Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


Etichette
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Normativa
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Mmarco






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 55
Registrato: 13/05/08 23:02
Messaggi: 10
Mmarco is offline 

Località: Valli_Bergamo
Interessi: hobby




italy
MessaggioInviato: Lun Set 15, 2008 8:43 pm    Oggetto:  Etichette
Descrizione:
Rispondi citando

Quali tipo di etichette utilizzate per Contrassegnare il vostro miele,come avete fatto a crearle,è possibile farle artigianalmente,mi date qualche consiglio....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Yahoo Messenger
giudice santi bicchieri








Registrato: 09/05/08 18:01
Messaggi: 43
giudice santi bicchieri is offline 

Località: sotto una robinia
Interessi: api.. moto



MessaggioInviato: Mer Set 17, 2008 6:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

usa word.. tranquillamente e poi stampa su carta adesiva.
questo se il tuo umero di vasi prodotti nn è eccessivo altrimenti vai da un qualsiasi tipografo e PAGHI...

cmq tu cosa intendi?? le etichette per la vendita al pubblico? ricordati di mettere tutti i dati che servono per legge..

_________________
IMPOSSIBLE IS NOTHING
La vita è l'oppio di cui non ci si stanca mai
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
davidesv

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 02/04/08 11:51
Messaggi: 2154
davidesv is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Liguria
Interessi: apicoltura




italy
MessaggioInviato: Lun Giu 15, 2009 11:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao,

recentemente ho avuto la necessita di mettere le etichette ai barattoli per un rapido riconoscimento di contenuto , quantità ma sopratutto anno di produzione.
Per la realizzazione ho usato open office , che uso regolamente sul pc domestico, e una stampante laser. Le etichette sono in bianco e nero semplicissime.
Su una discussione affine a questa si menzionava il DL.179 del 2004 (art. 3). Qualcuno sa di cosa parla ? Quali informazioni bisogna indicare sulla etichetta? ovviamente è obbligatoria a solo chi fornisce a negozi e vende tramite partita IVA....

Grazie
Ciao
Davide

_________________
one spoon of honey a day keeps the doctor away
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Mar Giu 16, 2009 9:19 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

davidesv ha scritto:
Ciao,

Su una discussione affine a questa si menzionava il DL.179 del 2004 (art. 3). Qualcuno sa di cosa parla ? Quali informazioni bisogna indicare sulla etichetta? ovviamente è obbligatoria a solo chi fornisce a negozi e vende tramite partita IVA....


Il decreto si trova qui
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

E l'etichettatura non e' obbligatoria solo per chi fornisce i negozi, ma per chi vende il miele a qualsiasi titolo. Si tratta di un alimento e come tale implica delle responsabilita' nei confronti del consumatore che lo acquista. L'alimento deve essere tracciabile.

Inoltre va ricordato che l'obbligo della partita IVA sussiste per tutti coloro che "vendono", cioe' che non producono solo per autoconsumo.
Non esiste la distinzione "vendita tramite partita IVA" e non (vedere
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
)

Detto questo, anche noi usiamo Open Office per le etichette, piu' qualche programmino di imaging per trattare le immagini di sfondo ed una stampantina inkject multifunzione. I fogli adesivi si trovano in commercio.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
davidesv

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 02/04/08 11:51
Messaggi: 2154
davidesv is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Liguria
Interessi: apicoltura




italy
MessaggioInviato: Mer Giu 17, 2009 1:30 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie Renzo,

il link diretto al dlgs 179 che hai postato non funziona correttamente, ma bisogna prima accedere alla pagina
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
e cliccare sul link al documento pdf.

Grazie mille per la dritta

Ciao
D.

_________________
one spoon of honey a day keeps the doctor away
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
apesolitaria81






Sesso: Sesso:Femmina
Età: 38
Registrato: 08/10/10 21:50
Messaggi: 740
apesolitaria81 is offline 

Località: Avigliano Umbro umbria 400m s.l.m
Interessi: troppi da elencare
Impiego: apicoltrice



italy
MessaggioInviato: Dom Ott 10, 2010 12:35 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao Renzo vorrei chiederti una cosa sulle etichette anche se l'ultimo post è dello scorso anno,scusa ma sono nuova Smile ho fatto un'etichetta con open-office (diciamo decente e con una foto fatta da me) poi ho xò letto sul sito della FAI che per i vasi da 1kg i caratteri devono essere di 4mm.Vale x tutte le scritte o solo x alcune?e quali? Confused lo chiedo perchè se le faccio tutte così l'etichetta diventa enorme e poi ho notato che quella che propone apitalia ha scritte piccole e le info obbligatorie non compaiono sullo stesso campo visivo come chiede la legge(il vaso è rotondo non piatto e l'etichetta molto lunga) Che mi suggerisci visto che sei un professionista della grafica? Grazie Smile
_________________
"Dio non ci dimentica mai;siamo noi che dimentichiamo Lui." Gandhi

