Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


Aethina tumida - Nuova minaccia per le api
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 30, 31, 32, 33  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Avversità delle api
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
straker






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 05/03/15 22:29
Messaggi: 36
straker is offline 




Sito web: http://www.falispabian...


italy
MessaggioInviato: Mer Set 30, 2015 10:38 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

carramba che sorpresa !!!
è stato trovato il canale di riproduzione molto difficile da scovare. pensate un po' ...
SI RIPRODUCE NELLE FAMIGLIE DI API !!!
provvedo subito a segnalarlo all'izs e al ministero
riguardo all'ipotesi, suggerita non so da chi, che il ritrovamento del coleottero sia conseguente ad un nuovo arrivo (non sto scherzando, è stato detto proprio così), proporrò al ministero che sul rogo mettano pure guglielmo di occam
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
nomeutente






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 43
Registrato: 18/07/14 13:01
Messaggi: 269
nomeutente is offline 

Località: alta irpinia





italy
MessaggioInviato: Mer Set 30, 2015 10:41 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

l'ipotesi di un nuovo arrivo del coleottero, dati ufficiali di monitoraggio alla mano (periodo buio durato quasi un anno), è senz'altro sensata

inutile nascondersi, si tratta infatti di un'ipotesi tutt'ora in campo

_________________
vola, raccogli, feconda, ritorna
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
boca






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 28/12/11 20:20
Messaggi: 464
boca is offline 

Località: Provincia di Varese
Interessi: Elettronica, Economia




hungary
MessaggioInviato: Mer Set 30, 2015 2:23 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

straker ha scritto:
è stato trovato il canale di riproduzione molto difficile da scovare. pensate un po' ...
SI RIPRODUCE NELLE FAMIGLIE DI API !!!


Secondo me la situazione non è tanto semplice.
Credo che AT si nasconde e riproduce nei nidi dei bombi, e in questo periodo quando i nidi dei bombi spariscono, entrano nelle arnie di api.

Con is soldi che diamo all'esercito di burocrati per molestare la gente produttiva, si dovrebbe assumere ricercatori creativi e giovani per trovare le risposte alle domande vere che sono nell'aria.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Hertz






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 34
Registrato: 31/10/13 11:06
Messaggi: 161
Hertz is offline 







italy
MessaggioInviato: Mer Set 30, 2015 2:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

boca ha scritto:
straker ha scritto:
è stato trovato il canale di riproduzione molto difficile da scovare. pensate un po' ...
SI RIPRODUCE NELLE FAMIGLIE DI API !!!

Secondo me la situazione non è tanto semplice.
Credo che AT si nasconde e riproduce nei nidi dei bombi, e in questo periodo quando i nidi dei bombi spariscono, entrano nelle arnie di api.
Con is soldi che diamo all'esercito di burocrati per molestare la gente produttiva, si dovrebbe assumere ricercatori creativi e giovani per trovare le risposte alle domande vere che sono nell'aria.

hai perfettamente ragione
c'è uno studio (probabilmente ce ne sono diversi io avevo letto solo questo tempo fa) americano che affronta il tema dell'attrazione di AT sia per la ben nota apis mellifera sia purtroppo come scrivi del genere Bombus, li si accennava ad ipotesi simili, purtroppo non ho salvato quel pdf ma con un po di pazienza si possono trovare online, spesso consultabili liberamente o al massimo parzialmente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
straker






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 05/03/15 22:29
Messaggi: 36
straker is offline 




Sito web: http://www.falispabian...


italy
MessaggioInviato: Mer Set 30, 2015 8:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

è ben noto a chiunque conosca minimamente il problema che il coleottero si riproduce nelle famiglie di api, bombi, che può sopravvivere ma probabilmente non riprodursi su frutta ecc. ... quello che (semplificando evidentemente troppo per permettere la comprensione a tutti, e questo è un mio errore) intendevo dire è che oggi soggetti anche pagati da noi ipotizzano quale spiegazione del fallimento un secondo avvento della bestiola
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Memphe






