Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


Acido ossalico
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 92, 93, 94  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Avversità delle api
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
meloinfiore






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 72
Registrato: 03/10/08 12:43
Messaggi: 319
meloinfiore is offline 

Località: Malè - Trento

Impiego: Pensionato (ex pubblico dipendente)



NULL
MessaggioInviato: Mar Ott 07, 2008 5:48 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Nel 2007 ho fatto il tampone con il Var e nell'autunno una serie di ossalico subblimato (6 per la precisione) fino a caduta 0. Questa primavera nulla in quanto non c'erano cadute. Il formico l'ho scelto perche non uso prodotti di sintesi e per ruotare gli antivarroa. Penso che la scarsa caduta sia da attribuire alla presenza ridotta dell'acaro all'interno dell'apiario (confermata dallo stato delle api, assenza di malformazioni negli insetti, non presenza di varroa nelle celle fuco disopercolate per verifica, non presenza di acari nel cassetto). Non so spiegarmi questa situazione, ma me ne compiaccio! Non ho avuto una sciamatura anomala ..... forse il clima un po' avverso ha bloccato il normale sviluppo delle famiglie in certi momenti ... inftti miele poco!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Mar Ott 07, 2008 6:48 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Noi, sempre in Trentino, nel 2007 abbiamo fatto lo stesso, ma quest'anno abbiamo provato l'ossalico sublimato come unico metodo di contrasto alla varroa.
Niente caduta in primavera, niente caduta fra acacia e castagno, ma caduta massiccia (almeno per qualche famiglia) in agosto/settembre.
Roba tipo parecchie migliaia su alcune famiglie, che hanno richiesto almeno 12 interventi col sublimato distanziati 3/4 giorni.
La cosa piu' impressionante (e che non mi spiego) e' l'aumento incredibile in luglio/agosto.
Adesso c'e' poca covata opercolata, e un ulteriore trattamento di questi giorni ha provocato una caduta max. di un centinaio, nei casi peggiori.
A novembre, con covata zero, faremo la pulizia definitiva.
Le famiglie sono numerose, con molte scorte (abbiamo nutrito per due settimane),
ma l'unica conclusione possibile e' che non si puo' abbassare la guardia e che e' finito il tempo dei trattamenti a calendario.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Franz






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 06/06/08 21:44
Messaggi: 1404
Franz is offline 

Località: Pesche 732 m slm --sull'appennino molisano
Interessi: Natura, meteo, calcio, pesca, api, atletica etc...
Impiego: Fisioterapista



italy
MessaggioInviato: Gio Ott 09, 2008 8:23 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ma è dannoso per le api l'acido ossalico se lo uso ora, nonostante ci sia ancora un pò di covata e nuovamente a novembre?
Io non lo spruzzo ma metto 5 cc sopra i favi!

_________________
Mi è dolce capire che sono parte di una immensa vita, che generosa risplende intorno a me.

__________

Se sapeste quanto vi amo piangereste di gioia. Medjugorje 25/06/1983
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Gio Ott 09, 2008 9:40 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Se c'e' ancora covata mi sembra inutile, visto che lo dovrai ripetere a breve.
L'ossalico liquido (spruzzato o meno) invecchia le api (e' tossico perche' lo zucchero con cui si mescola le invita a nutrirsene) e non andrebbe ripetuto in tempi ravvicinati.
Credo sia molto meglio aspettare la fine della covata, in novembre.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Franz






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 39
Registrato: 06/06/08 21:44
Messaggi: 1404
Franz is offline 

Località: Pesche 732 m slm --sull'appennino molisano
Interessi: Natura, meteo, calcio, pesca, api, atletica etc...
Impiego: Fisioterapista



italy
MessaggioInviato: Gio Ott 09, 2008 5:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L'anno scorso l'ho solo sgocciolato sui favi con una siringa senza unirlo allo zucchero! Ho sbagliato vero o fa lo stesso?
Per quest'anno quale proporzione devo usare?

_________________
Mi è dolce capire che sono parte di una immensa vita, che generosa risplende intorno a me.

__________

Se sapeste quanto vi amo piangereste di gioia. Medjugorje 25/06/1983
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
stefanoada






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 48
Registrato: 14/05/08 15:57
Messaggi: 3045
stefanoada is offline 

Località: monzuno(bo) 250slm
Interessi: orto-pollame vario-energie alternative in genere
Impiego: impiegato



italy
MessaggioInviato: Gio Ott 09, 2008 6:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ho trovato questo:

AUTUNNALE Da eseguire in novembre –dicembre Attendere l’assenza della covata opercolata ACIDO OSSALICO SOLUZIONE ZUCCHERINA
1 litro di acqua
1 kg di zucchero
100 gr di Ac.
ossalico
50 ml / alveare
5 ml di soluzione
zuccherina di acido
ossalico gocciolata con
una siringa graduata
nell’interfavo popolato da
api.
1 unico trattamento
In assenza di
melario e in
assenza di glomere
invernale.
Non somministrare
più di 50 ml per
alveare.
Attenzione:
trattamenti
ripetuti provocano
spopolamento degli alveari
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
ezze






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 46
Registrato: 03/06/08 11:47
Messaggi: 123
ezze is offline 

Località: Torino

Impiego: Impiegato tecnico



italy
MessaggioInviato: Lun Ott 13, 2008 5:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao amici,
a proposito di ossalico: io ho avuto modo di ascoltare una lezione del già citato Prof.Nanetti (che pare sia il più grande esperto di varroa in ambito europeo).

Sono state fatte centinaia di sperimentazioni per la lotta alla varroa e sarebbe troppo lungo riassumere ciò che ho potuto apprendere ma in sostanza il metodo più efficace per la lotta alla famigerata varroa è:

trattamento tampone estivo con Api Life Var a inizio agosto per 3 settimane (4 sarebbe auspicabile) + acido ossalico GOCCIOLATO tra fine ottobre e inizio novembre - in assenza di covata, in proporzione 100-100-10 cioè
100 g di zucchero miscelati a caldo (tiepido) in 100 ml di acqua distillata, quando completamente sciolto aggiungere 10 g di acido ossalico,mischiare fino a completa solubilizzazione.
Con una siringa gocciolare nello spazio tra i favi nella misura di 5 ml ogni favo POPOLATO di api.
Ciò significa che se abbiamo un'alveare con 9 telai da nido, dei quali solo 7 presidiati dalle api, la quantità di liquido da utilizzare sarà pari a 5 ml x 7 = 35 ml.

Il trattamento non è mai ben tollerato dalle api, bisogna attendere almeno 1 mese e mezzo tra una dose e l'altra, ed evitare di mettere i melari per almeno una settimana dopo il trattamento.

Nulla vieta di farlo anche tra un raccolto e l'altro, ma l'efficacia è minima, in quanto è risaputo che le varroe si riproducono in modo esponenziale nelle celle di covata.

In sostanza ieri ho approfittato della giornata calda per aprire le casse, in 6 casse su 7 non ho trovato covata e ho fatto il trattamento. Cool
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Mar Ott 14, 2008 9:53 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao, quella che descrivi e' la tecnica standard che piu' o meno tutti applicavamo fino all'anno scorso. Ed in seguito alla quale molti hanno perso le api.

Mi meraviglia che non si parli di blocco di covata, acido formico e ossalico sublimato, tanto per restare ai metodi naturali.

Credo sia finito il tempo dei trattamenti a calendario (ad agosto si fa questo, a novembre quell'altro), si tratta in seguito all'osservazione delle api, calendario o meno.

Basta un agosto un po' piu' freddo e piovoso, e l'Api Life Var non funziona.
Basta una primavera un po' anticipata ed a novembre le api sono gia' morte, a causa dell'andamento esponenziale dell'infestazione.
Il trattamento tampone andrebbe quanto piu' anticipato verso luglio, mentre e' a settembre che si produce la generazione invernale, e quindi occorre essere certi che la covata sia relativamente pulita.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
SimonE






Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 06/05/08 21:55
Messaggi: 1415
SimonE is offline 

Località: Appennino Toscano, 750m slm





italy
MessaggioInviato: Mar Ott 14, 2008 2:25 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ciao amici, io per ora utilizzo il trattamento definito da Renzo standard con l'aggiunta dell'osservazione delle api ovvero cerco di anticipare il tampone a luglio e controllo che non ci sia covato per lo sgocciolato( questa domenica con il bel sole ho aperto le casse e vi era ancora covata; non ho trattato ma ho cominciato a stringere le famiglie.....tra l'altro una cassa con famiglia già formata si è cambiata la regina, quelle precedente era marchiata di giallo e questa ancora non lo è).

Per il blocco di covata ho ancora dei dubbi, specie per il poco spazio in cui usualmentre vengono confinate le regine, il formico non lo conosco, mentre l'ossalico sublimato mi sembra troppo pericoloso....per noi)

saluti.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
stefanoada






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 48
Registrato: 14/05/08 15:57
Messaggi: 3045
stefanoada is offline 

Località: monzuno(bo) 250slm
Interessi: orto-pollame vario-energie alternative in genere
Impiego: impiegato



italy
MessaggioInviato: Mar Ott 14, 2008 3:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

in assiciazione ho sentito dire che con il blocco della covata e la regina confinata si arriva in media ad un 5% di perdite regina....

