita della settimana se hanno deposto bene passo a nutrimento 2:1.
raffo - Gio Set 29, 2011 9:41 pm
Oggetto:
ANTONIO ha scritto:
Era per permettere maggior passaggio di polline alle deboli e evitare che le forti avessero maggior passaggio e quindi avessero più voglia di saccheggi


Amio parere non otterresti l'effetto desiderato, rischiando di ottenere saccheggi
Le deboli sono deboli perchè ci sono poche api quindi anche se allarghi le porticine sempre poche rimangono e non importano certo di più.
Le forti anche se magari devono uscire una alla volta possono comunque uscire in massa da un unico foro per andare a sacchegiare.
sapiens - Gio Set 29, 2011 9:47 pm
Oggetto:
Parole sante.....

Terza legge: Passano più api da un buco di un'arnia forte che da dieci di un'arnia debole. vecchio
francesco_ar - Gio Set 29, 2011 10:02 pm
Oggetto:
Sapiens è troppo scontato!
Casomai passano più api da un buco di una famiglia forte che da dieci buchi di dieci famiglie deboli...
E' come dire passano più c azz da in buco di una meretrice che da dieci buchi di dieci sante...
Non so se rende...l'idea...
ANTONIO - Gio Set 29, 2011 10:06 pm
Oggetto:
Visto che siete in vena di "caz" posso dirlo: Minchia quanta saggezza tutta in una volta.
Comunque non vi sprecate che stanno tutte con pochi buchi (come piace chiamarli Francesco).
Fabrizio - Ven Set 30, 2011 1:51 pm
Oggetto:
samir ha scritto:
se ti consola fabrizio anche nella bergamasca molti apicoltori son nella tua stessa situazione...la causa che trova tutti daccordo è la varroa che in questa stagione ha fatto "faville"...


si si , varroa ce n'è di più dello scorso anno . Su alcune famiglie credo la causa sia proprio questa . Ma su altre , dove il carico di varroa è come quello degli anni scorsi , non riesco a spiegarmelo .

O meglio , la mia ipotesi è questa :

1) periodo di carestia verso agosto , amplificato dal fatto che quest'anno le fioriture sono state in anticipo quasi di un mese .
2) conseguente riduzione della covata , dovuta anche al fatto che le nutrizioni che ho dato , complice il numero dei nuclei e il sistema usato ( a) baravalle ; b) non si può passare tutte le sere ) , non hanno avuto affetto stimolante ma di accumulo
3) varroa sopra la media che si è riversata in massa nella poca covata
4) saccheggi latenti


Questa mia ipotesi è avvalorata dal fatto che , pulite le casse e nutrite con il nutritore a depressione , si stanno riprendendo . azz
samir - Ven Set 30, 2011 6:06 pm
Oggetto:
si la carestia di agosto sicuramente ha amplificato il problema varroa che come dici te si è riversata nelle poca covata presente, conciando quelle api per le feste...una cosa che non mi spiego è la mancata ripresa autunnale da parte di alcune famiglie/nuclei che di varroa non ne avevan tantissima e avevan buone scorte...si son ristrette su 3/4/5 favi senza apparenti motivi...ora mi tocca accoppiarle...stamattina ho aperto alcune casse e ho notato che le regine comincian a diminuire la covata...nei telai piu esterni di covata quando quest'ultima sfarfalla viene "sostituita" dalle scorte....non me lo aspettavo visto che fa ancora un caldo boia.
francesco_ar - Ven Set 30, 2011 6:21 pm
Oggetto:
E' normale. anche se è caldo loro si basano sulla luce...vedrai che il fresco arriva tutto insieme e loro si preparano...però tre favi son pochi...
Fabrizio - Ven Set 30, 2011 7:35 pm
Oggetto:
samir ha scritto:
si la carestia di agosto sicuramente ha amplificato il problema varroa che come dici te si è riversata nelle poca covata presente, conciando quelle api per le feste...una cosa che non mi spiego è la mancata ripresa autunnale da parte di alcune famiglie/nuclei che di varroa non ne avevan tantissima e avevan buone scorte...si son ristrette su 3/4/5 favi senza apparenti motivi...ora mi tocca accoppiarle...stamattina ho aperto alcune casse e ho notato che le regine comincian a diminuire la covata...nei telai piu esterni di covata quando quest'ultima sfarfalla viene "sostituita" dalle scorte....non me lo aspettavo visto che fa ancora un caldo boia.


