apicoltura

Tecniche apistiche - Coltivazione di essenze arboree ed erbacee per uso apistico

g.cassetta - Gio Mar 03, 2011 3:42 pm
Oggetto: Coltivazione di essenze arboree ed erbacee per uso apistico
Allora parto da una esperienza fatta da pochi giorni... avendo un terreno dietro casa di circa 3000 metri quadrati fortemente scosceso (che non lavoravo più da alcuni anni), ho deciso di impiantarci sopra un acaceto... il lavoro è stato fatto nelle belle giornate di metà Febbraio che ci sono state; le piantine a radice nuda mi sono state date dal vivaio forestale a titolo gratuito previa richiesta con apposita domanda all' assessorato all' agricoltura della mia regione. malol

Le piantine sono state impiantate con sesto d'impianto a quadrato 2x2 su terreno non lavorato ma ben strutturato (erano presenti erba medica, lupinella e treifoglio che presumo hanno lasciato una buona dotazione di azoto), per un totale di circa 800 piantine... che faticata! spalo

Alcune foto:


Piantina di acacia

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Canne di bambù ad indicare le piantine

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Talee di rosmarino tra le piante di acacia

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Che ne pensate del lavoro??? Suggerimenti???

Un saluto
Giuseppe
apesolitaria81 - Gio Mar 03, 2011 6:03 pm
Oggetto:
Bel lavoro,mi sarebbe piaciuto farlo anche a me però a me non le regalerebbero mai le piante visto che la regione nella veste della forestale nei parchi le sta facendo tagliare perché infestanti! Sad
Cmq ci farai molto miele e in un paio d'anni saranno di circa 3 metri
g.cassetta - Gio Mar 03, 2011 6:10 pm
Oggetto:
apesolitaria81 ha scritto:
Bel lavoro,mi sarebbe piaciuto farlo anche a me però a me non le regalerebbero mai le piante visto che la regione nella veste della forestale nei parchi le sta facendo tagliare perché infestanti! Sad
Cmq ci farai molto miele e in un paio d'anni saranno di circa 3 metri


Grazie, e comunque le piante a titolo gratuito le danno in tutte le regioni che io sappia... non centra se una pianta è ritenuta infestante o meno... basta che sia a scopo di rimboschimento (infatti va allegata la visura catastale della particella e la corografia); tuttavia qui da me il vivaio a titolo oneroso chiede solo 15 centesimi a piantina di acacia... quindi non sarebbe comunque una spesa eccessiva (1000 piante sarebbero 150€).

Per la questione produzione penso che cominceranno a fiorire solo al 3-4 anno di età!!! ciao
apesolitaria81 - Gio Mar 03, 2011 6:15 pm
Oggetto:
Non è per la spesa,è proprio che qui la vedono male,accanto a me hanno rimboschito,forestale, 4 ettari solo con piante autoctone.....cmq lo sò che non fioriscono subito!!!!non sono nata sotto un cavolo!!! però potresti piantarci in mezzo il trifoglio alessandrino o l'erba medica così le api raccolgono qualcosa intanto
g.cassetta - Gio Mar 03, 2011 6:35 pm
Oggetto:
apesolitaria81 ha scritto:
Non è per la spesa,è proprio che qui la vedono male,accanto a me hanno rimboschito,forestale, 4 ettari solo con piante autoctone.....cmq lo sò che non fioriscono subito!!!!non sono nata sotto un cavolo!!! però potresti piantarci in mezzo il trifoglio alessandrino o l'erba medica così le api raccolgono qualcosa intanto


