Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


ho trovato una sala di smielatura. e ora ?
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Normativa
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
fuco_fico






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/08/09 16:50
Messaggi: 274
fuco_fico is offline 

Località: versilia





italy
MessaggioInviato: Sab Feb 06, 2010 10:08 am    Oggetto:  ho trovato una sala di smielatura. e ora ?
Descrizione:
Rispondi citando

ciao a tutti
finalmente ho trovato un apicoltora che mi affitta la sua sala di smielatura.
e ora quali sono i passi per essere in regola ?

devo denunciare gli alverari all'asl.
registro attivita' in apiario con agenda farmaci per cassa.
fare piano di autocontrollo per la smielatura
fare etichette
l'analisi melissopalinologiche per i monoflora sono obbligatorie ?

mi sono scordato qualcosa ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
davidesv

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 02/04/08 11:51
Messaggi: 2154
davidesv is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Liguria
Interessi: apicoltura




italy
MessaggioInviato: Sab Feb 06, 2010 1:44 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao FF,

hai fatto bene ad aprire questa discussione perche mi interessa molto anche a me.

Il mio socio ha un'azienda agricola in piena regola, con Partita Iva, iscrizione al registro delle imprese ecc ecc. Da quest'anno abbiamo sottoscritto una dichiarazione con un laboratorio il quale ci mette a disposizione i locali per l'invasettamento. A questo punto saremmo pronti per la vendita. In effetti neanche io conosco tutti i passi formali per poter vendere, per esempio ai negozi o sulle bancarelle. Attendiamo utenti piu esperti di noi due su questo argomento Embarassed .
La denuncia degli alveari devi farla in ogni caso, anche se produci per autoconsumo. Noi dichiariamo il numero di alveari entro Novembre di ogni anno, tramite la CIA, alla comunità montana di zona.



Ciao
Davide

_________________
one spoon of honey a day keeps the doctor away
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 10:02 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao, per la vendita presso la propria abitazione, senza strutture fisse, non serve nessun particolare passo formale. Pero' non ci deve essere negozio, bancone, etc. Non serve neanche l'iscrizione al registro delle imprese.

La vendita esterna richiede l'iscrizione al registro, ed anche l'autorizzazione del comune coinvolto (di solito una dia).
La vendita a soggetti fiscali dipende dal tuo regime IVA: in esonero (ricavi < 7000 euro) il cliente emette autofattura, e te ne da' una copia che devi conservare.
In regime agevolato o normale, emetti fattura.
Trovi piu' o meno tutto qui
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
marco







Età: 48
Registrato: 23/04/08 23:24
Messaggi: 84
marco is offline 

Località: liguria imperia




MessaggioInviato: Lun Feb 15, 2010 4:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

bravi avete aperto un bel topic,interssante,volevo porre un'altra domanda,riassumendo il tutto mi sembra di capire che se si esercita in esonero di iva basta prendere partita iva e fare domanda al comune dove si ha abitazione e poi si puo vendere il miele presso la propria abitazione,ma qual'e' il compenso che bisogna versare come viene calcolato...non so se sono riuscito a spiegarmi?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
davidesv

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 02/04/08 11:51
Messaggi: 2154
davidesv is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Liguria
Interessi: apicoltura




italy
MessaggioInviato: Lun Feb 15, 2010 4:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Da come scriveva Renzo ho capito che se vendi presso la tua abitazione , non serve nenache essere iscritto al registro di impresa , penso che pero devi aver cmq partita iva. La domanda da inoltrare al sindaco di residenza è necessaria solo se intendi fare banchetti esterni alla tua abitazione.
Perciò se vendi in casa la burocrazia pare essere snella.

Ciao
Davide

_________________
one spoon of honey a day keeps the doctor away
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Lun Feb 15, 2010 5:59 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Infatti, pero' se partecipi a fiere o vendita itinerante e' obbligatoria l'iscrizione al registro delle imprese (dlgs. n. 228 del 2001).
La partita iva e' comunque necessaria se c'e' una attivita' di vendita, ma e' la cosa piu' semplice da ottenere (e gratis).

Per Marco: non ho capito cosa intendi per "compenso". Se ti riferisci alle imposte sul reddito, in agricoltura sono coperte dal reddito agrario. Questo, per un certo quantitativo di terreno, consente di tenere un certo n. di capi (alveari, nel caso apicoltura). Se ne hai di piu', devi pagare un forfait per famiglia eccedente.
C'e' tutto sul sito di Unaapi.