l'hanno fatto anche le mie . Questo non mi spiego .Nel mio caso non esiste relazione , tranne alcuni casi , tra varroa e diminuzione della covata .
Un amico ha una regina in blocco da metà agosto . Ma è pieno d'api . Fanno scorte ma la regina non ne vuol sapere .

comunque sui nuclei è normale che ci sia restringimento ( come nelle famiglie del resto ) . Basta che in primavera ci siano due telai pieni di api ( ma pieni ) e ripartono che è una meraviglia .

O meglio : son sempre ripartite ......... visto l'autunno , chissà che mi combinano carezza
Kross - Ven Set 30, 2011 11:27 pm
Oggetto:
Visitato 22 famiglie che sono praticamente tutte su 8 favi, a parte 4 che sono su 9.
La media è di circa 3,5 favi di scorte (con 1/2 favo intendo una sola facciata) di miele e polline e di poco più di 3 favi di covata.
L'idea è di invernarle su 7 favi.

La situazione varroa è molto buona, nel senso che dopo il confinamento+gocciolato di agosto le famiglie sono tutte pulite (quattro famiglie che dopo il blocco avevano ancora una certa caduta sono ora a posto, dopo sei sublimate a 4 giorni una dall'altra).

Diversa è la faccenda in postazione nuclei (8 nuclei, dei quali 6 già in arnia): qui la caduta è ancora abbondante, ho iniziato a sublimare il 29 agosto e sono già arrivato a nove passate.
Su questi nuclei, non avevo fatto il blocco...li avevo trattati poco dopo averli formati (sono tutti di maggio, tranne uno di fine luglio) con gocciolato --> formula svizzera, approfittando dell'assenza di covata in attesa dell'accoppiamento delle nuove regine.

Considerato che sulle famiglie ho usato un'altra formula (1000-1000-500) e visto che i nuclei trattati con formula svizzera ora sono imballati di varroa, incomincio a nutrire qualche dubbio sull'efficacia a medio/lungo termine della formula svizzera...Fabrizio, l'hai usata anche tu?
francesco_ar - Sab Ott 01, 2011 12:42 am
Oggetto:
'ho provata anche io ma con effetti pessimi. o si fa per bene o niente...
Fabrizio - Sab Ott 01, 2011 12:38 pm
Oggetto:
ciao Kross e Francesco

Io la formula svizzera l'avevo usata un anno , in tardo autunno/inverno e mi ero trovato bene . Non avevo notato differenze rispetto a quelle più concentrate .

Di contro non avevo riscontrato le controindicazioni della classica 1000:1000:100 .


Che tipo di concentrazione è la 1000:1000:500 ? Perchè se è 50 è praticamente la svizzera ..........
francesco_ar - Sab Ott 01, 2011 12:47 pm
Oggetto:
Ciao Fabrizio io intendevo come standard quella con 100g di ossalico.
500g mi sembrano esagerati...Kross avrà sbagliato a scrivere...
Fabrizio - Sab Ott 01, 2011 1:53 pm
Oggetto:
Francesco

si si , per standard di solito si intende quella che dici tu .

Per le mie latitudini sembrava troppo concentrata perchè era la meno tollerata dalle api e l'inverno è molto lungo . Di contro la varroa qui non ha mai picchiato duro ....... fino a quest'anno .

Forse si potrebbe usare quella ma darne di meno . Tutto da valutare .

Credo comunque che quest'inverno la mia priorità diventerà lo studio su come impostare il piano di lotta alla varroa per il 2012 , a cominciare dal metodo di valutazione del grado di infestazione ( ho avuto caduta naturale 0 fino a settembre e dopo , quasi di colpo , 4/5 die su quelle molto infestate ) . Inoltre ho molte situazioni particolari ( famiglie "di rimonta", nuclei di fecondazione ) che non possono essere trattate con il classico blocco + AO . E la sola asportazione di covata opercolata quest'anno ha mostrato i propri limiti .