Capisco... beh a me non hanno fatto nessunissimo tipo di problemi, anzi in 10 giorni ho avuto risposta positiva dall' assessorato!!!
In mezzo non ci posso seminare, sarebbe troppo difficoltoso, ma già c'è tanto trifoglio, della lupinella e della medica (che sono comunque molto presenti nei campi attigui)... vedremo!!!
Avrei inoltre pensato anche di contornare l'appezzamento cun una siepe di ginestre... non so se andrebbe bene!!!
Silvia Marchiol - Gio Mar 03, 2011 7:25 pm
Oggetto:
800 PIANTINE DI ACACIA?! WOW! Che lavorone! Tra pochi anni sarai a posto anche per la legna per il riscaldamento!
salvatore1954 - Gio Mar 03, 2011 7:39 pm
Oggetto:
Complimenti g.cassetta, é un bel lavoro che ti darà tanta sodisfazione. Anch'io, oggi, ho fatto delle talee di rosmarino, circa 25 vasi, e 15 di salvia. Ma ancora non ho finito. Domani vedrò di farne ancora, tempo meteo permettendo. Ho delle piante di rosmarino che sono già in fase di fioritura che è un piacere vederli visitate dalle api, quando c'è il sole però.
ANTONIO - Gio Mar 03, 2011 7:41 pm
Oggetto:
Siete fantastici quì dentro.
Mi piacerebbe essere l'Ispanico e per una volta urlare: -Forza della Natura, al mio segnale, scatenate il verde nel mondo-
stefanoada - Gio Mar 03, 2011 7:49 pm
Oggetto:
Wawww ottimo lavoro, adesso dell' acacia non ti libererai mai piu'...
Scherzi a parte come dico sempre, l' acacio e' come il maiale, non si butta niente, ottima legna, le foglie agli animali e ...il miele Very Happy Very Happy

Per l' azoto non ti preoccupare, l' acacio e' una papilionacea, quindi come trifoglio ecc ecc e' un azoto-fissatore nel terreno.
Ti confermo che in 4 anni, dovresti avere le prime fioriture, tra 7-10 anni, potrai tagliarlo e dalla base gettera' numerosi polloni....

GRANDISSIMOOOOO
apesolitaria81 - Gio Mar 03, 2011 10:10 pm
Oggetto:
Io ho le ginestre ma neanche le guardano!
Franz - Gio Mar 03, 2011 10:25 pm
Oggetto:
Finalmente ho trovato un bel posto dove portare le mie api! Mr. Green
apesolitaria81 - Gio Mar 03, 2011 10:45 pm
Oggetto:
Franz ha scritto:
Finalmente ho trovato un bel posto dove portare le mie api! Mr. Green



malol ahahah Già bella idea! great io non ci avevo pensato fischia e cmq sono troppo lontana
theflightofthebumblebee - Ven Mar 04, 2011 12:12 am
Oggetto:
Mi dispiace dirtelo ma come dice Stefano "adesso dell' acacia non ti libererai mai piu'." e inoltre ogni pianta che morirà nel bosco intorno verrà rimpiazzata dall' Acacia che piano piano si "mangerà" tutto il resto. messa Cool
La Acacia è una infestante particolarmente tenace e invasiva e come dice Apesolitaria, non sò come mai la distribuiscano come pianta da reimboschimento.

Vero è che come dice sempre Stefano "l'acacia è come il Maiale non si butta via nulla" perciò avrai legna e foraggio in quantità industriali e le tue api presto avranno nettare per "sempre" !!! Wink

Ricorda che essendo una pianta a radice strisciante e avendola piantata a sesto più che fitto, fittissimo, ti ritroverai l'appezzamento coperto in poco tempo e tutto ciò che starà sotto vedrà luce solo d'Inverno.
Occhio ai tagli più la tagli e più si rinforza mentre se si fanno crescere molto le piante poi si possono far morire senza che ricaccino ma di questo ne riparleremo fra qualche anno frusta dimenticavo occhio agli spini Laughing
g.cassetta - Ven Mar 04, 2011 12:42 am
Oggetto:
Grazie a tutti per i complimenti... è stato un gran lavoro ma credo che ne sia valsa la pena... ed i risultati si vedranno tra qualche tempo!!!

Considerando tutti i benefici che da, come legna, alimentazione animale e nettare il fatto che sia infestante passa più in secondo piano!