Io sono a 250 msl e le mie sono già in blocco, domenica ho fatto l'ossalico gocciolato e da due giorni....cade il mondo :-))

_________________
«Stay hungry, stay foolish» "Siate affamati, siate folli"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
ezze






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 46
Registrato: 03/06/08 11:47
Messaggi: 123
ezze is offline 

Località: Torino

Impiego: Impiegato tecnico



italy
MessaggioInviato: Mar Ott 14, 2008 5:24 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Scusa Renzo, ma come fanno le casse a scambiarsi le regine?! Shocked
E' più probabile che la regina marcata si sia ripulita e abbia perso la tinta..non riesco a capire Confused
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Mer Ott 15, 2008 8:57 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ezze ha scritto:
Scusa Renzo, ma come fanno le casse a scambiarsi le regine?! Shocked
E' più probabile che la regina marcata si sia ripulita e abbia perso la tinta..non riesco a capire Confused

Ehm, forse volevi dire Simone Smile comunque e' normale che una famiglia si cambi la regina (non "scambi", questo non sarebbe possibile).
Succede quando la regina vecchia e' per cosi' dire "difettosa" secondo il parere insindacabile del consiglio di amministrazione della famiglia.
Allevano una cella di sostituzione (di solito posizionata verso il centro del telaino, mentre quelle di sciamatura sono sui bordi), e capita che per un po' di tempo si trovino entrambi le regine, nuova e vecchia.
Poi la vecchia sparisce, uccisa dalle api (reparto terminators) o dalla nuova.
Ad es. noi abbiamo usato una regina vecchia del 2006, con ala difettosa (tre tentativi di sciamatura finiti a due metri dall'arnia, nell'erba) per stimolare l'allevamento di una nuova regina in tre famiglie orfane (sciamate, ma senza celle reali), togliendo la vecchia dopo la nascita della nuova, prima che intervenissero i terminators.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ventux








Registrato: 21/04/08 09:58
Messaggi: 20
ventux is offline 

Località: MASSA




MessaggioInviato: Mer Ott 15, 2008 11:54 am    Oggetto:  OSSALICO
Descrizione:
Rispondi citando

Ragazzi salve a tutti, questo sabato finisco con le tavolette di timolo e i primi di agosto (come mi ha detto un apicultore più esperto di me) ho dato la prima passata di ossalico (che devastazione di varroa). Mi sono accorto che il blocco della covata non è ancora avvenuto anche perchè non fanno che portare polline a tutto spiano. Queste regine non fanno che covare mamma mia!. Ora domenica dopo aver tolto gli ultimi residui delle tavolette inizio con il candito. Secondo voi è ancora presto o aspetto i primi di novembre dopo l'ossalico?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ezze






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 46
Registrato: 03/06/08 11:47
Messaggi: 123
ezze is offline 

Località: Torino

Impiego: Impiegato tecnico



italy
MessaggioInviato: Mer Ott 15, 2008 1:06 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Si, scusate effettivamente ho confuso i nomi...
Per ventux: io sarò anche tradizionalista, ma il metodo che usi tu per la lotta alla varroa mi sembra proprio al contrario..
comunque mi chiedevo:vedo che voi avete ancora covata nelle vostre casse..perchè le mie regine hanno smesso già da qualche tempo?Ne ho 4 marcate rosso-quindi dell'anno in corso e 3 marcate giallo-quindi un pò anzianotte, eppure sono 6 su 7 tutte in blocco. L'apiario non è in montagna ma collina, grossomodo la temperatura è 3-4 gradi inferiore a quello di città quindi non esageratamente bassa.
In più: avete movimento di api sul predellino? Le mie stanno tutte dentro anche in pieno giorno,fuorchè poche api che gironzolano davanti ai fori di entrata e pochissime bottinatrici.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Renzo






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 04/07/08 17:13
Messaggi: 641
Renzo is offline 

Località: Ronchi Valsugana - Trento
Interessi: montagna, flauto traverso, apicoltura, piante officinali
Impiego: informatico free-lance



italy
MessaggioInviato: Mer Ott 15, 2008 1:31 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Noi siamo a 650 metri, mezza montagna esposta a sud, le famiglie sono in blocco da tempo, resta qualche piccola rosetta di covata da sfarfallare.
C'e' qualche scarsa importazione, ma poco movimento, a volte si vede un po' di polline, ma in giro non c'e' piu' niente. Le scorte pero' sono ok.
Quindi mi sembra tutto normale, forse il blocco e' un po' anticipato rispetto agli anni scorsi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Avversità delle api Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 92, 93, 94  Successivo
Pagina 2 di 94

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008