Comunque , lo confesso , sono abbastanza spiazzato . Ho un amico che, pur essendo stato molto diligente nei trattamenti , continua ad avere il il cassettino rosso di varroa.

Si si, io credo che Kross abbia messo uno zero in più , però con 50 gr di AO , un litro di acqua e un kg di zucchero è praticamente la formula svizzera .

ciao
ANTONIO - Sab Ott 01, 2011 2:04 pm
Oggetto:
Si sarà 50g che intendeva Kross
Io invece ho fatto 80g a fine Giugno dopo dieci giorni dal blocco e altri 80 al 26° giorno.
Ora mi accingo a fare 100g quando andranno in blocco naturale.
MA prima ripeto, devo stimolarle perchè non è che siano tantissime api in alcuni nuclei.
Vediamo cosa combinano con la visita di questo pomeriggio e poi vi saprò dire.
Tieni duro Fabrizio. Tieni duro che deve sparire sta caspita di Varroa.
Vedrai che quando colpirà meglio magari l'uomo o piante, le case farmaceutiche si metteranno a studiarla meglio e troveranno la cura.
Sempre che le nostre api non abbiano imparato già a difendersi da sole, magari semplicemente con caratteristiche loro particolari, tipo alcune famiglie più nervose che ho, e che effettivamente sembrano meno intaccabili.
Saluti
stefanoada - Sab Ott 01, 2011 2:44 pm
Oggetto:
Perchè ritieni che la varroa debba attaccare prima o poi l' uomo o le piante??
Ti ci vedo girare per strada con attaccato sulla schiena una mega-varroa di 30 kg, potresti assomigliare ad un klingoniano Very Happy Very Happy
apepigna - Sab Ott 01, 2011 5:54 pm
Oggetto:
apepigna ha scritto:
io ho già perso alcune famiglie... doppio muro

andate altre 2
doppio muro doppio muro
caesar - Sab Ott 01, 2011 8:13 pm
Oggetto:
io in tutte le casse ho ancora Apistan

tutte le arnie sono su 10 o 9 teliani... covata 4-5

le scorte penso abbastanza giuste... sto nutrendo poco e con grossi intervalli con sciroppo 2:1

c' è importazione ma poca... penso anche un pò di melata....

tanta importazione di edera

al nord fa ancora caldo e in questi giorni e nei prox non piovevà... c' è un buco di siccità che è molto strano in questo periodo qua
br1x1 - Sab Ott 01, 2011 8:30 pm
Oggetto:
Visitato oggi le mie famiglie.
Tutto Ok.
Covata media su 4 favi e api su 6.
Unica nota negativa, su 3 famiglie le scorte sono assai scarse e anche l'abbondante nutrizione di quest'ultima settimana non ha prodotto granchè risultati.
Le regine continuano a deporre indefesse.
Meglio così!
stefanoada - Sab Ott 01, 2011 8:33 pm
Oggetto:
Caro bruno, anche io ho notato che le regine stanno deponendo alla grande, questo da un lato è positivo in quanto inverneremo casse con un numero abbondante di api, dall' altro canto, bisognerà stare molto attenti alle scorte che dovranno essere abbondanti pena la morte delle famiglia in gennaio/febbraio per fame, penso che anche quest' anno sulla testa di ogni famiglia sarà meglio mettere un pane di candito.
br1x1 - Sab Ott 01, 2011 11:01 pm
Oggetto:
Ciao Stefano, hai pienamente ragione.
Cmq da me ci sono ancora 2 - 3 settimane per nutrire liquido e quindi ci darò dentro in quelle che sono indietro.