Qui da me il vivaio forestale ne produce in grosse quantità a radice nuda di 1-2 anni di età, e viene usata molto per rimboschire strade, ferrovie e argini di fiumi.

Per il momento spero che le piante attecchiscano tutte, e che non ci sarà una estate troppo siccitosa, visto che questo primo hanno le piante hanno poche radici superficiali e non possono attinergere acqua in profondità!!!

Pensate che possa essere utile una concimazione???

Un saluto Rolling Eyes
caesar - Ven Mar 04, 2011 11:56 am
Oggetto:
l' Acacia/Rubinia NON si deve mai piantare o aiutare... Confused ma solo tagliare!!!!!!! Evil or Very Mad
g.cassetta - Ven Mar 04, 2011 12:34 pm
Oggetto:
caesar ha scritto:
l' Acacia/Rubinia NON si deve mai piantare o aiutare... Confused ma solo tagliare!!!!!!! Evil or Very Mad


Non sono assolutamente d'accordo con quello che dici... io credo che sia una ottima pianta da immettere in terreni marginali, specie in terreni, argini ecc. ecc. che sono a forte rischio idrogeologico; non vedo il motivo per cui si debba combattere contro questa pianta, specie da parte di chi pratica apicoltura!!!

"Va, però, ricordata l'opera di miglioramento che questa specie può svolgere, invadendo ed affermandosi bene nei terreni poveri e degradati e migliorando il suolo, sia grazie all'azione di fissazione dell'azoto, sia concorrendo alla formazione di un buon terriccio con il deposito delle proprie foglie che si decompongono rapidamente. Inoltre, con il proprio robusto apparato radicale, si presta ad essere usata in qualità di pianta pioniera e consolidatrice dei terreni franosi." (fonte internet)
stefanoada - Ven Mar 04, 2011 12:37 pm
Oggetto:
g.cassetta ha scritto:
Grazie a tutti per i complimenti... è stato un gran lavoro ma credo che ne sia valsa la pena... ed i risultati si vedranno tra qualche tempo!!!

Considerando tutti i benefici che da, come legna, alimentazione animale e nettare il fatto che sia infestante passa più in secondo piano!

Qui da me il vivaio forestale ne produce in grosse quantità a radice nuda di 1-2 anni di età, e viene usata molto per rimboschire strade, ferrovie e argini di fiumi.

Per il momento spero che le piante attecchiscano tutte, e che non ci sarà una estate troppo siccitosa, visto che questo primo hanno le piante hanno poche radici superficiali e non possono attinergere acqua in profondità!!!

Pensate che possa essere utile una concimazione???

Un saluto Rolling Eyes


No, secondo me non serve nessuna concimazione e' una pianta molto rustica.
L' unico problema potrebbe essere dato dagli ungulati che ne mangiano i getti piu' morbidi, ma in questo caso le spine dovrebbero fare il loro lavoro, anche se i cinghiali con le spine si grattano
miguel - Ven Mar 04, 2011 7:01 pm
Oggetto:
ciao giuseppe,
forse la foto inganna, ma il tuo terreno non mi sembra marginale.
Anch'io ho sempre pensato di piantare qualche acacia, ma mi ha sempre spaventato il suo potere infestante.
Per il sesto, credo sia troppo spinto il 2x2, arriverà un giorno in cui non riuscirai a passare in mezzo e le chiome saranno troppo vicine tra di loro!! Senti anche altri, ma io nonostante lo sforzo già fatto andrei a toglierne un po' per fare un 4x4
ciao
Michele
g.cassetta - Ven Mar 04, 2011 7:23 pm
Oggetto:
Ciao miguel, ti assicuro che le foto ingannano visto che la pendenza è molto accentuata... e per questo non sfruttavo più questo terreno!

In effetti il sesto di impianto 2x2 è stretto, ma si può sempre diradare dopo i primi anni... per ora non tolgo niente visto il lavoraccio fatto... poi valuterò col passare del tempo!