Per il discorso sulla vendita itinerante, nel 2007 abbiamo avuto una lunga discussione sul forum (ora defunto) dell'Ass. Apicoltori Trentini
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
fuco_fico






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/08/09 16:50
Messaggi: 274
fuco_fico is offline 

Località: versilia





italy
MessaggioInviato: Mar Feb 16, 2010 2:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

quanto costa iscriversi al registro imprese ?
e poi a livello ASL cosa si deve fare ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Mar Feb 16, 2010 4:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

A Trento costa 88 euro/anno.
La ASL riceve la denuncia annuale alveari detenuti.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
fuco_fico






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/08/09 16:50
Messaggi: 274
fuco_fico is offline 

Località: versilia





italy
MessaggioInviato: Mar Feb 16, 2010 4:53 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

si la denuncia l'ho fatta.
forse non riesco a spiegarmi.

se viene l'asl a fare un controllo, cosa gli devo far vedere ?
cosa bisogna tenere ?
il registro dei farmaci comprati, poi ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Mar Feb 16, 2010 5:14 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non comprati, ma dei trattamenti fatti ed alimenti somministrati.
Poi c'e' la faccenda del laboratorio di smielatura, dove piu' che l'ASL c'e' da temere la visita dei NAS durante la smielatura.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
fuco_fico






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/08/09 16:50
Messaggi: 274
fuco_fico is offline 

Località: versilia





italy
MessaggioInviato: Mar Feb 16, 2010 5:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ma io come faccio a dirgli con mesi di anticipo che quel giorno sono a smielare ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
admin site

Site Admin





Età: 42
Registrato: 28/03/08 18:46
Messaggi: 790
admin site is offline 

Località: bassa reggiana




MessaggioInviato: Mar Feb 16, 2010 5:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

fuco_fico ha scritto:
si la denuncia l'ho fatta.
forse non riesco a spiegarmi.

se viene l'asl a fare un controllo, cosa gli devo far vedere ?
cosa bisogna tenere ?
il registro dei farmaci comprati, poi ?


All'ultima visita dell'USL (Dicembre 2009) mi hanno chiesto il registro dell'HACCP (dove si segnano tutte le operazioni svolte seguendo il manuale che avrai presentato e fatto vidimare dalla stessa usl), il registro dei trattamenti e controllato la tracciabilità. Poi mi hanno prelevato 3 campioni di miele, 1 per ogni lotto che avevo prodotto, per le analisi. Naturalmente hanno controllato il laboratorio, le attrezzature e la loro pulizia.Il tutto è durato 30 minuti + che altro di chiacchere e un caffè.
A volte sono meno cattivi di quanto li si immagini(ho detto a volte)

Citazione:
ma io come faccio a dirgli con mesi di anticipo che quel giorno sono a smielare ?


ma mica glielo devi comunicare!!!!

_________________
Le api volano!!!!! Ogni nostro errore si ripercuote su tutto il territorio, meglio non dimenticarlo mai.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
davidesv

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 02/04/08 11:51
Messaggi: 2154
davidesv is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Liguria
Interessi: apicoltura




italy
MessaggioInviato: Mar Feb 16, 2010 7:17 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Andrea, puoi dirmi come faccio a procurarmi il registro HACCP?
_________________
one spoon of honey a day keeps the doctor away
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Mer Feb 17, 2010 9:51 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L'interpretazione corrente della normativa HACCP prevede che, per i produttori primari, sia obbligatoria la formazione (corso HACCP) ma non sia obbligatoria la tenuta dei registri.
A questo proposito vedere il documento "Linee guida per l'apicoltura" dell'Istituto Agrario di S.Michele:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


In particolare, cito
Citazione:
il produttore primario è tenuto a rispettare i requisiti in materia di igiene previsti
dall’Allegato I del Reg. (CE) 852/2004, riportati a pagina 29, cioè deve mettere in atto tutte le procedure necessarie per evitare contaminazioni del prodotto, a partire dalla conduzione degli alveari (buone pratiche di allevamento) fi no al confezionamento del prodotto (buone pratiche di lavorazione). La nuova normativa non prevede quindi che i produttori primari debbano predisporre procedure basate sui principi del metodo HACCP (ossia implementare un “sistema” HACCP), ma prevede comunque che tali apicoltori operino “in modo igienico” e che tengano appropriate registrazioni in merito, ad esempio, alla natura e l’origine degli alimenti e dei farmaci somministrati.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
marco







Età: 48
Registrato: 23/04/08 23:24
Messaggi: 84
marco is offline 

Località: liguria imperia




MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 3:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Per Marco: non ho capito cosa intendi per "compenso". Se ti riferisci alle imposte sul reddito, in agricoltura sono coperte dal reddito agrario. Questo, per un certo quantitativo di terreno, consente di tenere un certo n. di capi (alveari, nel caso apicoltura). Se ne hai di piu', devi pagare un forfait per famiglia eccedente.


Per renzo:scusa la mia ignoranza in materia...quello che intendevo chiedere era se non pagando l'iva non bisogna pagare o versare null'altro ,se cifre forfettarie o in base a quello che si ha venduto...in buona sostanza una volta aperta iva e locale smielatura ok durante l'anno o a fine anno non si deve versare piu niente da nessuna parte?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Normativa Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008