Piuttosto sono ancora sconcertato dall'altissima infestazione da varroa appena passata.
Se da un lato sono contento perchè sono riuscito a salvare tutte le famiglie, dall'altro sono diventato ancora più consapevole dell'immane forza distruttrice di questo acaro.
Sono uscito dall'inverno 2010-2011 con delle famiglie fantastiche convinto di aver pressoché azzerato la popolazione di varroa in tutte le famiglie.
Infatti i risultati non si erano fatti attendere, nella primavera appena passata le famiglie erano spendide come mai prima.

E' vero che la stagione 2011 è stata fuori dalle righe sin dal 15 gennaio.
Ma trovarsi a fine luglio le api mezze sterminate e con decine di migliaia di acari a bordo ha intaccato profondamente quella sicurezza, che si era instillata in me come una sorta di fede assoluta, del poter controllare l'acaro senza arrivare ai limiti della sopravvivenza delle api.

Ed ora che fare?
Per fortuna di cose nuove da provare ce ne sono e proprio questo forse è il bello della partita che stiamo giocando.
ANTONIO - Sab Ott 01, 2011 11:15 pm
Oggetto:
Io ho visitato le mie.
Tutte abbastanza forti con covata su 2-3 favi.
Una però è vittima della tarma della cera che sta rovinando tutti i favi e non so come debellarla.
Potrei sostituirli con favi di famiglie più forti con covata visto che nemmeno sta deponendo la regina e si stanno schiudendo le ultime larve.
Che rimedi adoperate voi in casi simili?
br1x1 - Sab Ott 01, 2011 11:21 pm
Oggetto:
Ciao Antonio.
Io non ho mai visto, in un'arnia con le api, le tarme prolificare abbondantemente al punto di rovinare i favi.
Pertanto non so cosa dire.
ANTONIO - Sab Ott 01, 2011 11:56 pm
Oggetto:
Prima volta anche a me in cinque anni.
E' come se fossero incapaci di difendersi.
Domani ridò loro miele nel nutritore Baravalle cosi a livello proteico integrano.
Speriamo si riprendano sennò mi tocca unirle e far fuori la regina..
Porelle le regine.. quest'anno è anno sfortunato per loro.
Grazie Bruno.
Kross - Sab Ott 01, 2011 11:56 pm
Oggetto:
francesco_ar ha scritto:
500g mi sembrano esagerati...Kross avrà sbagliato a scrivere...


Scusate, ho scritto proprio a ..zzo (penso che sia tra le controindicazioni del cambiare pannolini lavabili...avete una vaga idea di come potrebbe essere quel momento, quando evacuano solido? Son cose che rimangono).

Comunque...la formula che ho usato io è (1l h2o+100g AO+4/500 g zucchero).
ANTONIO - Sab Ott 01, 2011 11:59 pm
Oggetto:
Io invece 1H2O 1Zucchero e 100gAO
Bedol75 - Dom Ott 02, 2011 12:25 am
Oggetto:
oggi è venuto il responsabile di zona e ha fatto il "censimento" del mio apiario... Sono rimasto molto soddisfatto del parere e del giudizio sulla salute e sulla situazione delle casse... 2 nuclei comprati il 29 aprile 2011 ke mi hanno regalato 6 kg di miele di castagno e 2 nuuovi nuclei a fine luglio/primi di agosto. L'unica nota negativa è ke sono scarse di scorte, ma fortunatamente ho ancora un pò di tempo x rimediare...
ANTONIO - Dom Ott 02, 2011 8:49 am
Oggetto:
Che faccio ragazzi unisco?
I favi con scorte li uso nella famiglia ricevente.
Tecnica giornale o le unisco senza troppe menate?
Uccido la regina e poi unisco?
Fabrizio - Dom Ott 02, 2011 10:54 am
Oggetto:
Kross ha scritto:
francesco_ar ha scritto:
500g mi sembrano esagerati...Kross avrà sbagliato a scrivere...


Scusate, ho scritto proprio a ..zzo (penso che sia tra le controindicazioni del cambiare pannolini lavabili...avete una vaga idea di come potrebbe essere quel momento, quando evacuano solido? Son cose che rimangono).

Comunque...la formula che ho usato io è (1l h2o+100g AO+4/500 g zucchero).