Un saluto Smile
theflightofthebumblebee - Ven Mar 04, 2011 9:56 pm
Oggetto:
L'acacia ha radici striscianti e dopo un po' le piante si "abbracceranno" Very Happy 2x2 come ti ha detto miguel è fittissimo, ma non c'è problema l'acacia riempirebbe anche un 6x6 facendolo diventare un 1x1 o anche meno!!!
Anche se può avere doti positive l'acacia è pianta di altri lidi ed è arrivata quà per sbaglio, e da allora ha già colonizzato grandi spazi senza bisogno di "piantarla", vecchi campi abbandonati, radure di boschi etc.
è la sua crescita velocissima che mette in crisi le altre piante, ad esempio, crolla una quercia e lascia un vuoto nel bosco, le piccole querce nate da ghiande hanno bisogno di anni per rimpiazzarla, ma non faranno in tempo perchè l'acacia(falsa) riuscirà ad arrivare sul posto ed anche se in ritardo supererà tutti gli altri alberi e comincerà la sua lenta distruzione di tutto quanto!!! Aggressiva invadrà le radici vicine e si difenderà con i suoi micidiali "aculei" fino alla morte dove altre decine di acacie prenderanno il suo posto!!!
Ti piace come descrizione funesta?!!!
Caro g.cassetta praticamente hai creato un "mostro" Laughing
Sto scherzando naturalmente Razz
Péntiti g.cassetta péntiti!!!!! messa ahahah
g.cassetta - Sab Mar 05, 2011 1:09 am
Oggetto:
theflightofthebumblebee ha scritto:
L'acacia ha radici striscianti e dopo un po' le piante si "abbracceranno" Very Happy 2x2 come ti ha detto miguel è fittissimo, ma non c'è problema l'acacia riempirebbe anche un 6x6 facendolo diventare un 1x1 o anche meno!!!
Anche se può avere doti positive l'acacia è pianta di altri lidi ed è arrivata quà per sbaglio, e da allora ha già colonizzato grandi spazi senza bisogno di "piantarla", vecchi campi abbandonati, radure di boschi etc.
è la sua crescita velocissima che mette in crisi le altre piante, ad esempio, crolla una quercia e lascia un vuoto nel bosco, le piccole querce nate da ghiande hanno bisogno di anni per rimpiazzarla, ma non faranno in tempo perchè l'acacia(falsa) riuscirà ad arrivare sul posto ed anche se in ritardo supererà tutti gli altri alberi e comincerà la sua lenta distruzione di tutto quanto!!! Aggressiva invadrà le radici vicine e si difenderà con i suoi micidiali "aculei" fino alla morte dove altre decine di acacie prenderanno il suo posto!!!
Ti piace come descrizione funesta?!!!
Caro g.cassetta praticamente hai creato un "mostro" Laughing
Sto scherzando naturalmente Razz
Péntiti g.cassetta péntiti!!!!! messa ahahah


Hi hi hi... si ho proprio creato un mostro! ahahah
SimonE - Sab Mar 05, 2011 9:26 am
Oggetto:
salve amici, se permettete dico la mia:
la Robinia pseudoacacia è un'ottima pianta per i terreni marginali, franosi etc etc, purtroppo è anche molto infestante e, considerando che la coltura del bosco, selvicoltura, è sempre più ridotta a causa dell'abbandono delle zone montane, zone svantaggiate per la vita odierna, la sua presenza si ritrova, purtroppo anche nei territori ove un tempo vi era la presenza di alberature autoctone che hanno permesso alle popolazioni di vivere, vedi il castagno, ad oggi è facilissimo vedere dei castagneti, non più curati, nei quali è entrata l'acacia è entrata e ben si diffonde....... Crying or Very sad ........l'appennino ne è pieno.
La sua crescita veloce, velocissima, la sua inattaccabilità la rende un concorrente estremamente aggressivo per le nostre piante, come attualmente lo sta diventando Ailanthus altissima..... Crying or Very sad ....

Non sono contrario al loro utilizzo, ma per esperienza personale, posso dirvi che liberare poi un terreno dall'acacia è estremamente difficoltoso, faticoso e lungo.

Nel vivaio forestale non vi erano altre essenze?

saluti
g.cassetta - Sab Mar 05, 2011 10:31 am
Oggetto:
Si nel vivaio ci sono tantissime essenze, ma dal punto di vista apistico l' acacia è insuperabile... come hai detto tu cersce velocemente, è rustica, non teme avversità, è molto pollonifera e produce tanto nettare... non so se con altre essenze si raggiungerebbero gli stessi risultati!!!

Tornando al discorso sesto di impianto, l' idea è quella di diradare dopo le prime fioriture (quindi penso tra 4-5 anni), in modo da lasciare un sesto di 6x6 con le piante madri, le restanti verranno tagliate e da li inizieranno a rigenerarsi nuove piantine... in questo modo la produzione di nettare continuerà fintantochè non diventeranno grandi le nuove piante, e a quel punto saranno tagliate anche le piante madri e il ciclo ricomincerà!!!


Comunque questo è l'elenco delle principali essenze presenti al vivaio:

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Voi cosa e come piantereste???

Saluti ciao
apesolitaria81 - Sab Mar 05, 2011 5:57 pm
Oggetto:
beh da un punto di vista strettamente rispettoso della flora spontanea dovresti ricercare nella lista le piante spontanee della tua zona......
cmq potendo dedicare un pezzetto di terra al reinboschimento pianterei il castagno in modo da avere nettare e frutti da mangiare o vendere (5-6 piante mi basterebbero), leccio e carrubo per avere cibo per gli animali,lavanda officinale per il nettare e per le spighe,corbezzolo per bacche con cui faccio la marmellata e per il nettare,poi in ultimo il biancospino per il nettare per le api,e i rovi(anche se può sembrar strano) per frutti per fare le marmellate e poi perché le siepi in natura sono importanti per il ruolo che svolgono.......
ma questa è solo una mia idea.
margherita - Sab Mar 05, 2011 6:33 pm
Oggetto:
SimonE ha scritto:

La sua crescita veloce, velocissima, la sua inattaccabilità la rende un concorrente estremamente aggressivo per le nostre piante, come attualmente lo sta diventando Ailanthus altissima..... Crying or Very sad ....


saluti


Ne l campo dove tengo le mie api sono presenti sia l'acacia che l'ailanto, e, per quella che è la mia modestissima esperienza personale, l'acacia non ha nemmeno un decimo della 'rognosità' dell'ailanto. Apparte spollonarla tutti gli anni se ne è rimasta lì dov'era. L'ailanto ogni anno si propaga in decine e decine di piantine che nascono anche a centinaia di metri dalle piante madri. Il diserbante gli fà il pizzicorino, e se lo tagli gli fai un favore. Poi non sò se è questione di zona, terreno etc.. ma qui da me non c'è proprio paragone!

Xapesolitaria: ..insomma ti accontenti di poco... Razz
Sapete se questa faccenda del richiedere le piante è possibile anche in toscana?
stefanoada - Sab Mar 05, 2011 10:02 pm
Oggetto:
Quoto quanto scritto da margherita, trovo che l' ailanto sia molto ma moltoiu' ' pericoloso e problematico dell' acacia, inoltre come lEgna da ardere, l' ailanto ...fa anche un po' schifo e nel mio boschetto sta lEtteralmente soppiantando l' acacia, tutto sommato, non penso che l' impianto di acacia sia sbagliato anche se concordo anche con simone circa l' abbandono della selvicoltura....insomma sono d' accordo un po' con tutti Very Happy Very Happy
theflightofthebumblebee - Dom Mar 06, 2011 12:12 am
Oggetto:
Certe piante ricordano un po' l'avvento della Varroa!!
Stefano te hai un conflitto di interessi sull'Acacia, Very Happy ne fai un uso "industriale" frusta
g.cassetta - Gio Mar 17, 2011 4:46 pm
Oggetto:
Qui sul forum ho visto qualche giorno fa che si parlava di facelia... incuriosito ne ho ordinato una sacco da 10 kg al prezzo di 7€/kg che mi è arrivato ieri... pensavo di seminarla a spaglio su di una campo di circa un ettaro lasciato a maggese dall' anno scorso, riprendendolo col vibrocoltivatore e rullando dopo la semina... che ne dite???


