Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


chi di voi e' IAP ?
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Normativa
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
fuco_fico






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/08/09 16:50
Messaggi: 274
fuco_fico is offline 

Località: versilia





italy
MessaggioInviato: Sab Dic 24, 2011 3:44 pm    Oggetto: Question chi di voi e' IAP ?
Descrizione:
Rispondi citando

quanto costa annualmente a livello inps essere iap ?

grazie
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
g.cassetta






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 34
Registrato: 07/05/10 00:18
Messaggi: 318
g.cassetta is offline 

Località: Molise
Interessi: Apicoltura
Impiego: Allevatore



italy
MessaggioInviato: Sab Dic 24, 2011 7:53 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dipende da che livello di reddito hai.... se non sbaglio con base imponibile di 14000 € circa, e con le vechie regole, sono 2400€ circa all' anno... ma con gli aumenti recenti penso che si arriverà a circa 2800€... perchè ti interessa saperlo?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Ven Dic 30, 2011 10:53 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

I contributi Inps sono sempre obbligatori o è possibile scegliere di non versarli, rimanendo nella legalità?
...e nel caso in cui lo Iap sia in regime di esonero Iva, cioè con reddito minore o uguale a € 7.000,00 (e senza alcun altro tipo di reddito)?

In campo fiscale sono di un'ignoranza assurda... vergogna .
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Sab Dic 31, 2011 11:06 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Contributi "opzionali" ? In Italia ? Scherziamo ? Surprised
Note:

- regime IVA e INPS non sono correlati.
- i contributi sono dovuti per attivita' agricola prevalente per tempo impiegato e reddito (> 104 giornate/anno).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Sab Dic 31, 2011 11:24 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie per la risposta, Renzo (sapevo che avrei stupito qualcuno...l'ho scritto che in materia sono una capra).

Solo una cosa...quando scrivi che 'i contributi sono dovuti per attivita' agricola prevalente per tempo impiegato e reddito (> 104 giornate/anno)' mi sorge un dubbio:

- se la mia è un'attività agricola prevalente per tempo impiegato e reddito (nel caso specifico, sarebbe la mia unica attività), ma NON raggiungo ancora le 104 giornate/anno...in questo caso sono esonerato dal versamento dei contributi (cioè, non sono dovuti)?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Sab Dic 31, 2011 12:36 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Niente contributi sotto le 104 giornate/anno (vedi sito INPS), ma non vedo in questo caso come potresti essere IAP, che prevede un'attivita' praticamente professionale (tempo, competenze, etc.).
E' la posizione degli apicoltori non professionisti con p. IVA, che producono quello che viene di solito indicato come reddito di sostegno.
Sono (eventualmente "anche") agricoltori ma non IAP.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
theflightofthebumblebee






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 03/06/09 01:38
Messaggi: 1898
theflightofthebumblebee is offline 



Impiego: Imp. Agricolo
Sito web: http://xoomer.virgilio...


NULL
MessaggioInviato: Sab Dic 31, 2011 3:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Va beh si pagano 2500 euro l'anno per i contributi, cifra importante ma una quisquilia in confronto ad altre categorie e vi assicura una pensione(ottimismo gratuito e pensione misera ma....), poi se rimanete sotto una certa cifra di fatturato non dovete manco tenere la contabilità, non mi sembra male se considerate la possibilità di autofatture e vendite di molti generi di merce!!
_________________
Arnie Melari e Coprifavi Trasparenti - Bumblebee

Marco tfotb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Dom Gen 01, 2012 4:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dipende da cosa intendi per pensione.
Con il versamento di contributi annui cosi' scarsi ed il metodo contributivo (che spalma il totale versato sugli anni di pensione) e' molto facile non superare la soglia di 1.5 volte la pensione sociale, per cui niente pensione, per piccola che sia.

Quanto alla "certa cifra di fatturato", e' di 7000 euro/anno, tutto compreso, anche autofatture emesse dai clienti. E niente recupero iva da fatture fornitori.
E le merci vendibili devono essere prevalentemente da produzione primaria.

Questione di accontentarsi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Dom Gen 01, 2012 4:23 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Anche a me non sembra male, ma ho bisogno di capire il funzionamento di alcuni aspetti.

Renzo ha scritto:
Niente contributi sotto le 104 giornate/anno (vedi sito INPS), ma non vedo in questo caso come potresti essere IAP, che prevede un'attivita' praticamente professionale (tempo, competenze, etc.).
E' la posizione degli apicoltori non professionisti con p. IVA, che producono quello che viene di solito indicato come reddito di sostegno.
Sono (eventualmente "anche") agricoltori ma non IAP.


Se io, quindi, nel 2011 avessi avuto per ipotesi 40 alveari, nessun terreno a disposizione e nessun'altra attività ed avessi etichettato e venduto regolarmente il mio miele (con partita Iva, iscrizione alla Camera di Commercio e locali a norma), rimanendo sotto i 7.000,00 € di reddito, le imposte che dovrei pagare nel 2012 si ridurrebbero all'Irpef (fatte salve altre imposte, come ad esempio un'eventuale Ici)?
E' corretto?

Non ho capito molto bene il controvalore di un'arnia in giornate lavorative...le tabelle ettaro/coltura riportate
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
dicono da 1 a 1,5 per alveare stanziale e da 1,5 a 2 per alveare nomade.
Ma... Confused ...che significa 'da... a...' ?!? Se io avessi, per esempio, 30 alveari e facessi nomadismo, a quante giornate equivarrebbero...45 o 60?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Dom Gen 01, 2012 5:28 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Kross ha scritto:

Se io, quindi, nel 2011 avessi avuto per ipotesi 40 alveari, nessun terreno a disposizione

Non conviene, senza terreno non saresti agricoltore. Mancando reddito agrario, pagheresti irpef sugli utili come per un reddito generico, assolutamente non conveniente.
Molto meglio affittare un terreno incolto (o un bosco), pagarci il reddito agrario (che sara' una miseria) ed eventualmente pagare qualcosa sull'eccedenza di alveari rispetto alla sostenibilita' di quel terreno.
Citazione:
Non ho capito molto bene il controvalore di un'arnia in giornate lavorative...le tabelle ettaro/coltura riportate
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
dicono da 1 a 1,5 per alveare stanziale e da 1,5 a 2 per alveare nomade.
Ma... Confused ...che significa 'da... a...' ?!? Se io avessi, per esempio, 30 alveari e facessi nomadismo, a quante giornate equivarrebbero...45 o 60?


Boh, le equivalenti tabelle in prov. di Trento sono piu' precise, anche se usano ore/anno
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Dom Gen 01, 2012 5:54 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Renzo ha scritto:
Non conviene...Mancando reddito agrario, pagheresti irpef sugli utili come per un reddito generico, assolutamente non conveniente.


Sì, questo (almeno questo Very Happy) lo sapevo, era giusto una situazione ipotetica. Per il 2012, che sarà il primo anno per il quale risulterò per il fisco 'agricoltore', ho già pronti un paio di boschi da affittare.

Per le giornate lavorative/alveare, chiederò in associazione.
In Coldiretti mi era stato detto 1,5 (senza distinzioni tra stanziale e nomade), poi trovi 'ste tabelle...e boh.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
theflightofthebumblebee






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 03/06/09 01:38
Messaggi: 1898
theflightofthebumblebee is offline 



Impiego: Imp. Agricolo
Sito web: http://xoomer.virgilio...


NULL
MessaggioInviato: Mer Gen 04, 2012 4:35 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Dipende da cosa intendi per pensione.
Con il versamento di contributi annui cosi' scarsi ed il metodo contributivo (che spalma il totale versato sugli anni di pensione) e' molto facile non superare la soglia di 1.5 volte la pensione sociale, per cui niente pensione, per piccola che sia
Quanto alla "certa cifra di fatturato", e' di 7000 euro/anno, tutto compreso, anche autofatture emesse dai clienti. E niente recupero iva da fatture fornitori.
E le merci vendibili devono essere prevalentemente da produzione primaria.

Questione di accontentarsi..


Tutto vero...purtroppo, e se poi uno comincia adesso è meglio che ci pensi tre volte!!
Io purtroppo è da quando ero un marmocchio che verso verso verso, e non son sicuro nemmeno di prenderla la pensione visto l'aria che tira!!!

Siamo od eravamo la categoria meno controllata!!
Diciamo che fino ad adesso essere col-diretto a me serviva per fare mille cose senza tanti rompiscatole e perlopiù al nero, ma da adesso in poi la vedo sempre più dura!!!

_________________
Arnie Melari e Coprifavi Trasparenti - Bumblebee

Marco tfotb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
mdn75






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 08/12/10 11:16
Messaggi: 70
mdn75 is offline 

Località: prov Cuneo
Interessi: apicoltura, trekking,ciclismo
Impiego: operaio



italy
MessaggioInviato: Dom Gen 29, 2012 9:02 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Siccome mi piacerebbe capire quanti alveari possono sostenere (ai fini della gestione di alveari con terreni) i terreni che posseggo , qualcuno mi sa indicare dopve posso scaricare le tabelle sulla classificazione delle varie fascie e sulla conversione in numero di alveari .
Inoltre per questi conteggi non c'è alcuna distinzione fra nuclei e famiglie?

grazie e saluti ciao
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Lun Gen 30, 2012 9:48 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Non mi risulta alcuna distinzione fra nuclei e famiglie.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
REMI






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 18/05/10 20:01
Messaggi: 733
REMI is offline 

Località: APPENNINO PARMENSE 200 m slm


Sito web: http://www.slideshare....


italy
MessaggioInviato: Lun Set 29, 2014 10:55 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Riesumo questo topic per porre una domanda:

Come avviene la fatturazione nel caso di uno IAP?

Mi spiego meglio.

Se il reddito è stabilito su base catastale, lo IAP deve/puo' emettere fattura per le derrate che vende o i servizi che eroga?

_________________
"Scaturisce dai ventri (delle api) un liquido dai diversi colori, in cui c’è guarigione per gli uomini." dal Corano
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Normativa Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008