Kross , a chi lo dici , a chi lo dici .......... che caldo

Ma con quella formula lì ti sei trovato meglio che con la svizzera ? Interessante , considerato che miscele con meno zucchero erano state considerate meno efficaci in quanto l'effetto acidità permaneva meno nell'alveare .


@ Antonio . Io mi trovo bene semplicemente spazzolando il nucleo orfano davanti alla cassa che voglio rinforzare ( ovviamente debbono essere vicini ) Metto la cassa dove voglio che entrino a metà tra la sua posizione originaria e quella del nucleo da smantellare .

In subordine mi trovo bene anche con lo spruzzino con acqua e zucchero .
Kross - Dom Ott 02, 2011 11:49 am
Oggetto:
Anch'io mi trovo bene con lo spruzzino con acqua e zucchero, ma in questo periodo avrei un po' il timore di scatenare saccheggi.
Ho provato anche il borotalco (come suggerito da Robertok in qualche post) e mi ci sono trovato più che bene.
Forse il giornale rimane la soluzione meno traumatica, per le api, se uno non ha l'impellenza di dover finire tutto il lavoro sul momento.

@ Fabrizio: credo che un'idea definitiva l'avrò in primavera (...quanta attesa ancora).
Sui nuclei avevo usato la formula svizzera ad inizio maggio ed ora sono zeppi di varroa...c'è da dire che per 4 mesi -da inizio maggio a fine agosto, che poi è il periodo di maggior sviluppo della maiala- non ho più fatto nulla, magari la reinfestazione ci sta tutta (non ho ancora l'esperienza per saperlo).

Ho usato la formula 1000-100 AO-500 zucchero sulle famiglie alle quali avevo confinato le regine...ho trattato a metà agosto e ad oggi la caduta naturale è davvero scarsa, siamo sull'ordine delle due varroe trovate nel cassettino in 15 giorni, le api mi sembrano belle e non ci sono sintomi di infestazioni elevate (es. ali deformate).
...speruma! Very Happy
Fabrizio - Dom Ott 02, 2011 12:33 pm
Oggetto:
@ Kross

speruma , speruma Very Happy

Io il prossimo anno voglio provare con il metodo del conteggio varroa nella covata opercolata . Quest'anno il conteggio caduta naturale non mi ha affatto soddisfatto . Come ho già detto fino a settembre non ne ho vista una , poi 4/5 al giorno su quelle infestate.

In questo periodo 1/2 ogni 15 gg di caduta naturale significa nuclei puliti , almeno qui da noi . Buon per te ... Very Happy

Comunque ho finito di dare un occhio agli apiari .Meno peggio di quel che in un primo tempo poteva sembrare , per fortuna .

Ho due casi di forte infestazione ( gli alveari utilizzati per la rimonta. Comunque sono anche loro in ripresa . resta da vedere quanto riusciranno a riempirsi ) , due o tre con medie infestazioni e gli altri ok.

Come si dice : non tutto il male vien per nuocere. Lo spavento di sicuro mi servirà a cercare di essere maggiormente previdente nei confronti del problema varroa .......... sempre pannolini permettendo ( il prossimo anno son da solo o quasi...... frusta )


ciao
ANTONIO - Dom Ott 02, 2011 2:08 pm
Oggetto:
Unite entrambe le famiglie con regina con tecnica del giornale.
Capovolto coprifavo e tra giornale e coprifavo c'è la famiglia debole con regina che non aveva deposto dopo il blocco di covata.
A dovere di cronaca, di api ce ne sono anche tante e di varroa nemmeno l'ombra.
Unico problema nella famiglia debole, le tarme che han fatto gallerie in quasi tutti i favi.
Vediamo tra qualche giorno come di è livellata la famiglia e una volta rientrate nel nucleo, riprendo a nutrire con 1:1.
Che palle però.. Pensavo di aumentare il numero di famiglie ma nulla.
Ad oggi riconfermo il numero di inizio anno, tranne quelle perse con l'alluvione.
Che palle! Altro che comprare arnie nuove, se non imparo a fare famiglie forti non vado da nessuna parte..
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB