Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


miele fermentato
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Prodotti dell'alveare
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mar Set 04, 2012 8:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non mi sembra, ma non ho fatto particolare attenzione alla presenza di tarme...domani guardo bene.
...però è tutto il melario che è nettamente più umido degli altri.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raffo

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 04/06/08 11:48
Messaggi: 3352
raffo is offline 

Località: Piacenza, apiario sull'appennino piacentino
Interessi: funghi-tartufi, ozio, apicoltura




NULL
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 9:41 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il castagno opercolato umido è un classico. Nel tuo caso ti ha fregato il gran caldo che ha fatto partire la fermentazione praticamente subito.
Se i melari non sono troppo opercolati (50-60%) di solito si iperdeumidifica la parte non opercolata per compensare la maggior umidità della parte opercolata ed avere una bassa umidità globale una volta smielato
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 10:53 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Confermo, nessun segno di tarme.

Smielando, ho cercato di porre la massima attenzione ad ogni singolo telaino...ma la domanda che ora mi gira in testa é: se qualcuno mi è 'scappato' e quindi un po' di miele in via di fermentazione è finito nella smielatura, ora che succede?
...nel senso, rischio che mi fermenti l'intero maturatore, o perchè la fermentazione prosegua deve esserci comunque un'umidità globale alta?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raffo

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 04/06/08 11:48
Messaggi: 3352
raffo is offline 

Località: Piacenza, apiario sull'appennino piacentino
Interessi: funghi-tartufi, ozio, apicoltura




NULL
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 10:55 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Giusta la seconda Smile
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 10:59 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie Raffo, un bel sollievo. great
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raffo

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 04/06/08 11:48
Messaggi: 3352
raffo is offline 

Località: Piacenza, apiario sull'appennino piacentino
Interessi: funghi-tartufi, ozio, apicoltura




NULL
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 11:24 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Tienilo comunque monitorato.
Prima che il miele raggiunga una certa omogeneità di umidità potrebbe passare del tempo.
Potrebbero esserci zone del maturatore ad umidità sufficentemente alta per consentire lo sviluppo dei lieviti con conseguente produzione di nuova acqua libera.......bla.......bla......bla.
Per esempio a volte capita che appena invasettato, il miele in controluce appaia con delle striature ad onda con linee di qualche millimetro che sembrano più luminose e linee sempre di qualche millimetro che sembrano più opache.
Questo è dovuto al diverso indice di rifrazione del miele a seconda dell'umidità.
Ovviamente la diversa umidità determina anche una diversa viscosità, quindi quando si va ad invasettare si ha un flusso di miele più denso "avvolto" in un flusso di miele meno denso, da qui la formazione delle striature che tipicamente sono visibili nella parte alta del vaso e cioè nl punto in cui tendiamo a chiudere il rubinetto per rifinire il riempimento.
nel tuo caso kross per ovviare al problema potresti tirare giù un secchio di miele ogni tanto e ributtarlo soprea favorendo il rimescolamento.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 11:53 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ok, farò così.
Pensavo anche di chiudere il maturatore non con il coperchio, ma solo con la rete in nylon del filtro a sacco, lasciare il deumidificatore acceso nei paraggi e dare una mescolata ogni giorno con un cucchiaione.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raffo

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 04/06/08 11:48
Messaggi: 3352
raffo is offline 

Località: Piacenza, apiario sull'appennino piacentino
Interessi: funghi-tartufi, ozio, apicoltura




NULL
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 12:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Se lo fai per sicurezza fai cadere una goccia di miele su una superficie pulita, se con il passare dei giorni questa goccia rimane a "pallina" ed aumenta di viscosità significa che anche il tuo miele si stà deumidificando se invece la goccia di miele si squaglia e diventa acquosa significa che anche il miele nel maturatore stà assorbendo umidità
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 12:38 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il locale dove tengo i maturatori è piuttosto piccolo (3x4), con il deumidificatore l'umidità scende velocemente per stabilizzarsi sul 43-44%...con questi valori, se non erro, il miele dovrebbe cedere e non assorbire.
In ogni caso, terrò d'occhio le goccioline che cadono dal rubinetto sul vassoio di plastica che c'è sotto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raffo

Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 04/06/08 11:48
Messaggi: 3352
raffo is offline 

Località: Piacenza, apiario sull'appennino piacentino
Interessi: funghi-tartufi, ozio, apicoltura




NULL
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 12:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vero ma le goccie ti danno un parametro visivo infallibile, se non si squagliano stai sicuro.

OT
Cambia gli OR dei rubinetti Smile e se sono di plastica cambia direttamente i rubinetti
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mer Set 05, 2012 1:54 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie ancora Raffo...OR tutti nuovi di quest'anno e rubinetti un po' in plastica un po' in acciaio: le poche gocce che scendono, scendono nelle prime ore dopo avere invasettato qualche barattolo (in pratica, è il poco miele che rimane fuori dopo avere chiuso).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Kross






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 12/10/10 19:32
Messaggi: 1758
Kross is offline 

Località: Roero - Piemonte - 200/350 m slm





jamaica
MessaggioInviato: Mar Set 18, 2012 9:46 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Aggiornamento: da un paio di settimane a questa parte, tolgo un paio di secchi al giorno e li ri-rovescio nel maturatore, usando comunque sempre il doppio filtro, a rete e a sacco, non tanto per pulirlo, ma per fare in modo che una maggior quantità di miele venga a contatto con l'aria.

Sto tenendo il maturatore sempre aperto, con il filtro sopra (tanto prima di invasettare rifiltrerò il tutto passando il miele poco per volta nel maturatore piccolo, da 50).
L'umidità del locale è stabile sul 41-42%.
Ieri ho provato con il rifrattometro a misurare l'umidità del miele in uscita dal maturatore ed in alto, prendendone una goccia subito sotto la schiuma...entrambe le misurazioni mi hanno dato un'umidità al 18%.

Che ne pensate, continuo ancora per un po' di tempo?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
miss bell82






Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 31/03/12 15:35
Messaggi: 89
miss bell82 is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Nov 01, 2012 10:37 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ragazzi, riprendo questa discussione per chiedervi:
-il miele fermentato può essere utilizzato per preparare dolci senza rischi? Leggevo qualche post prima che lo si impiega in pasticceria. Il mio, che risale a circa un anno fa, è meglio buttarlo?
-si può utilizzare in altra maniera, per preparare candito o altro?
Mi affido alla vostra esperienza.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
apepigna






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 47
Registrato: 16/06/09 18:57
Messaggi: 1801
apepigna is offline 

Località: udine
Interessi: falegnameria, fotografia, orto-frutticUltura, pallacanestro




NULL
MessaggioInviato: Gio Nov 01, 2012 7:02 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Alle api non lo darei....
meglio usarlo per i dolci...
o per i biscotti
Io personalmente l'ho usato per fare biscotti.
ciao

_________________
gianluca
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Silvia Marchiol






Sesso: Sesso:Femmina
Età: 48
Registrato: 23/04/10 16:42
Messaggi: 2192
Silvia Marchiol is offline 

Località: Torino 488 m s.l.m.





NULL
MessaggioInviato: Gio Nov 01, 2012 9:04 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Prima di impiegarlo lo pastorizzerei per fermare la proliferazione di lieviti e limitare l'alterazione del prodotto. Su "Conoscere il miele" di Sabatini-Bortolotti-Marcazzan c'è scritto: rapido innalzamento della temperatura del prodotto, fino a raggiungere il valore di 72°, il mantenimento di tale temperatura per circa 6 minuti e infine un rapido raffreddamento della massa di miele trattato, fino a circa 40° C.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Prodotti dell'alveare Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 5 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008