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 36
Registrato: 04/11/14 14:29
Messaggi: 150
Memphe is offline 

Località: marostica





italy
MessaggioInviato: Mer Set 30, 2015 9:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Concordo con Straker, e comunque secondo arrivo o no nonostante le migliaia di famiglie bruciate l'aethina c'è ancora, con tutto quel che ne consegue.
_________________
Ut sementem feceris, ita metes

Cicerone
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
nomeutente






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 43
Registrato: 18/07/14 13:01
Messaggi: 269
nomeutente is offline 

Località: alta irpinia





italy
MessaggioInviato: Gio Ott 01, 2015 7:58 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

affermare è una cosa, ipotizzare un'altra

si può ad esempio affermare che, tutt'oggi, non si conosce come l'aethina sia giunta in calabria

si può, al pari, ipotizzare che questo porto di approdo sia tutt'ora aperto

tra l'altro credo non sia ancora stato ufficializzato se si tratta di qualche ceppo africano, australiano o americano, né se gli esemplari rinvenuti in questo autunno sono della stessa stirpe di quelli rilevati l'anno scorso

questa ipotesi appunto, seppure sia solo una tra quelle possibili e forse una delle meno probabili, è però supportata dal fatto che, nonostante le numerose visite e verifiche degli apiari collocati nell'area interessata, per quasi un anno non è mai stato rilevato un coleottero adulto, né tanto meno in forma larvale

altra ipotesi ad esempio, è quella che qualche apicoltore interessato dal problema abbia preferito gestirsi l'affare da solo, operando in tal modo in chiara illegalità e contribuendo a determinare quello che potrebbe essere il fallimento del tentativo di eradicazione promosso dall'autorità sanitaria, tentativo attuato coerentemente al quadro giuridico nazionale ed internazionale (fino a prova contraria)

chiudo riportando una nota tratta dal seguente articolo
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Gli adulti possono sopravvivere per due settimane senza cibo e acqua, 50 giorni su favi usati e diversi mesi sulla frutta."

_________________
vola, raccogli, feconda, ritorna
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
boca






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 45
Registrato: 28/12/11 20:20
Messaggi: 464
boca is offline 

Località: Provincia di Varese
Interessi: Elettronica, Economia




hungary
MessaggioInviato: Gio Ott 01, 2015 9:37 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

straker ha scritto:
è ben noto a chiunque conosca minimamente il problema che il coleottero si riproduce nelle famiglie di api, bombi...


Salti da un affermazione a quell'opposta senza la minima evidenza.

Per quanto io sappia AT si è riprodotta in nidi di bombi artificiali (tra l'altro di una specie nord americana), ma nessuno lo ha mai osservato in un nido selvatico.
Se conosci dei studi che indicano che AT è stato osservato in famiglie selvatiche di una specie europea mandami per favore l'articolo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
straker






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 05/03/15 22:29
Messaggi: 36
straker is offline 




Sito web: http://www.falispabian...


italy
MessaggioInviato: Gio Ott 01, 2015 10:33 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

evidentemente non riesco a esprimermi. deve essere un limite mio. me ne farò una ragione
in letteratura si parla di bombus impatiens, non cito gli articoli perché non ho il tempo e perché già li conosci
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
zeneize






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 10/09/13 16:26
Messaggi: 27
zeneize is offline 

Località: Casarza Ligure
Interessi: mtb, funghi, escursionismo
Impiego: libero professionista



italy
MessaggioInviato: Ven Ott 16, 2015 9:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

siamo giunti a 15 casi confermati...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
il moltiplicatore






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 56
Registrato: 23/04/12 19:40
Messaggi: 1778
il moltiplicatore is offline 

Località: Diano Marina (IM)
Interessi: Piante da frutta sub-tropicali, api




italy
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2015 6:53 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

[quote="nomeutente"]affermare è una cosa, ipotizzare un'altra

si può ad esempio affermare che, tutt'oggi, non si conosce come l'aethina sia giunta in calabria

si può, al pari, ipotizzare che questo porto di approdo sia tutt'ora aperto

............altra ipotesi ad esempio, è quella che qualche apicoltore interessato dal problema abbia preferito gestirsi l'affare da solo, operando in tal modo in chiara illegalità e contribuendo a determinare quello che potrebbe essere il fallimento del tentativo di eradicazione promosso dall'autorità sanitaria, tentativo attuato coerentemente al quadro giuridico nazionale ed internazionale (fino a prova contraria)

chiudo riportando una nota tratta dal seguente articolo [url]http://www.apicolturangrisani.it/wikiapicoltura/index.php?title=Aethina_tumida[/url]

"Gli adulti possono sopravvivere per due settimane senza cibo e acqua, 50 giorni su favi usati e diversi mesi sulla frutta."[/quote]
Come si può pensare di poterla eradicare bruciano gli alveari, oltre alla frutta, non ci sono sciami in trochi di piante, muri ecc? Anche se si bruciassero tutti gli alveari allevati, quelli selvatici chi li va a trovare e a bruciare?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
nomeutente






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 43
Registrato: 18/07/14 13:01
Messaggi: 269
nomeutente is offline 

Località: alta irpinia





italy
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2015 3:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Infatti, anche a mio parere, uno dei problemi fondamentali e generali della sanità "apistica" è proprio legato alla numerosa presenza di sciami selvatici, incontrollati ed incontrollabili.

Sta di fatto che, finora, i nuovi casi di aethina sono contenuti nella zona rossa.

È verosimile che qualche coleottero sia riuscito a sopravvivere in qualche sciame selvatico e che sia riuscito a prendere il sopravvento e riprodursi con il naturale collasso della famiglia ospitante dovuto all'infestazione di varroa.

_________________
vola, raccogli, feconda, ritorna
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
zifio81






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 38
Registrato: 12/03/15 12:18
Messaggi: 52
zifio81 is offline 

Località: sicilia ovest
Interessi: mare, frutti tropicali, funghi, natura




italy
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2015 4:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

facendo un confronto con l'anno scorso alla stessa data per il 2014 avevamo 42 casi confermati
quest'anno 16...
penso anch'io che ciò sia dovuto a famiglie selvatiche...

_________________
_____________
Benedetto
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
il moltiplicatore






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 56
Registrato: 23/04/12 19:40
Messaggi: 1778
il moltiplicatore is offline 

Località: Diano Marina (IM)
Interessi: Piante da frutta sub-tropicali, api




italy
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2015 6:47 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

[quote="nomeutente"]....................

È verosimile che qualche coleottero sia riuscito a sopravvivere in qualche sciame selvatico e che sia riuscito a prendere il sopravvento e riprodursi con il naturale collasso della famiglia ospitante dovuto all'infestazione di varroa.[/quote]
MA CHI ERA / è A FAVORE DEI ROGHI NON LO SAPEVA GIà PRIMA?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
nomeutente






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 43
Registrato: 18/07/14 13:01
Messaggi: 269
nomeutente is offline 

Località: alta irpinia





italy
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2015 8:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

@ il moltiplicatore

credo proprio di sì

i saputelli non stanno infatti solo tra gli apicoltori

sta di fatto che la strategia del contenimento ed il tentativo di eradicazione per mezzo di roghi di apiari è quella tutt'ora vigente

e ció, sottolineamolo ancora una volta, nonostante le gravi difficoltà legate alla scarsa collaborazione di tanti addetti

è chiaro che tutto può cambiare da un momento all'altro qualora si rilevassero casi di aethina fuori zona rossa

chissà, forse anche in liguria fra qualche anno si parlerà delle bombe esplosive degli sciami selvatici.....e della fine di molte aziende dedite all'allevamento di regine

_________________
vola, raccogli, feconda, ritorna
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Avversità delle api Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 30, 31, 32, 33  Successivo
Pagina 31 di 33

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008