Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


Acacia 2015
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Flora
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
aperitivato






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 36
Registrato: 25/07/13 16:27
Messaggi: 429
aperitivato is offline 

Località: Provincia Varese (Laghi)


Sito web: http://www.facebook.co...


italy
MessaggioInviato: Lun Apr 27, 2015 9:47 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ho trovato questo:

Citazione:
Molti fattori esterni come la temperatura, la pioggia e la luce solare possono
influenzare la secrezione nettarifera. La temperatura bassa per esempio tende a far
ritardare il momento dell’inizio della secrezione, la pioggia o l’alta umidità a modificare
i valori della concentrazione zuccherina e l’esposizione diretta alla luce ad
incrementare il tasso di secrezione (Crueden et al., 1983). Anche il vento sembra
influenzare la quantità e la concentrazione del néttare favorendo i processi di evaporazione
(Pinzauti, 1986).
Il ritmo di secrezione nettarifera può essere in alcune specie endogeno e messo in
relazione alle attività degli impollinatori (Kradelfer e Erhardt, 1995).
La raccolta del néttare da parte del pronubo coincide con la massima produzione di
polline da parte del fiore così da soddisfare le esigenze riproduttive della pianta stessa.
In effetti, i fiori impollinati da pipistrelli e uccelli producono una quantità di néttare
nettamente superiore rispetto ai fiori impollinati da piccoli animali quali api, farfalle
e mosche. Tant’è vero che esiste una differenza di secrezione del néttare tra giorno
e notte, per cui fiori impollinati da animali diurni producono néttare durante il giorno,
mentre fiori impollinati da animali notturni producono néttare durante la notte.


Sul sito:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Poi, se trovo altro nei mille libri di botanica qui da me, ti faccio sapere.
Da noi, un vecchio apicoltore ancora in forze e galoppino dell'associaz. apicoltori della mia provincia, (se non ricordo male) sostiene che i raccolti migliori sono quelli di annate in cui c'è stato un autunno precedente particolarmente piovoso o una pre-fioritura particolarmente in umido.

_________________
"Dicembre gelato, non va disprezzato."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
spinus73






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 46
Registrato: 23/10/14 20:19
Messaggi: 572
spinus73 is offline 

Località: Fara Gera d'Adda (BG)
Interessi: Spazi verdi, funghi e A.R.
Impiego: Apicoltore
Sito web: http://www.addamiele.it/.


italy
MessaggioInviato: Mar Apr 28, 2015 7:56 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Questa è la foto della piantina di cui vi parlavo ieri...notate quanti grappoli di boccioli stanno fiorendo nonostante la sua precocie età.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


La pianta in oggetto è esposta a Sud, dinnanzi a lei il campo già seminato è di Mais l'apertura totale permette che possa assorbire i raggi solari per parecchie ore al giorno, questo secondo me un'altro fattore decisivo per la vigorosità della stessa, penso che se fosse stata ubicata nel centro del bosco il risultato sarebbe stato diverso, questa è una mia considerazione.

_________________
Luca
------------------------------------------------------
È difficile creare idee, è facile creare parole
------------------------------------------------------
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
REMI






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 18/05/10 20:01
Messaggi: 733
REMI is offline 

Località: APPENNINO PARMENSE 200 m slm


Sito web: http://www.slideshare....


italy
MessaggioInviato: Mar Apr 28, 2015 10:21 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie Aperitivato. Era proprio il documento che non riuscivo più a trovare.
_________________
"Scaturisce dai ventri (delle api) un liquido dai diversi colori, in cui c’è guarigione per gli uomini." dal Corano
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
aperitivato






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 36
Registrato: 25/07/13 16:27
Messaggi: 429
aperitivato is offline 

Località: Provincia Varese (Laghi)


Sito web: http://www.facebook.co...


italy
MessaggioInviato: Mar Apr 28, 2015 7:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Se dalle vostre parti trovate dei fiori di robinia in posti dove non ci sono boschi, Tranquilli... È quella del varesotto che è arrivata li con questa minch.a di vento...
_________________
"Dicembre gelato, non va disprezzato."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
spinus73






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 46
Registrato: 23/10/14 20:19
Messaggi: 572
spinus73 is offline 

Località: Fara Gera d'Adda (BG)
Interessi: Spazi verdi, funghi e A.R.
Impiego: Apicoltore
Sito web: http://www.addamiele.it/.


italy
MessaggioInviato: Mar Apr 28, 2015 8:24 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ahahah ahahah ahahah ahahah ahahah fantasma
_________________
Luca
------------------------------------------------------
È difficile creare idee, è facile creare parole
------------------------------------------------------
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
filippo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 42
Registrato: 15/08/10 06:46
Messaggi: 479
filippo is offline 

Località: lecco
Interessi: vigna e pesca
Impiego: metalmeccanico
Sito web: http://www.atalantini.com


italy
MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 8:46 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao ragazzi .avete già iniziato a raccogliere l'acacia? Dopo quanti giorni dalla fioritura inizia a dare nettare la pianta?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
aperitivato






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 36
Registrato: 25/07/13 16:27
Messaggi: 429
aperitivato is offline 

Località: Provincia Varese (Laghi)


Sito web: http://www.facebook.co...


italy
MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 9:39 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Circa 7 giorni dalla comparsa dei fiori dove vedi il peduncolo ancora scuro del fiore...
Però in arboricoltura, le fasi fenologiche sono determinate dai "gradi giorno". Ogni fase fenologica necessita di un tot di gradi giorno per realizzarsi. Quindi il fattore principale, ma non l'unico, a determinare il tempo necessario al raggiungimento di una fase, è la temperatura.
Se non sbaglio la secrezione dura 4 giorni circa. La scalarità della fioritura permette di averla anche per 15 giorni.

