Indice del forum

apicoltura
Indice del forum

discussioni di apicoltura

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


Sostituzione Regina
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecniche apistiche
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
il moltiplicatore






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 54
Registrato: 23/04/12 19:40
Messaggi: 1778
il moltiplicatore is offline 

Località: Diano Marina (IM)
Interessi: Piante da frutta sub-tropicali, api




italy
MessaggioInviato: Mar Apr 10, 2018 5:27 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

secondo me se regine da traslarvo durino meno sarebbe da verificare a pari condizioni
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Xirix






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 29/04/10 13:57
Messaggi: 121
Xirix is offline 

Località: Varese

Impiego: studente



italy
MessaggioInviato: Mar Apr 10, 2018 10:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ma perdonami.. credo ancora di non capire.. mi sa che non c'è un uso corretto di alcune parole.. una regina in inverno DEVE interrompere la deposizione per vari motivi (parlo almeno al nord italia).

tutto il tuo ragionamento comunque è corretto ma qui parliamo di regine nate nel 2016 (anzi tutto quando? aprile o luglio, la cosa cambia) se fossero nate a metà luglio stiamo parlando di regine di poco più di un anno, come possiamo sostituire ogni anno e mezzo le regine (a meno ovviamente di problemi evidenti)?
in più da quello che ho letto si parla di livello hobbista, se al terzo anno la regina "produce" api ancora forti e sane e la produzione degli anni precedenti è stata ottima, però invece di deporre al 100% lo fa all'80%, per quale motivo la dovrebbe sostituire?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
meloinfiore






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 71
Registrato: 03/10/08 12:43
Messaggi: 319
meloinfiore is offline 

Località: Malè - Trento

Impiego: Pensionato (ex pubblico dipendente)



NULL
MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2018 2:58 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Xirix hai ragione se ti riferisci ad un caso specifico, le regine al 2° anno devono essere ok, è nell'invernamento successivo che possono avere problemi. Sicuramente le regine obbligatoriamente nelle regioni montane del Nord Italia vanno in pausa, ma se invece di una pausa naturale vanno in pausa perenne perchè non riescono più a ovodeporre? Allora partiamo dalla base, la larva femminile si differenzia in base alla alimentazione, es. le nutrici danno un po' di più di una proteina, la vitellogenina, alle api invernali perchè questa sostanza allunga la vità e così le api vivono i 5/6 mesi, alla regina la danno sempre e quindi vive anche 4/5 anni. Alla larva femminile che vogliono far diventare regina non danno mai polline e miele (alimenti che atrofizzano le gonadi), ma solo pappa reale in modo che si sviluppi regolarmente l'apparato genitale. Nel caso di celle sostitutive e le prime celle di sciamatura, tutto è ok, sia perchè la famiglia è preparata, sia perchè il numero di celle reali da rimpinzare è adeguato al potenziale di api nutrici e ne consegue che, alla nascita della regina, nella CR c'è ancora presenza di pappa reale. Cosa diversa per esempio è il far fare alle api direttamente la regina sfruttando la covata fresca presente e/o data. In tal caso le api (non preparate e organizzate) cercano di allevare al più presto una regina ed iniziano dalle larve un po' più grandi (che quindi hanno già nutrito con polline e miele ed hanno quindi compromesso le gonadi) e poi con le più giovani. Quindi per evitare di avere le regine atrofizzate, di solito al 4° giorno si eliminano tutte le celle chiuse in modo da eliminare tale pericolo, lasciando solo alcune di quelle aperte. Si corre il rischio però che le api non riescano a soddisfare il fabbisogno di pappa reale anche di quest'ultime e che quindi nascano non completamente formate e quindi anche loro menomate (ovodeposizione e/o durata vita). Lo stesso rischio si corre quando si fa il traslarvo e si danno troppo larve da tirare, le prime tirate sono ok, ma le ultime possono essere carenti di pappa reale. Per avere la certezza della potenza della regina dobbiamo aprire la cella reale da cui è nata e verificare se c'è ancora pappa reale, se si ok, se non c'e traccia di pappa reale attenzione! La regina perfettamente formata ha due ovaie a forma di pera, ciascuna delle quali contiene 180 ovarioli, che sono dei filamenti in cui nasce, si sviluppa e matura l'uovo. Se la regina non ha pappa reale a sufficienza non li sviluppa tutti e quindi ha una ovodeposizione ridotta e limitata, è un po' come avere una ferrari con 12 cilindri di cui però ne funzionano solo 6, è tutto un'altra cosa. Chiedo scusa per la sintesi molto stringata, ma sono argomenti complessi, anche se penso facili da assimilare.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Xirix






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 29/04/10 13:57
Messaggi: 121
Xirix is offline 

Località: Varese

Impiego: studente



italy
MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2018 7:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ma la mia richiesta non era per la spiegazione dettagliata, non avevo solo capito cosa intendessi dicendo "Hai corso il rischio che interrompesse la covata in periodo invernale..", detto cosi per chi è alle prime armi è abbastanza forviante, avere covata (anche poca) in inverno è un problema, per due motivi, il primo è che l'efficacia del trattamento è di molto inferiore (varroe nelle celle non colpite dal trattamento) e secondo le operaie sono costrette ad allevare le larve con conseguente dispendio di energia, accorciando la vita di esse e con il rischio di non arrivare alla primavera.. detto questo sulla tua spiegazione nulla da dire.. precisa e chiara..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
meloinfiore






Sesso: Sesso:Maschio
Età: 71
Registrato: 03/10/08 12:43
Messaggi: 319
meloinfiore is offline 

Località: Malè - Trento

Impiego: Pensionato (ex pubblico dipendente)



NULL
MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2018 9:27 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Qui da noi (Trentino, 750 mslm) il blocco di covata naturale inizia generalmente a metà novembre e dura fino a metà/fine gennaio, quindi abbiamo ampio spazio per fare un gocciolato in un giorno in cui le api non sono in glomere (tieni presente che il contenimento della varroa è continuo in quanto con il calo della covata le varroe in fase foretica aumenta e colpisce tutta la covata ed anche le api invernali). Le regine normali riprendono la covata adeguandola alla potenzialità della famiglia, se però una regina è problematica (vecchia o non completamente sviluppata) è proprio in questo momento che si inceppa e non riesce a ripartire. La famiglia, senza covata, dopo un po' crea delle fucaiole, per cui, se non ti accorgi del fatto in tempi utili non sei più in grado di recuperare l'alveare.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecniche apistiche Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum


Indice del forum


apicoltura topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008