"L'uomo è uno scolaro e il dolore il suo maestro." Gandhi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
davidesv

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 02/04/08 11:51
Messaggi: 2154
davidesv is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Liguria
Interessi: apicoltura




italy
MessaggioInviato: Dom Ott 10, 2010 12:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La misura del carattere di 4 mm è valida per tutti i formati di etichette. Come è obbligatorio la stampa dei pittogrammi relativi al riciclo vetro, alla presenza di vetro e metallo con le stesse dimensioni. Le dimensioni dettate dalla norma sono state rispettate sulle nostre etichette di misura da 1000 gr. a 250 gr.

Ciao
D.

_________________
one spoon of honey a day keeps the doctor away
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
Spostato: Dom Ott 10, 2010 12:26 pm da davidesv
da Tecniche apistiche a Normativa
apesolitaria81






Sesso: Sesso:Femmina
Età: 38
Registrato: 08/10/10 21:50
Messaggi: 740
apesolitaria81 is offline 

Località: Avigliano Umbro umbria 400m s.l.m
Interessi: troppi da elencare
Impiego: apicoltrice



italy
MessaggioInviato: Dom Ott 10, 2010 7:24 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Davideeeeeee......grazie di aver risposto xò che hai scritto? abbi pietà ma non ci ho capito nulla!!! Confused che significa le nostre etichette? Se sei di apitalia e ti sei offeso scusa ma io non voglio offendere nessuno,io parlo di me non degli altri Exclamation poi se non posso dire che la loro etichetta non mi piace scusate ancora. La legge l'ho scaricata da apitalia.net però facendo come dicono loro tutte le scritte a 4mm quando stampo ho come risultato una etichetta enorme più grande del vaso . In più ho provato a farne una sul loro sito e mi è venuto il dubbio che le scritte possano non dover essere tutte a 4mm perchè alcune mi sono sembrate più piccole,tutto qui! si ma non cacciarmi dal forum per questo! paura ciao
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
davidesv

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 02/04/08 11:51
Messaggi: 2154
davidesv is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Liguria
Interessi: apicoltura




italy
MessaggioInviato: Dom Ott 10, 2010 8:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

???????

no , non sono di Apitalia.

Con "noi" intendevo dire io e il mio socio.
Abbiamo fatto delle etichette per la nostra produzione da applicare ai vasetti. La dimensione dei caratteri di scrittura usati per le tre etichette ( 1000 gr., 500gr., 250 gr. ) sono tutte uguali senza distinzione, come anche per i disegni (pittogrammi).

Scusa se non mi sono spiegato bene.


apesolitaria81 ha scritto:
La legge l'ho scaricata da apitalia.net però facendo come dicono loro tutte le scritte a 4mm quando stampo ho come risultato una etichetta enorme più grande del vaso . In più ho provato a farne una sul loro sito e mi è venuto il dubbio che le scritte possano non dover essere tutte a 4mm perchè alcune mi sono sembrate più piccole,tutto qui! si ma non cacciarmi dal forum per questo! paura ciao


Solo il carattere delle scritte quali "Lotto di produzione", "consumanrsi pref.entro" ecc...cioè quelle "isituzionali" diciamo... devono essere di 4 mm . Le altre scritte sono libere

_________________
one spoon of honey a day keeps the doctor away
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
zack1102






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 41
Registrato: 21/05/10 12:56
Messaggi: 53
zack1102 is offline 

Località: Gorizia


Sito web: http://diarioapistico....


italy
MessaggioInviato: Lun Ott 11, 2010 10:56 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

i 4 millimetri riguardano la scrittura delle cifre del volume del contenuto del vasetto e non devono essere inferiori a 2 mm per quantità nominale fino a 50 g o ml, 3 mm per Qn tra 50 e 200, 4 mm per Qn tra 200 e 1000, 6 mm sopra i 1000 g o ml. (D.P.R. 26 maggio 1980, n. 391)
se può essere utile di posso mandare via mail delle slide sull'etichettatura del miele.

_________________
massimiliano
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger Skype
francesco_ar






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 35
Registrato: 28/06/11 11:51
Messaggi: 1917
francesco_ar is offline 

Località: Salceta di S. Agata, Arezzo - 480 m
Interessi: Api, Natura, Informatica, Moto
Impiego: Imprenditore Agricolo Professionale - Apicoltore - Libero professionista informatico
Sito web: http://www.mielesantag...


italy
MessaggioInviato: Mer Nov 09, 2011 10:12 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Per rendere più veritiera l'etichetta è legale ad oggi scrivere "Miele con prevalenza di castagno" oppure "Miele - prevalenza castagno" anziché "Miele di castagno"?
_________________
Francesco
La primavêra è ariva perché quel mandolo ha misso
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
-
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mer Nov 09, 2011 12:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Scritto così, non credo.
Se un'analisi pollinica dice che almeno il 90% del polline è di castagno (perlomeno, in base a quanto scritto
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
), allora il tuo è 'Miele di Castagno'...altrimenti è da considerarsi Millefiori.
Nel caso in cui l'analisi accerti che la maggioranza dei pollini sia di castagno (ma senza raggiungere il 90%), penso -senza alcuna certezza- che potrebbe essere possibile scrivere una cosa del tipo ' Miele Millefiori con prevalenza di castagno'.

...però...però...essendo il polline di castagno iperrappresentato, non so a che punto prenda validità l'equazione maggioranza polline castagno=maggioranza nettare castagno.
Ipotesi: 60% polline di castagno (iperrappresentato) + 30% polline di robinia (iporappresentato) --> quale sarà tra i due che ha una prevalenza di nettare? Confused

Insomma...non se ne esce malol
Bisognerebbe provare a chiedere a Lucia Piana.

Al proposito, rimanendo più o meno in tema, pongo due domande:
1- chi etichetta e vende in regola, fa fare analisi di polline, ceneri ecc.ecc. ad ogni tipo di miele che invasetta e ad ogni raccolto, per avere la certezza di scrivere in etichetta cose esattissime, oppure va a naso e magari spera che nessuno si prenda la briga di fare analizzare il suo miele?
No, perchè visti i costi di una singola analisi... gulp

2 - qualcuno sa dove trovare una tabella che riporti le diverse percentuali polliniche oltre le quali un miele può considerarsi monoflora (perchè se ho capito bene, ci sono diverse eccezioni, rispetto al generico 45%)?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
francesco_ar






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 35
Registrato: 28/06/11 11:51
Messaggi: 1917
francesco_ar is offline 

Località: Salceta di S. Agata, Arezzo - 480 m
Interessi: Api, Natura, Informatica, Moto
Impiego: Imprenditore Agricolo Professionale - Apicoltore - Libero professionista informatico
Sito web: http://www.mielesantag...


italy
MessaggioInviato: Mer Nov 09, 2011 12:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Infatti il problema è tutto lì polline/nettare.

Io di tanto in tanto faccio fare qualche analisi (non complete perché sono una mazzata).
Ad esempio quest'anno ho partecipato ai concorsi di miele e mi hanno fornito le analisi (hmf, umidità, idoneità, zuccheri, ecc.).
Quelle per i residui le ho fatte una volta (esito negativo naturalmente) e dato che non ho mai fatto uso di prodotti che lasciano residui son sicuro di quello che vendo.

L'anno scorso ho partecipato ad APENET e mi hanno analizzato miele in favo (del nido), api congelate e cera (compresi virus, spore di ceranae, ecc.). Prelievi su dieci arnie.

Certo poi il miele potrebbe essere tutto etichettato come millefiori.
Poi nell'etichetta non è obbligatorio inserire l'origine botanica basta la dicitura miele. Quindi per essere sicuro al 100% anche senza analisi melissopalinologiche metti miele e a voce dici cos'è.

_________________
Francesco
La primavêra è ariva perché quel mandolo ha misso
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
-
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
francesco_ar






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 35
Registrato: 28/06/11 11:51
Messaggi: 1917
francesco_ar is offline 

Località: Salceta di S. Agata, Arezzo - 480 m
Interessi: Api, Natura, Informatica, Moto
Impiego: Imprenditore Agricolo Professionale - Apicoltore - Libero professionista informatico
Sito web: http://www.mielesantag...


italy
MessaggioInviato: Mer Nov 09, 2011 3:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ci sono anche altri parametri che il miele deve rispettare per essere tale da poter essere etichettato come uniflorale. Ad esempio conducibilità elettrica, rapporto glucosio/fruttosio, ecc..

Altrimenti per fare miele di castagno basterebbe disciogliere polline di castagno in un miele qualsiasi e voilà il castagno è pronto...

_________________
Francesco
La primavêra è ariva perché quel mandolo ha misso
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
-
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mer Nov 09, 2011 4:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Chiaro...è proprio il motivo per cui ho posto questa domanda (ho compreso tutti i parametri nell'ecc.ecc.).

Kross ha scritto:
1- chi etichetta e vende in regola, fa fare analisi di polline, ceneri ecc.ecc. ad ogni tipo di miele che invasetta e ad ogni raccolto, per avere la certezza di scrivere in etichetta cose esattissime, oppure va a naso e magari spera che nessuno si prenda la briga di fare analizzare il suo miele?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Normativa Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008