_________________
"Dicembre gelato, non va disprezzato."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
REMI






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 18/05/10 20:01
Messaggi: 733
REMI is offline 

Località: APPENNINO PARMENSE 200 m slm


Sito web: http://www.slideshare....


italy
MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 10:21 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sul ruolo della temperatura nell'influenzare la produzione di nettare ho trovato questo link:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
"Scaturisce dai ventri (delle api) un liquido dai diversi colori, in cui c’è guarigione per gli uomini." dal Corano
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Hertz






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 34
Registrato: 31/10/13 11:06
Messaggi: 161
Hertz is offline 







italy
MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 11:47 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

in apicoltura sono un pivello Razz
ma ti posso semplificare che per quasi tutte le funzioni vegetali tra cui la produzione di nettare/polline (ma non solo) la situzione migliore per le piante comunemente presenti nel nostro areale è:

notte: pioggia moderata (classico acquazzone notturno) ogni tot giorni (dipende molto dal tipo di suolo) con ventilazione, termiche non inferiori al 10°C

giorno: cielo sereno (o nuvoloso, ma senza precipitazioni), assenza di vento, termiche non inferiori al 20°C (e non superiori ai 30°C quando spesso le piante cominciano ad andare in stasi per evitare l'eccessiva traspirazione)

il link di REMI spiega i processi, ma non entra nel merito, anche perchè i fattoi che andrebbero considerati sono una enormità, nel nostro caso e visto il topic si potrebbero ridurre alla specie -> Robinia (una sforbiciata notevole di variabili) che se non sbaglio è una leguminosa (fabacea), magari partire da qui per una ricerca in merito, un pò più specifica, cosa piace a una pianta del genere? leggo e suppongo...

sole, tanto sole, quindi meglio se siano piante ben diradate e senza fattori ombreggianti (e vista l'origine direi che non ha timore di termiche strane, alte o basse che siano), terreni sciolti (ergo può incorrere in rischi idrici se piove troppo e/o su suoli asfittici e argillosi), il fatto che si trovi scritto che ama una reazione subacida (quindi intorno al ph 6) è indicativa, ma come in molte fabacee, credo sia anche la Robinia "di bocca buona" e finchè non abbia reazioni del ph da brughiera scozzese o alcaline, non ci siano problemi particolari.

Leggo che in italia vegeta dal mare fino ai 1000 metri di quota, prediligendo sole a ridosso di corsi d'acqua in pianura, e valli ombrose in montagna, mi fa quindi pensare che soffra la ventilazione eccessiva e sia gia di per se propensa ad una intensa traspirazione fogliare (non a caso si accresce rapidamente) e che preferisca quindi ambienti freschi ed umidi.

La fioritura inizia dai 140 ai 160 gradi giorno, e si prolunga per non più di 10 giorni (da wikipedia) dove specifica che la produzione di nettare nei fiori di Robinia non è costante tra gli anni e porta ad esempio che in Ohio un buon flusso di nettare si alterna a fasi scarse ogni 5 anni.
Negli States, luogo di origine (sud-est degli stati uniti) le Robinie più longeve sono sui monti, ma specifica che il fattore deterinante (alla scarsa longevità e produttività nel resto del paese) è data da questo poco simpatico insetto (Megacyllene robiniae) e non certo dalla fisiologia della pianta che invece com'è noto si adatta a molti ambienti (purchè umidi e soleggiati).

ne deduco (ad esempio) che da me probabilmente i fattori che limitano l'acacia siano: l'aridità, un suolo tendenzialmente argilloso (il sacro galestro ottimo per le viti da vino) e ad esclusione dei fossi direi il rischio di giornate molto ventose specialmente sulle sommità dei colli.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
cris1






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 09/04/12 19:12
Messaggi: 504
cris1 is offline 

Località: montelabbate (pu)
Interessi: apicoltura,orto,animali da cortile
Impiego: impiegato



italy
MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 10:44 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Shocked Shocked
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
aperitivato






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 36
Registrato: 25/07/13 16:27
Messaggi: 429
aperitivato is offline 

Località: Provincia Varese (Laghi)


Sito web: http://www.facebook.co...


italy
MessaggioInviato: Ven Mag 01, 2015 2:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grande Hertz.
Bellissima spiegazione! Grazie! Wink
Una cosa che ho trovato su una tesi di dottorato di ricerca di una ragazza, sulla robinia è l'analisi della produzione del nettare in funzione dell'antesi.
Cioè, quando il fiore si apre completamente, inizia l'antesi e la formazione di nettare.
L'antesi dura 6 giorni, poi il fiore va in senescenza e cade.
Nei primi 2-4 giorni di antesi, la produzione di nettare è piccola, solo i bombi riescono ad infilarsi nel fiore e aprire i petali. Le api lo visitano quando è senescente e oppone meno resistenza allo spostamento dei petali.
La produzione di nettare è proporzionale alla vecchiaia del fiore.

Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Fiori di Robinia pseudoacacia a differenti stadi di sviluppo: da sinistra a
destra:
Fiore chiuso; pre-antesi: si inizia a separare il vessillo dalla carena; 3° giorno di antesi:
le ali non sono molto separate dalla carena e il vessillo è ben disteso; 5° giorno di antesi:
i vari pezzi fiorali (carena, ali e vessillo) sono ben distesi e separati l’uno dall’altro; fiore
senescente: il pistillo emerge dalla carena, le ali e il vessillo tendono ad un colore giallo
e sono grinzosi.

Dott.ssa. Sara Barbi

_________________
"Dicembre gelato, non va disprezzato."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
filippo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 42
Registrato: 15/08/10 06:46
Messaggi: 479
filippo is offline 

Località: lecco
Interessi: vigna e pesca
Impiego: metalmeccanico
Sito web: http://www.atalantini.com


italy
MessaggioInviato: Ven Mag 01, 2015 3:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Complimenti a tutti per la splendida ricerca!!!!

Gli apicoltori dovrebbero frequentare anche i corsi di botanica per capire meglio la vita dei fiori.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
aperitivato






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 36
Registrato: 25/07/13 16:27
Messaggi: 429
aperitivato is offline 

Località: Provincia Varese (Laghi)


Sito web: http://www.facebook.co...


italy
MessaggioInviato: Mar Mag 05, 2015 5:48 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Giusto per fare 2 conti a livello di ABC dell'apicoltore...

Il primo fiore bianco (e piccolo) sulla robinia, l'ho visto qui il 23 aprile.
Era poca roba e concentrata sulla parte alta e meglio esposta della pianta.
Diciamo che in 500 m lineari, solo una pianta in quel momento presentava quelle caratteristiche.
La fioritura grossa ovvero del 50-60% delle piante l'ho osservata settimana scorsa, giovedì 30 aprile, per la precisione. Qualche pianta comunque ancora non era in fiore, ma aveva solo gli abbozzi fiorali (le spighette verdi da cui nasceranno i fiori).
Il 50-60% trattavasi comunque di fiori al primo stadio guardando le foto precedenti. Cioè in pre-fioritura.
Sabato cominciavano a portare qualcosa nell'alveare, ma il grosso afflusso anche nei melari è iniziato tra ieri ed oggi. Considerando che il venerdì 1 maggio pioveva, sabato 2 c'era il sole, domenica pioggia (ma con gran movimento NON purificatorio) fino a ieri mattina, e da ieri pomeriggio il cielo concede le bottinature.
Notare che fino a ieri sulle piante l'afflusso di api era basso, oggi è aumentato.
Oggi saranno un 70-80 % le piante fiorite, di cui ancora molte dovranno arrivare alla famosa senescenza che ne permette la suzione alle api.

Concludendo, dai primi fiori bianchi, piccoli e chiusi, all'importazione seria, passano dai 7 ai 10 giorni.
Da quel momento, secondo me, ci sono altri 10-15 giorni di flusso importante, poi arrivederci.
Diciamo che iphen ha sbagliato solo di qualche giorno, ma il grosso è arrivato giusto, nella prima decade di maggio.
Concordate? Esperienze?

Ah dimenticavo...

In ciapet alla balena a tutti.
Non aggiungo altro.

_________________
"Dicembre gelato, non va disprezzato."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
francapi








Registrato: 04/04/08 21:20
Messaggi: 114
francapi is offline 

Località: Novara

Impiego: apicoltore professionista



NULL
MessaggioInviato: Mar Mag 05, 2015 6:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Apiario su acacia precoce domani secondo melario su tutte ....direi che ci siamo..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
admin site

Site Admin





Età: 42
Registrato: 28/03/08 18:46
Messaggi: 790
admin site is offline 

Località: bassa reggiana




MessaggioInviato: Mar Mag 05, 2015 6:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

l'iphen ha sbagliato la prima cartina di 10 giorni come poi ammesso da loro stessi nell'emissione della seconda. Il problema è stato probabilmente che le segnalazioni che gli pervenivano sono state fatte sulle piante più in ritardo e non sulla media. Una fioritura così scalare d'altronde fatico a ricordarmela.

Concordo con il tuo calendario anche per quanto riguarda le prime colline parmensi dove ho portato le api. Il grosso del bottinamento dovrebbe essere iniziato lunedì

_________________
Le api volano!!!!! Ogni nostro errore si ripercuote su tutto il territorio, meglio non dimenticarlo mai.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Flora Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 2 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008