Descrizione:

Pianta erbacea annuale, può essere utilizzata come erbaio intercalare da sovescio o come pianta nettarifera per le api. Come pianta nettarifera, è un grande richiamo nei confronti delle api per tutta la durata della sua fioritura (circa un mese) e garantisce un ottimo potenziale mellifero. Se coltivata come erbaio intercalare primaverile/estivo, nel giro di 2 mesi dalla semina raggiunge il massimo sviluppo con la piena fioritura, producendo circa 330-350 ql/ha di massa verde. Si comporta come pianta neutra nei confronti dei nematodi terricoli. Dose/ha : 10-12 Kg Confezione da 10 Kg

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

apesolitaria81 - Gio Mar 17, 2011 11:58 pm
Oggetto:
pazzo mai sentito di gente che semina sulla maggese neanche mia nonna che arava con i buoi!!! il terreno va comunque affinato poi seminato e rullato........ semi o bulbi vanno ricoperti con tanta terra quanta è la loro dimensione, più sono piccoli i semi e meno sarà la terra che dovrai usare per coprirli se no rischi che il germoglio non riesce a sbucare fuori dal terreno e se riesce impiegherà comunque più tempo di quello che servirebbe se seminato in modo corretto
ciao
bergunsola - Ven Mar 18, 2011 10:08 am
Oggetto:
G. Cassetta, dove hai trovato la phacelia a 7 euri Kg??
Dalle mie parti -prov CN- o non ce l'hanno o la vendono attorno ai 15/18 euri kg.
Grazie per l'informazione
g.cassetta - Ven Mar 18, 2011 3:21 pm
Oggetto:
[quote="apesolitaria81"]pazzo mai sentito di gente che semina sulla maggese neanche mia nonna che arava con i buoi!!! il terreno va comunque affinato poi seminato e rullato........ semi o bulbi vanno ricoperti con tanta terra quanta è la loro dimensione, più sono piccoli i semi e meno sarà la terra che dovrai usare per coprirli se no rischi che il germoglio non riesce a sbucare fuori dal terreno e se riesce impiegherà comunque più tempo di quello che servirebbe se seminato in modo corretto
ciao[/quote

Ciao apesolitaria... si vede che non leggi con attenzione!!! ahahah Infatto ho detto che il terreno è stato lasciato a maggese... non che voglio seminare sul maggese... e poi se vai al messaggio precedente puoi leggere che l' intenzione era quella di "riprendere" proprio il maggese nudo col vibrocoltivatore... per riprendere si intendere lavorare col vibro!!! ahahah

Un saluto




X bergunsola: cerca "S.I.S sementi" su google
g.cassetta - Gio Apr 21, 2011 5:07 pm
Oggetto:
Ecco la situazione ad oggi... due mesi circa dopo l' impianto delle piccole piantine:

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


In questa seconda foto si nota bene la piantina con le foglioline!!! Very Happy
michelonzo - Lun Lug 08, 2013 5:47 pm
Oggetto: prati melliferi
salve a tutti sono nuovo qui e volevo fare una domanda semplice semplice: vorrei fare una miscela di sementi di facelia borragine e sulla, secondo la vostra esperienza è possibile o ci sono controindicazioni, queste tre specie si adattano a vivere assieme o ce n'è una che prenderebbe il sopravvento?
grazie!
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB